lunedì 19 novembre 2012


LE SUPERIORI (IL PRIMO ANNO IN PRIMA!)

Bisogna ricordare l’anno in cui ho varcato per la prima volta l’I.T.S.O.S. (ovvero la mia prima scuola superiore prima di passare allo Zappa ovvero ragioneria!), era il millenovecentonovantaquattro, quest’anno per l’Italia (e per gli amanti del grunge!) fu un anno terribile, per l’Italia perché Big S. diventò primo ministro (per il grunge perché Cobain si suicidò [e me lo ricordo bene quel giorno anche perché nel giardino della scuola ci fu una specie di veglia funebre in onore al cantante dei nirvana!]!), faccio ricordare l’evento di Big S. perché all’epoca ci fu una delle più massicce autogestione che l’Italia abbia mai registrato, tra gli studenti il pensiero fisso era un ritorno al fascismo (e non sto scherzando, ho sentito gente [palesemente di sinistra!] che palesava una fuga da qualche parte!), all’epoca non ne sapevo nulla di politica ma nella mia incoscienza pensavo che tutti avessero votato Big S., non era così.
Spendo due paroline sull’I.T.S.O.S. era una scuola sperimentale (pare che dovesse insegnare cinema e teatro!) il brutto era che ho passato molti mesi senza avere l’insegnante fisso ma supplenti, l’unico ricordo vivo che ho (nei pochi giorni che ho frequentato la scuola!) sono tre professoresse, una di sociologia che era più larga che lunga e che era rosso prugna l’altra era la professoressa di francese che parlava di tutto tranne che di francese e una mitica professoressa di educazione fisica (che ho rivisto anni dopo e mi ha detto palese, palese “Hai fatto bene a lasciare quella scuola di merda!”), quest’anno ha visto la mia entrata in campo nelle schiere dei bigiaioli (ovvero coloro che “marinavano” la scuola!), credo che i miei compagni di classe non mi abbiano mai visto in classe o quasi, diciamo che le ore che ho passato in classe sono di gran lunga inferiori alle ore passate fuori!
Ebbene si bigiavo praticamente tre giorni su cinque, cosa facevo? Semplice andavo in giro (con il tipo con cui ho fatto il famoso incidente sull’autostrada [non Simone che ho conosciuto dopo un po’ di tempo!]!), nel mio girovagare per Milano il mio essere Nerd è aumentato, infatti, andavo in fumetterie (all’epoca la fumetteria più figa di Milano era “La borsa del fumetto” che aveva da poco allargato i suoi spazi e all’inaugurazione della nuova sede invitarono Jim Lee e molti disegnatori dell’allora Wildstorm… un evento a dir poco Nerd!), giocavo a carte (anche Magic, ebbene si esisteva Magic fin dall’inizio degli anni novanta pischelli!), girovagavo per Milano insomma, sono stato anche beccato da mio padre, da allora bigiavo solo nelle ore di religione (un’ora da cinquanta minuti dove io e un mio compagnuccio dell’epoca [Nerd pure lui!] di cui non ricordo affatto il nome, andavamo alla Borsa del Fumetto e ritornavamo indietro!), ovviamente sono stato bocciato quell’anno, non tanto per i voti bassi ma tanto per le assenza, in pratica risultava dalla mia pagella che avevo saltato il novanta per cento delle lezioni non che i miei voti fossero eccezionali (saltavo in pratica tutte le verifiche, le interrogazioni e quant’altro!), comunque sono stato bocciato per la mia prima volta e non fu l’unica!

Nessun commento:

Posta un commento

-130-

E siamo a centotrenta Cimici, wow, ok, basta farsi pugnette a due mani e buona lettura! ·          Di Maio vuole i vari osservatori del...