giovedì 31 dicembre 2015

-Una lista molto piccola ma con tanto dentro-

Ho aspettato molto!
So che sapete che io personalmente odio le liste, o meglio odio lo sforzo celebrale che comporta lo scriverle, ebbene si, ma dopo la lista dell’odio dove mi sono “scagliato” contro tutto e tutti mi sembrava duopo scrivere una lista su ciò amo alla follia, credo di non aver mai scritto una lista così e visto che ormai codesto 2015 (che mi ha portato sulla boa degli anta!) mi sembra (diciamo) bello scrivere una cosa positiva, quindi ecco a voi fragoloni belli che furono lettori occasionali e non la mia personale lista su ciò che amo di più!

·         Amo la mia gatta: So che in molti penseranno che ho preso un gatto solo per cementificare un rapporto morto fin dall’inizio, ma non è così, volevo un gatto, o meglio voleva una gatta, la mia gatta e la cara Helga può far da testimone che gli ho chiesto una gatta nera dai tempi dell’adozione di Machete fatto dalla Marchesa! Ma torniamo a bomba, la mia gatta, l’amo, l’amo alla follia, il vederla lavarsi o accoccolarsi è una delizia totale per me… si amo la mia gatta e l’amo perché lei mi ama e sono fortemente convinto che quasi nessun’essere vivente possa amarmi come mi ama lei!
·         Amo una ragazza: O meglio, non so proprio se l’amo diciamo che mi piace da impazzire, credo che lei sia una delle poche persone che mi abbiano fatto sbarellare, non voglio dire che sia la donna perfetta per me, ma posso dire che sognarla più volte a notte e immaginarmela in bikini che mi dice :”E allora?” è una delle cose che mi fa capire che mi piace e tanto… ovviamente non dirò il suo nome!
·         Amo l’odore della carta stampata: ho uno strano e feticistico rapporto con la carta stampata…  è come un rapporto sessuale!
·         Amo ciò che io considero “cazzate”: Intendo le action figures, i gadget, i lego e tutto ciò che un tempo veniva chiamato sopramobile!
·         Amo i nuovi autori e disegnatori che ho conosciuto da poco: Davvero vi amo alla follia, non solo perché scrivete e disegnate benissimo ma riuscite in un modo o in un altro a spronarmi per fare meglio… quindi grazie!
·         Amo Doctor Who: ve lo devo spiegare?
·         Amo i programmi trash: li amo perché considero che siano ideati da sociologhi!
·         Amo i venerdì: solo perché vado a Milano fumetto a sperperare danari su danari!
·         Amo i martedì: solo perché accompagno mio nipote a giapponese!
·          Amo il Bro e la Sis: ebbene si… amo il loro rapporto, amo il loro gatto e amo la loro superba e finissima intelligenza e soprattutto amo il fatto che stanno insieme da anni e quindi mi fanno pensare :”Beh dai può succedere anche a me!”!
·         Amo la filosofia: perché riesce sempre a farmi porre domande importanti sul mio essere!
·         Amo Joyce: idem come per il Doctor Who!
·         Amo l’odore delle cantine: Sinceramente parlando non so perché amo questo odore… lo amo da sempre!
·         Amo la Toscana: perché è l’unica regione al mondo che mi fa sentire a casa!
·         Amo Jar Jar: No scherzo lo odio profondamente!
·         Amo Trent Reznor: perché è uno dei pochi artisti che scrive e suona i testi e la musica giusta al mio stato d’animo!
·         Amo la fiorentina: ma solo se è di un chilo e tre in su se no… no!


domenica 27 dicembre 2015

-43-

Ed eccomi qua nonostante le ferie a scrivere la quarantatreesimo episodio della Cimice, quindi lasciate giù i vari avanzi del pranzo di Natale e beccatevi codesto episodio!

·         Casaleggio :”Vinceremo a Roma!”… 1 X 2 !
·         Per l’antitrust il ministro Boschi non è colpevole di niente…invece per quanto riguarda i neuroni di Di Battista… non c’è niente da fare è colpevole di non averne mai avuti!
·         Renzi :”Se c’attaccano diamo il meglio…” La Markel :”Ma questo chi è?”!
·         Dopo duemilaquindici anni Oxford ha accertato che dopo il Natale arriva Santo Stefano!
·         La Meloni mette nel presepe le statuette dei due marò… potete immaginare in quanti secondi è partito lo sfottò!

·         Stranamente Salvini non ha parlato… quindi non ha detto cazzate… per ora! 

venerdì 25 dicembre 2015

La mia essenza-


-poslední den-

Il cielo era già arancione da una settimana!
Si sentiva il fervore e quant’altro, io no, io aspettavo!
Guardo dalla mia finestra, i vari saccheggi sono finiti, i deliri ormai sono finiti!
La mia gatta mi miagola addosso per poi ritornare a dormire!
Il cielo non preannuncia niente di buono!
Ma proprio niente!
Guardo il cielo e so che ormai manca poco!
La mia gatta si acciambella sul mio ventre!
Non c’è stato il freddo assoluto ne altro, c’è stata una comunicazione e basta… tutto qui!
Mi fumo una sigaretta sapendo che è l’ultima nonostante io abbia centoventicinque pacchetti, sono sempre stato previdente, Io!


Il cielo diventa rosso, un rosso accesso!
La fine sta arrivando, ripenso a tutto e al nulla, l’impossibilità nel fare qualsiasi cosa mi blocca!

Il cielo diventa nero, un nero assoluto, stringo in un abbraccio la mia gatta, si divincola, ora mi odia!
Sento il peso e quant’altro… la mia gatta non vuole stare con eme… poi il boom, l’asteroide, annulla il tutto…sono morto!

Bianco!
Leyla miagola!
Bianco!
Il mondo è finito e Leyla miagola!
La razza umana è finita e Leyla miagola!
Sento il miagolio lontano, sento la sua lingua ruvida sulla mia pelle e sui miei cappelli, sento miagolii, la fine del mondo, il cielo tutto stronzo, la gente  che s’ammazzava per nulla, il delirio…. Io sento il miagolio!
Le unghie penetrano profondamente nella pelle, provocano graffi e quant’altro, mi lecca il viso, sto sudando!

I girateceli crollano!
Leyla mi avvisa che è ora d’alzarsi!

Guardo il cielo… il grigio cielo di Milano, mi guardo attorto, ho un erezione e non so il perché, Leyla mi fissa come per dire “Ok tutto ma io devo mangiare!... mi alzo vomito bile, e rivomito bile!

Mi devo fare La barba!
Leyla scalpita per mangiare, la sigaretta sta finendo!

Dare da mangiare!
Cambiare la casetta!
Come se fosse la normalità!

Il cielo è brutto… è arancione!
 Voglio essere sulle prime fila!
Odio… potrei uccidere chi mi sta sui coglioni ma non lo faccio!
Un fascio di luce m’intrappola!

Il mio odio continua!
Al Demone che ha la mia custodia sorride… sono nelle merda!



domenica 20 dicembre 2015

-42-

E siamo a quarantadue!

·         Alla domanda posta a di Battista (“Scusi è vero che suo padre si considera ancora fascista?”), lui ha risposto :”E’ un complotto nei miei confronti è tutta colpa di Mafia Capitale!”!
·         Renzi fa il duro con la Merkel e la Merkel non se ne è accorta!
·         Putin minaccia velatamente la Turchia… ok! Dite ciao alla Turchia!
·         Dopo tremila anni Oxford afferma che l’ultima lettera dell’alfabeto è effettivamente la Z!
·         Il governo vorrebbe risarcirei vari risparmiatori che sono stati “truffati”… benissimo, io due anni fa ho perso il portafoglio con dentro centomila euro se il governo potesse fare qualcosa!

·         Big s. vuole ricandidarsi alle prossime elezioni politiche… no, non è uno scherzo!

sabato 19 dicembre 2015

-Odio puro-

Un tempo, tanto tempo fa, scrivevo una lista a settimana, alcune erano ripetizioni quasi oniriche o per meglio dire non mi ricordavo bene cosa avevo scritto in altre liste, ne ho scritte più di duecento, fate voi il calcolo di duecento liste considerando che ne scrivevo una a settimana!
Capitava a volte che scrivevo la mia personale lista dell’odio, di solito la scrivevo a fine anno o quando le faccende politiche e sociali mi facevano girare i coglioni, quindi siamo al sedici dicembre del duemilaquindici, a breve entrerò nel giro di boa dei anta e quindi devo farmi serio, stavo dicendo, una volta scrivevo le liste dell’odio, ovvero ciò che odiavo, oggi non voglio scrivere una lista dell’odio ma ciò che mi ha fatto fumare lo scroto in questo duemilaquindici che ormai sta terminando quindi fragoloni belli addobbati a festa beccatevi questa cosa e occhio allo zabaione corretto!

·         Le valigie con le rotelle: le odio, tanto, tantissimo, perché non sono comode, non hanno la capienza di una valigie e poi fanno un casino estremo quando le si portano in giro, e sono fortemente convinto che sia una creazione del demonio!
·         Le ballerine per forza: Ora, non vorrei dire, ma le famigerate “Ballerine” andrebbero portate da fanciulle che hanno una conformità di piede preciso, non sono da tutte, se una fanciulla ha uno zampone al posto del piede le ballerine non vanno bene, se fanciulle portano il 48 di piede non fanno un bell'effetto, fidatevi!
·         I ciclisti: chi vive a Milano se ne è accorto, c’è un’epidemia di ciclisti, ora vanno tutti in bici… bellissimo, ok, ma se i ciclisti rispettassero il codice della strada senza provocare incidenti sarebbe meglio!
·         Le religioni: e dico tutte sia monoteistiche sia politeistiche, mi stanno sulle palle, quando leggo o guardo dei poveri stronzi che si fanno crocifiggere per pasqua o altrettanti stronzi che si fanno esplodere per chiavarsi sette vergini, o quando so che c’è gente che mangiare una fetta di salame è peggio che staccare il prepuzio di un bambino con i denti, il mio astio sale, mi sale l’Isis e do ragione al più grande utopistico mai esistito ovvero Marx che riteneva che la religione è l’oppio dei popoli!
·         I blogher recensori: Non li odio proprio, diciamo che li vedo come celebrolesi, gente che vive sul criticare e spargere odio, gente che magari scrive che l’ultimo film pam pam boom boom crack crack della Marvel non è un capolavoro lo subissano di insulti inutili e odiosi perché loro hanno la consapevolezza di avere la verità dalla loro, loro possono “criticare” per modo di dire (ovvero “Minchia l’ultimo di Cap mi ha fatto piangere!” ma cosa? Ma dove? ), di solito sono i blogher che odiano la DC e che amano la Marvel che ha creato un mondo cinematografico basato sulla spettacolarità e sugli effetti speciali tralasciando la storia, e ora voglio sfidare i vari soloni d’internet che si considerano messia di un verbo mai scritto e mai detto, a darmi contro ma prima vorrei dirli che io di cinema ne so un po’, e quindi se volete sfidarmi sui filmetti stronzi della Marvel sono pronto alla sfida in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo, per non parlare delle varie “recensioni” su qualsiasi cosa, scritti dal titolo :”Ho provato il nuovo Badedas ecco la mia recensione”, il delirio in tutto questo è che di base sono spiantati e sperano che facendo pubblicità su pubblicità qualche grande azienda gli sponsorizzi… si certo e io sono Padre Pio!
·         I cazzi: Voglio dire… ma davvero voi maschietti alfa (che io reputo meno di un essere monocellulare!) pensate che mandare la foto del vostro ammennicolo possa far si che la fanciulla a cui lo avete mandato si trasformi in una porno star e vi faccia cose turche? Davvero lo pensate? Ok… ecco perché sono convinto che l’eugenetica non sia così sbagliata!
·         I leoni d’internet: Questi non gli odio, anzi… provo compassione, i vari haters, i vari insultatori di professione, non gli odio, per niente… gli compatisco perché penso che la loro vita sia talmente insignificante che non riescono a trovare sfogo e quindi triturano i coglioni agli altri… poveretti… magari se vi staccate da youporn e incominciate a farvi una vita e meglio no?
·         I presunti nerd: l’odio è eccessivo, diciamo che non riesco a capire la loro prosopopea d’essere i migliori, perché lo credete? Il nerdismo italiano è nato quando i vostri genitori si masturbavano e non pensavano d’avere figli! Perché sareste migliori di noi vecchi nerd? Perché potete parlare di più? Perché avete la pappa pronta creata da noi vecchi nerd? Magari un bagno d’umiltà non farebbe male, voi bellissimi e piccolissimi nerdini chiavate (quando lo fate… ahahahhahaha ok ho fatto una battuta!) con la scusa dell’essere nerd è grazie a noi stronzi nerd che abbiamo portato avanti una battaglia estrema, se ora fumettisti come Pratt o Crepax sono considerati artisti in Italia è grazie a noi, se potete leggere svariati manga è grazie a noi, se potete leggere le varie storie di mostri sacri come Miller, Morrison e altri è grazie a noi, quindi piantatela di considerarvi i primi della classe, perché se voi siete i primi della classe noi vecchi nerd siamo i rettori!
·         Il veganismo: è la moda del momento, molti pensano (a torto!) che con il veganismo si dimagrisce (che è una palla visto che se una persona è geneticamente grassa rimane grassa!) ha sbagliato tutto, chi pensa che gli animali non bisognerebbero essere mangiati… ok, non mangiateli ma se poi crepate di tumore al fegato non gridate al complotto… visto e considerato che il nostro fisico è abituato a bruciare tutte le varie risorse visto e considerato che siamo onnivori, il togliere determinati elementi fa si che i vari succhi gastrici lavorino ma non avendo nulla da bruciare vi brucia lo stomaco… quindi  togliendo determinati elementi lo stomaco e tutto l’apparato digerente deve lavorare ma non avendo nulla da bruciare vi brucia tutto il resto quindi belli miei vegani posso solo augurarvi una buona morte!
·         Il manifestante di professione: mi sono accorto da poco che in tutte le manifestazioni (dal concerto del primo maggio fino ad arrivare alla manifestazione in difesa degli acari!) appare come per magia una persona (a volte uomo a volte donna!) e in qualsiasi manifestazione (ovviamente viene sempre intervistato!) che bercia come se non ci fosse un domani queste frasi : “Ci stanno rubando il futuro!” “Il sistema sta crollando!” “Qui sta scoppiando tutto!”, ora mi piacerebbe sapere chi sono queste persone? Fanno i manifestanti per professione? Qualcuno li paga? E se si chi lo fa?
·         I leggins: carissime fanciulle, un piccolo consiglio, se non siete modelle e se non avete un fisico da teen evitate i leggins, davvero, o se proprio proprio volete indossarli fatelo a casa non in giro!
·         Gli automobilisti che: prendono la varia segnaletica come un consiglio, che pensa che mettendo le quattro frecce possono fermarsi dove cazzo vogliono, quelli che avendo un macchinone possono fare ciò che vogliono, che intimano i passanti non fermandosi del tutto ma andando avanti un centimetro per volta, quelli che pensano d’essere furbi prendendo una strada ma che poi tutti la pensano come lui e si crea il caos, quelli che pensano che tutto il mondo ami la musica che sta ascoltando, i frenatori folli, quelli che devono fare le accelerate come se fossero in formula uno, quelli che bloccano metà città parcheggiando ad minchiam perché devono prendere il caffè!
·         I passeggeri dei mezzi pubblici che: Salire per primi è una priorità assoluta, quelli che “cazzomeneame se c’è una donna incinta in piedi, io devo sedermi!”, quelli che “cazzomeneame se ci sono persone che devono scendere, io devo salire!”, quelli che si credono in Vietnam durante la guerra e credono di non aver un cellulare ma un walkie talkie, quelli che credono che il mezzo pubblico sia il bruco mela delle giostre, quelli che credono che il mezzo pubblico sia il proprio bagno e si fanno la manicure e la pedicure, quelli che sputacchiano i gusci, quelli che se perdono un mezzo finisce il mondo, le modelle che impiegano due ore per scendere dalla metropolitana o dal tram, quelli che credono che tenere un ombrello con la punta rivolta all'indietro sia una figata, quelli che guardano male (nonostante il mezzo pubblico sia vuoto!) solo perché qualcuno si è seduto al suo posto!
·         I perbenisti: Non si può non odiarli, gridano alla scandalo se sentono la parola “Cazzo”, sono perennemente indignati, di tutto, di qualsiasi cosa, so che sembrerà strano ma ancora del duemilaquindici (che ormai sta finendo!) esistono e anzi hanno l’ardire di partorire altri perbenisti!

·         Quelli che: “Ma come? Hai trentacinque anni e non hai la patente? Non ti vergogni?” si non ho la patente e non me ne vergogno anzi ne vado fiero, risparmio un botto non avendo la patente e di conseguenza una macchina, “Si ma se poi stai male?”, certo, mi amputo un braccio, spruzzo sangue come una fontana e mi metto al volante per andare al pronto soccorso! “Ma gli hai letti tutti questi libri?”, no, li tengo in libreria perché così fa figo, in verità sono analfabeta! “E’ impossibile che non vuoi avere la ragazza!”, come? Cosa? Si, non voglio avere la ragazza e per ora non  voglio neanche pensare ad averne una, sto da dio da solo! “Cazzo ti ho chiamato sul cellulare alle tre di notte e lo avevi spento!”, forse perché odio i cellulari e il mio lo spengo alle otto di sera proprio per non avere chiamate a notte fonda! “non puoi capire!”, certo sono un cerebroleso del cazzo! “I Lego? Ma sono per bambini!”, è vero, allora fate montare al vostro pargolo di cinque anni la “Morte Nera” e poi ne riparliamo! “Perché non metti una tua foto su facebook?”, perché non sono fotogenico e sembro sempre un pusher rumeno appena uscito da un overdose! “Secondo me con la tua amica di facebook c’è del tenero!”, allora primo io considero facebook un bel gioco impacchettato bene, secondo ho difficoltà a provarci con una ragazza nella vita reale immaginiamoci su facebook, terzo sono semplicemente gentile e ciò non vuol dire che voglio entrare nelle mutandine di una ragazza, quarto non volendo avere una ragazza è una cazzata provarci con una ragazza virtualmente! “Però visto che ami Joyce dovresti leggerlo in inglese!”, si certo, mi metto a leggere l’Ulisse e il Finnegan Wake in inglese, poi mi faccio ricoverare alla neuro deliri! “Secondo me l’ami ancora!”, si certo ci siamo lasciati perché ci amavamo troppo! “E che cazzo è solo una gatta!”, allora primo la mia gatta non è solo la mia gatta, secondo se provi ancora una volta a dire questa frase ti stacco le braccia e ti schiaffeggio con le tue mani e terzo la mia gatta è l’unica cosa positiva che mi sia successo da anni a questa parte e se questo comporta non andare in vacanza o altro ben venga! “Ah ma sei ebreo?”, etnicamente si ma non religiosamente e poi che cazzo vuol dire? Io non ti vengo a dire “Ah ma sei un coglione?”! “Ma come? Non sei di sinistra?” no, non lo sono e non sono neanche di destra, mi reputo un libero pensatore e basta! “Tu ti estranei troppo dalla realtà!”, e grazie al cazzo, guardando la realtà com'è oggi preferisco non viverla ed estraniarmi! “Spendi troppo!”, sono i miei soldi e gli spendo come voglio! 

domenica 13 dicembre 2015

-41-

Esimi fragoloni belli ecco il quarantunesimo episodio della cimice!

·         Il fronte nazionale in Francia sta diventando il primo partito… Salvini ha avuto una serie di eiaculazioni spontanea a dir poco estreme!
·         Il “salva banche” contestato… è un po’ come contestare colui che si butta da un palazzo senza paracadute!
·         Big s. ammette che è l’Italia che gli chiede di ritornare in politica… è un po’ come rivedere le repliche di Drive-In oggi!
·         Il candidato sindaco di Milano dell’hotel a cinque stelle comincia a fare le prime dichiarazioni :”Se diventerò sindaco non ci sarà più l’euro ma i paperdollari!”!
·         Dopo tremila anni Oxford ha scoperto che mettendo un piede davanti all’altro si cammina!

·         Renzi vuole fortemente il “Partito della nazione”… per la serie “Cambia il nome ma il risultato è lo stesso”!  

domenica 6 dicembre 2015

-40-

Ed eccomi di nuovo qui a scrivere questo quarantesimo episodio della cimice quindi bando al bando e ciancio alle ciance e beccatevi l’ennesimo episodio!

·         Big S. si è fatto sostituire il pacemaker… e tanto che c’era si è fatto allungare anche il pene!
·         Putin :”La Turchia si pentirà di aver abbattuto un nostro jet”… io se fossi turco mi cagherei addosso!
·         La comica Geppi Cucciari fa ridere Mattarella… detta così suona come una battuta ma non lo è!
·         Dopo due mila anni Oxford rilascia l’ennesima scoperta sconvolgente…. Ci vuole lo sperma per fecondare un’utero!
·         Caos sui nomi “papabili” per la candidatura del sindaco di Milano… l’hotel a cinque stelle ha proposto (dopo aver interpellato tutti i cittadini connessi ad internet!) un certo Paolino Paperino!

·         Salvini davanti alla scuola che “ha vietato il natale” con un presepe…. Successivamente sono andati a trans bestemmiando in padano!  

-Lo avevo promesso ieri e quindi ecco la mia sull'ultima fatica pubblicata di Davide La Rosa-

-La mia su “Ugo Foscolo- Indagatore dell’incubo”!”-


Partiamo da un presupposto storico!
Conosco Davide dai tempi di splinder, lo seguivo quotidianamente e commentavo quotidianamente qualsiasi sua storia, poi ha incominciato a pubblicare su carta (una cosa di cui me ne faccio vanto è l’avere tutte le sue pubblicazioni a parte i Prussiani!), posso dire di essere un quasi esperto nel modo in cui scrive e disegna, lo dico con tutta la stima che provo per lui e per le sue storie, diciamo o meglio posso dire di essere un veterano delle sue storie!
Detto questo addentriamoci, con cipiglio, al primo volume del LA ROSA UNIVERSE (titolo roboante… lo devo ammettere ma estremamente azzeccato, poi quando uscirà [e lo spero che lo crei!]  un volume intitolato “Ungaretti, ovvero come ho ucciso un milione di volte la Pimpa” sarà un sogno che si realizza!), ovvero “Ugo Foscolo indagatore dell’incubo”!
Sono fortemente convinto che esistano due specifici lettori di Davide, il lettore occasionale, ovvero il tipico lettore che vede la copertina gli piace e dice :”Minchia figo!”, poi lo legge e dice :”Cazzo però i disegni fanno schifo e non ho capito un cazzo!” e poi ci sono i lettori non occasionali, i lettori fissi, i lettori che bene o male hanno sposato sia Davide sia il suo modo personale di scrivere storie, per quanto riguarda i primi questo mio scritto (che è pieno di consonanti!) è meglio che non lo leggano, o meglio magari si, però aspettatevi uno studio approfondito sull’albo, per i secondi, leggetelo e poi confrontate le mie tesi con le vostre!
Forse ho fatto un preambolo molto lungo!
Ok!
 Parto, Davide a prima vista sembrerebbe il tipico autore della cultura Pop, un ‘autore legato alle sue origine (che sono anche le mie tra le altre cose!) culturali e che ci sguazzi dentro come una trota a marzo, bene carissimi, non è così, Davide non è un nerd della silver age canonico, ha una cultura che fa spavento, è riuscito in un volume comico (a proposito grazie, grazie, grazie per il Vegano senza nome, giuro… credo di non aver mai riso così tanto in vita mia… non faccio spoiler ma sappi che sono morto, sono resuscitato e sono morto ancora dal ridere!) a raccontare tutta l’epopea di Foscolo come autore, ha tirato fuori poesie citate in modo di dialogo in modo a dir poco geniali (si amo Foscolo e conosco le sue opere e fidatevi non è facile beccare tutte le citazioni che il buon Davide estrae dal suo cilindro!), è riuscito a far sì che un autore ostico come il Foscolo sia leggibile a tutti!
Ok la storia ma i disegni bercerete voi tossici dei vari Madureira!
Ok, io sono un purista totale del fumetto, voglio un fumetto scritto bene e disegnato bene, o meglio lo esigo, ma qui la mia indomita fede vacilla, la storia è geniale, scritta da Dio o meglio dal triangolo con l’occhio in mezzo ( a proposito… Davide, ma quando è che scriverai un altro libro su Dio?), i disegni? Lo devo ammettere i disegni qui non contano molto per la storia (chi conosce lo stile di Davide sa che non sa disegnare ma visto che nessuno voleva disegnare le sue sceneggiature si è inventato disegnatore!), certo servono ma non più di tanto ma soprattutto i disegni di Davide riescono (e non so perché ne come ci riesca!) a dare qualcosa in più alla storia, non mi vedrei questo albo disegnato da altri, non sarebbe stato giusto, questo albo è un albo di Davide dalla copertina fino alla quarta di copertina, stavo pensando or ora a chi potesse mai disegnarlo… e sinceramente non mi viene in mente nessuno!

Ok, ho parlato della storia e dei disegni, ora potrò finalmente dire come finisce l’albo, allaora l’ultima scena si apre con….     

domenica 29 novembre 2015

-39-

Teneri Fragoloni belli devo darvi una brutta notizia, questa trentanovesima puntata della Cimice sarà completamente inventata di sana pianta, mi spiace ma nell’ultima settimana si è parlato solo della Francia e degli attentati, della Russia che se ne sbatte i coglioni e bombarda ad minchiam la Siria e basta e quindi sarebbe stata una puntata molto noiosa, ma bando alle ciance e beccatevi questa Cimice inventata!

·         Strasburgo ha reso illegale il termine “Pausa di riflessione”, si rischia a chi lo usa dai venti all’ergastolo!
·         Sfatato un mito… a Roma non tutti tifano per la “magica”!
·         Salvini candidamente ammette che, si, lui in verità è nato a Pantelleria e i suoi genitori sono il padre calabrese e la madre profuga di guerra!
·         Big S. non vuole mollare, ha incominciato la sua campagna elettorale… potete trovarlo tutte le sere sulla tangenziale nord di Milano!
·         Dopo secoli e secoli Oxford smentisce la teoria con la quale s’affermava che è il sole che gira intorno alla terra!

·         Sfatato l’ennesimo mito… a Milano c’è qualcosa di più oltre la nebbia!

sabato 28 novembre 2015

-La mia vita in due paginette-

                                                                     -Quasi platino-
(Rána Jizva)

-Siti d’incontri-

♫ The man with a mission “ Raise your flag”

“Ciao!”
“Ciao Mattia?”
“Si… Anna?”
“Si”
… Che faccia da pirla ma forse sotto sotto è ben messo…
… Chi sa cosa sta facendo la Juve!...
“Allora come va?”
“Tutto bene e te?”
“Tutto ok!”
.. Che cazzo di discussioni… voglio scopare e basta e questo mi parla del tempo, Diomadonna!...
… Dai che la vinciamo questa partita campioni del mondo!..
“Cosa prendi?”
“Mah… direi un rosso fermo e te?”
“Si, mi sembra un’ottima scelta!”
… Vini… cazzo devo ubriacarmi se no qui non si combina niente!...
.. Spero che questa serata finisca presto così posso vedere al massimo il secondo tempo!...

♫Doctor Who sigla 2006

“Salve, è lei il possessore di questa utenza?”
“Si!”
“Ottimo sono Gisellina di fastweb, ha mai pensato di passare a Fastweb? No? Male! Abbiamo la super mega iper ultra fibra che manda il suo computer nello spazio, senza costi aggiuntivi ne altro e inoltre le diamo Sky gratis per otto mesi! Lei con quale gestore è abbonato?”
“Con Fastweb!”
“Ah!”
“Eh… da dieci anni ormai!”
“Ah!”
“Eh!”
“Si trova bene?”
“Si!”
“E Sky lo ha perché noi di Fastweb possiamo darli un pacchetto completo con lo sport e le partite e tutto il resto anche i canali vietati ai minori se vuole!”
“ Ho Sky da anni!”
“Ah!”
“Eh!”
“Scusi per il disturbo… si trova bene con noi?”
“Si!”
“Grazie e buona serata!”
“Salve!”

♫Nine Inch Nails “Mr. Self Destruct”

Dove cazzo ero arrivato?
I due parlavano, erano seduti ad un tavolo e non avevano ancora ordinate, ok, ci sono, entra un alieno e fa un balletto simpatico davanti a loro! No, è una cazzata, volevo basare il racconto sui pensieri che le persone non esprimono al primo appuntamento, Lei voleva uscire solo per scopare e lui era in fissa con la Juve, ok, ci sono, continuo sui pensieri ma poi non si capirebbe cosa pensa cosa, cazzo, magari non lo scrivo e basta, cancello tutto, no, mi piace la storia del racconto basato sui pensieri, devo continuarlo, si, devo inventarmi qualcosa!
Scoperanno alla fine?
Finiranno la serata con una massiccia dose di masturbazione chi per il sesso e chi per la partita?
Dovrei metterci dentro qualcosa di strano?
Tipo un evento catastrofico e poi loro si trovano in una situazione strana fuori dai loro canoni e ciò comporterebbe la loro apertura totale su ciò che vogliono e pensano?
Magari potrei farli sposare ma alla fine lei tradisce lui con un Ivoriano a caso e lui con un trans brasiliano che è in Italia da quindici anni ma ha ancora l’accento fortemente brasiliano?
No, sarebbe esagerato, magari finisce con un due di picche estremo e senza ritorno!
Non saprei sono settimane che penso a questo cazzo di racconto, ma non riesco a trovare la chiave per scriverlo, niente, l’oblio totale, porca merda!
Devo concluderlo, cazzo non scrivo da giorni, ho le due sorelle, ho altre cose, devo darmi una svegliata e devo farlo subito, devo scrivere… ma sti due stronzi che si sono incontrati virtualmente su un sito del cazzo d’incontri mi lasciano vuoto e senza idee, cosa si può scrivere da due che vogliono solo scopare ma uno è in fissa su una partita di calcio e l’altro è in fregola per trombare?
Ma soprattutto perché voglio scrivere questo racconto?
Perché amo scrivere?
Bella cazzata Jonas, no è per altro, ha un determinato significato… no, non c’è la, fanculo sto racconto!
Non so come scriverlo e non so come va a finire, non so nulla di questi due stronzi, spero che trombino?

No, non lo faranno, perché essendo io lo scrittore ho deciso che appena usciranno dal locale, dove lei pensa di farsi una scopata e lui pensa solo alla sua cazzo di partita, cadrà un meteorite che farà finire la vita sulla terra, ok mi sembra un buon finale!   

domenica 15 novembre 2015

-Due o tre pensieri su ciò che sta succedendo-

Ieri il mio facebook e il mio blog sono stati in silenzio, ho deciso così per rispettare le persone che tra giovedì e venerdì sera sono state ferite e uccise da dei pazzi invasati!
Oggi non apparirà la cimice, non me la sentivo di essere simpatico dopo ciò che è successo, non me la sentivo di prendere per il culo i nostri politici (che ovviamente hanno cavalcato l’onda dell’odio religioso per biechi fini politici!), potevo farlo ma non lo fatto e mi sembra la decisione giusta!
Al posto della cimice però vi toccherà leggervi questi miei pensieri su ciò che è accaduto!
Facciamo un po’ d’ordine, giovedì mattina l’Italia e la Norvegia (mi sembra!) riescono a smantellare la cellula principale di terroristi islamici che “potevano” colpire in tutta l’Europa, la sera stessa a Milano, la mia Milano (che non vedeva atti di terrorismo da decenni!), nel quartiere ebraico viene accoltellato (e parrebbe non mortalmente!) una persona ebrea, viene accoltellata per l’unico motivo d’essere ebreo, la persona in questione non aveva fatto nulla di male a parte essere ebreo, lo hanno accoltellato solo per la sua fede religiosa, l’accoltellatore non è stato ancora preso e non si sa bene chi sia, potrebbe essere un mussulmano invasato o un italiano invasato anch’esso, forse prenderanno il codardo e imbecille accoltellatore, bisogna dire una cosa, il quartiere ebraico di Milano è sempre stato calmo, gli ebrei di Milano si sono sempre fatti i fatti loro senza rompere le palle a nessuno ed è proprio per questo che la mia nausea ha incominciato a salire, la mia Milano non si merita un pazzo invasato che va nel quartiere ebraico per emulare altri pazzi invasati palestinesi, la mia Milano non si merita questa insulsa e inutile violenza, la mia Milano prima di giovedì era una città multietnica, non ha mai guardato male gli ebrei, i mussulmani, gli induisti o tutte le minoranze (basti pensare che il primo arci gay italiano è stato fondato a Milano negli anni settanta!), non riesco a tollerare come milanese ciò che è successo giovedì sera, non posso neanche concepirlo, è stato un atto violento fine a se stesso, non si tratta di rapina, di debiti o quant’altro, non è stato un fatto di sangue… è stata la pura e intollerante follia, magari l’invasato (che si meriterebbe una bella camicina bianca che si lega sulla schiena!) pensava con il suo mezzo neurone marcio che accoltellando una persona di fede ebraica lo stato Israeliano dicesse :”Ok raga… da oggi lo stato israeliano diventa parte integrante della Palestina!”!
Venerdì… sono passati dieci mesi dalla strage di Charlie che Parigi ripiomba nell’oscurità del becero fanatismo islamico, sette attentati in sette luoghi diversi, una carneficina da cento e passi cadaveri, quando ho saputo cosa stava succedendo (per puro caso ero entrato su facebook e ho scoperto cosa stava succedendo!) sono rimasto a bocca aperta, colpire la Francia? Una delle poche nazioni realmente multietniche che esiste al mondo? Perché? Cosa ha fatto sì che dei pazzi furiosi potessero colpire così militaristicamente bene sette punti in quasi contemporanea? Perché? È questa la domanda che mi fa uscire pazzo!
La Francia non mi piace, devo dirlo, ma devo ammettere che la Francia è una nazione grandiosa, è stata una delle prime nazioni a dare il passaporto francese ai cittadini delle colonie, ha sempre permesso la libertà di culto di qualsiasi culto, bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare, la Francia (nonostante la Le Pen!) non è quasi mai stata razzista, anzi, la libertà in Francia è assoluto e intoccabile!
E poi succede ciò che è successo venerdì sera… non ho parole, o meglio le avevo ma ho preferito ragionarci su bene prima di scrivere, dalle ultime notizie si capisce che i vari attentati sono dovuti perché la Francia, insieme ad altri stati, bombardano il “fantomatico” stato islamico (e vorrei ricordare che il neo Califfo si è autoproclamato Califfo… è un po’ come se domani io mi sveglio e mi autoproclamo imperatore d’Italia!), fin qui lo posso capire, certo non lo condivido ma posso capirlo, il fatto che mi lascia perplesso è perché la Francia e non la Russia?
Forse perché in Francia ci sono più mussulmani che in Russia?
Forse perché se succedeva ciò che è successo venerdì in Russia Putin avrebbe aumentato lo sforzo bellico e il fantomatico stato islamico sarebbe sparito nel giro di una settimana?

Queste sono solo domande e non essendo complottista posso dire che hanno colpito la Francia solo per far avere paura a tutta l’Europa, vorrei ricordare a questi invasati (che poco centrano con la religione!) cosa è successo dopo l’undici settembre, tutti i mussulmani o quasi hanno perso il lavoro, altre persone (anche in Italia e fidatevi lo so perché un mio grande e fidato amico è Eritreo e per mesi non ha trovato lavoro solo perché non è bianco!) non hanno trovato lavoro, so che magari questi invasati pensano che facendo così i vari mussulmani e le svariate persone non bianche potessero arrabbiarsi e potevano andare ad allargare le file dei terroristi, ciò non è successo, il perché è facile da dire, non tutti i mussulmani sono invasati pazzi con mezzo neurone marcio, molti anzi la maggior parte dei mussulmani vuole vivere la propria vita tranquillamente, vuole lavorare e professare la propria fede in tranquillità, la cosa che mi preoccupa maggiormente (a parte l’ondata d’odio sia tra i mussulmani sia tra i non mussulmani!) è che grazie a quattro invasati ci va di mezzo tutto, poi vedendo dove l’Europa si sta spostando politicamente ho paura di questo, ricordatevi cari invasati pazzi con mezzo neurone marcio che anche Hitler veniva preso all’inizio come un povero pirla e ultimamente l’Europa (che ha paura!) si sta sempre più spostando verso le idee del nanetto con i baffetti tedesco, cari invasati pazzi con mezzo neurone marcio, non state aiutando l’Islam, per niente, state aiutando determinate forze politiche e sociali che vogliono distruggere completamente l’Islam, ho molta paura di questo, ma sembra che tra i vari invasati nessuno ha il dubbio che forse stanno sbagliando tutto!         

domenica 8 novembre 2015

-38-

Ovviamente dopo la trentasettesima arriva la trentottesima… buona lettura!

·         Bertone si è rifatto la casa sottraendo soldi all’ospedale pediatrico del Bambin Gesù… facendo così voleva eliminare il problema pedofilia, se muoiono i bambini il problema non c’è più!
·         Elezioni in Birmania… l’esercito ha già vinto ma vogliono far credere che esiste la democrazia!
·         Big S. apre alle nozze gay… qualche volta non dice cazzate!
·         Manifestazione della Lega… ok non faccio battute che è meglio!

·         Oxford rivoluzionaria… dopo mille anni di studi è arrivata ad affermare che è la Terra che gira intorno al sole e non l’inverso!

mercoledì 4 novembre 2015

-La mia su Paranoiæ-

-La mia su un gran capolavoro fumettistico-

Lo devo ammettere, mi capita di rado, anzi meno, di urlare al capolavoro per quanto riguarda un fumetto o graphic novel che dir si voglia!
Però ci sono le eccezioni, esistono fumetti che ti tengono incollati alla pagina (disegnata superbamente tra le altre cose!), ed è questo il caso, Paranoiæ è questo caso!
Leggo fumetti da decenni, ho praticamente vissuto tutta la parabola del fumetto tradotto e non in Italia, ho letto pietre miliari tradotte così alla cazzo di cane e fumetti mainstrem, ho letto tanto, quindi bene o male sul fumetto ne so qualcosina, giusto un po’!
Capita per i vari lettori di fumetti d’imbattersi in un albo che non conoscevano, un albo che magari si è comprato per curiosità, ok, non è il mio caso, sapevo cosa stavo comprando e sapevo che mi avrebbe fatto male e molto, Paranoiæ è uno di questi!
Tralasciando il mio passato, tralasciando qualsiasi cosa immaginabile e non, tralasciando il concetto stesso di fumetto… ti arriva per le mani questo volume (che a dirla tutta è curato e stampato grandiosamente!), lo apri, lo sfogli e vedi dei disegni meravigliosi, non conosci l’autore ne altro, ma ti fidi, lo compri e te lo porti a casa per leggertelo con tranquillità, fin qui è la normalità di un lettore di fumetti!
Hai speso venti euro (che è poco, molto ma molto poco !) e vuoi sapere di cosa parla il volume che hai acquistato, magari salti l’introduzione (cosa sbagliata e molto perché va letta attentamente, anche perché da una chiava di lettura seria e altamente precisa su ciò che si va a leggere, si lo letta due volte, ok?) e si parte con la lettura, non facile, o meglio non semplice, se vi aspettate una storia di Tex o Zagor… no, non è questa la storia, il volume si apre in modo quasi anonimo, non ha rimandi o altro, è una tavola disegnata bene con le didascalie, tutto qui (roba da fumetto o meglio da capolavoro fumettistico che in pochi hanno osato fare!), la storia è a due livelli, o meglio è a svariati livelli!
Ok non vi sto convincendo lo so, ve la metto più semplice (non voglio citare i rimandi geniali del volume!), immaginate per un secondo di starvene su una spiaggia, al sole, avete la più gran figa dell’universo affianco, sorseggiate cocktails come se fossero acqua, state da Dio, magari o meglio sicuramente tromberete quella sera stessa con la strafiga pornostar che vi da pure il culo, avete la beatitudine estrema, ok, lo avete immaginato? Bene, ora immaginatevi l’inverso, il dolore, la depressione e tutte le malattie mentali catalogabili, ecco   Paranoiæ è tutto questo, non è felice, non è triste, è la verità che in pochi vogliono vedere, non è una storia (scritta benissimo tra le altre cose!), è una ricerca totalitaristica nelle malattie mentali, il dolore, la tristezza estrema, il pensare di non valere nulla, è tutto qui!
Io sinceramente non lo reputo un fumetto ma un manuale meraviglioso di psicologia, lo devo ammettere non conosco dal vivo l’autore (e la co0sa mi dispiace molto!), ma una persona che scrive e disegna i tormenti, i dolori, la distruzione di una mente così… si merita un Nobel, so che molti diranno che è solo un fumetto ma  Paranoiæ non è solo un fumetto, è uno studio dettagliato e perfettamente riuscito sui problemi mentali o meglio sulle patologie mentali… va letto?

Sicuramente sì, e non solo letto ma studiato e ristudiato, questo volume da tanto e toglie tanto, non è un volume semplice da digerire, non è un volume qualsiasi, è un gioiello che va tenuto in libreria affianco a Maus e ai vari capolavori fumettistici… non è un albo che poi si dimentica, è un una storia che rimane dentro, sia inconsapevolmente sia consapevolmente, è una storia grandiosa, e sinceramente parlando la considererei geniale…  

domenica 1 novembre 2015

-37-

Vabbè dai siamo a trentasette, buona lettura!

·         Salvini incantato dal Marocco :”Porto tutti qui”… non me lo sono inventato lo ha detto davvero!
·         Marino non si dimette più… vuole rimanere fino alla fine del campionato per vedere se la “Magica” vince il campionato!
·         Matarella “Corruzione da estirpare l’Italia non è incurabile!”… quarantacinque minuti di scroscianti risate!
·         Oxford pubblica una scottante scoperta…. La tabellina del due!
·         Chiude Expo… e la cosa non mi tange per nulla!

·         Big S. dice all’allenatore del Milan che vuole la sua squadra in champions… purtroppo non ha detto in che anno! 

martedì 27 ottobre 2015

-La mia su :"L'ultima caccia di Kraven"-

-La mia su “L’ultima caccia di Kraven” dopo quasi trent’anni dalla prima uscita ma scusate all’epoca ero troppo piccolo!-

Ci sono fumetti che travalicano il concetto stesso di fumetto, ci sono fumetti che hanno portato l’asticella del “Si può fare” all’asticella del “Ora si può fare anche così!”, non sono tanti questi fumetti (e mi scuso fin da ora con il fumetto francese, Belga, spagnolo e di tutti gli altri paesi ma ahimè non sono un tuttologo e non so tutto di tutto!)!
Per quanto riguarda l’Italia non si può non citare tre autori, anzi Autori, Pratt, Crepax e Pazienza, il primo ha creato un personaggio che non ha avventure semplice ma vive in una mitologia europea, Corto Maltese non è un eroe, non è un’anti eroe, è un passeggero nelle storie, Crepax, basta prendere un albo qualsiasi di Valentina e si capisce che a parte i nudi Crepax racconta in maniera onirica, riesce a creare un mondo che c’è in un certo punto di vista ma che non c’è da un altro, Pazienza? L’unico autore che è riuscito a raccontare la vita di tutti i giorni di un tossico (Pompeo!) ed è riuscito in maniera lucida e limpida hai suoi demoni interiori!
Il Giappone… Otomo, Akira, una serie che non solo ha rivoluzionato in modo totale i manga giapponesi, ma è riuscito a dire :”Ok ragazzi da ora si può scrivere e disegnare questo tipo di storie!”!
L‘Argentina… Eternauta, un fumetto che tutti gli appassionati di questa arte devono avere assolutamente in casa, un fumetto fantascientifico ma non lo è del tutto, un fumetto politico ma non lo è del tutto, basti pensare che lo scrittore di questa perla del fumetto è diventato un desaparecidos… !
L’America… ok vetta su tutti il Dark Night Returns… è stato Miller il primo in America a dire, ok i supereroi ma facciamoli diventare adulti e con lui un certo Moore con Watchmen che ha portato ancora più in là l’asticella del fumetto da supereroi in un’area più adulta, Gaiman invece è riuscito  con il suo Sadman ha portare la cultura “alta” in un fumetto seriale, mica roba da poco!
E la Marvel (/tranquilli fan della “casa delle idee” che non me ne sono dimenticato, e poi basta vedere il titolo!) ?
Tralasciando le opere di Miller su Daredevil ed Elektra c’è un fumetto o meglio sei numeri di una testata “mainstrem”, sto parlando dell’”Ultima caccia di Kraven”, un fumetto FONDAMENTALE per tutti, immaginatevi un personaggio come l’uomo ragno, ligio al dovere, perfettino che sbarella, un suo nemico di seconda categoria che diventa il personaggio fondamentale della storia (in effetti l’uomo ragno si vede pochissimo!), mescolate tutto e avrete un piccolo capolavoro!
Vi faccio una domanda semplice, leggereste mai un fumetto di un supereroe dove lui non appare quasi mai? Deduco di no, ma questi sei numeri (ripubblicati in questa settimana dalla Panini!) gli leggereste, perché?
Semplice, perché c’è un DeMatteis all’ennesima potenza (forse è la cosa più geniale che ha scritto, non più bella ma geniale!) e un Zeck all’ennesima potenza, la storia è un incubo a occhi aperti, si legge la malattia mentale di Kraven (e ora non rompetemi le palle sui spoiler perché se non avete mai letto “L’ultima caccia di Kraven” non siete nerd e non siete lettori di fumetti e quindi è meglio che incominciate a farvi una cultura fumettistica!), un uomo ragno in preda ad un delirio totalitaristico, un MJ Watson (novella sposa!) disegnata così bene e caratterizzata così magnificamente che si prova invidia per il nerd Peter Parker (ok spoiler, l’uomo ragno in verità si chiama Peter Parker!), la storia di sé si basa su storie già narrate in letteratura (Delitto e Castigo in primis!), ma DeMatteis la riscrive e la rende unica nel suo genere, una storia così forte e così d’impatto al giorno d’oggi è impossibile da leggere (sia alla Marvel e sia alla mia amata DC!), parla di malattie mentale (e qui qualcosina la so… e consiglierei la lettura di questo volume a tutti i miei colleghi bipolari… fidatevi è illuminante!), di dolore estremo, di perdite e di ritrovamenti e il tutto in sei numeri americani (che probabilmente sono usciti in due mesi in America!), ok ho parlato della sceneggiatura perfetta (si non ha buchi, è una storia raccontata da più voce, una specie di saga corale breve!) ma il disegno?
Qui Zeck si è superato (in Guerre Segrete probabilmente non aveva voglia!), le anatomie perfette, i primi piani cinematografici, le espressioni dei volti, il taglio delle tavole alquanto innovative (beccatevi la tavolo a pag. 9 del quarto capitolo [sti stronzi della panini non hanno numerato le pagine!] e poi mi saprete dire… è una tavolo a dir poco perfetta e che rimanda a moltissimi riferimenti filmici come i film di Romero o a quadri di “cultura alta”!), un Zeck così è difficile da trovare, la perfezione del tratto e l’impaginazione delle tavole, non ha buchi, è in pratica un albo perfetto, la storia è grandiosa e pesante, i disegni sono un’eccellenza che in pochi hai giorni nostri sella sognano di notte e poi si svegliano tutti sudati e dicono :”E’ stato un sogno, un sogno bellissimo!”!

Si amo l’ultima caccia di Kraven, anche perché quando è uscito io c’ero, ero piccolino e meno stronzo d’adesso, ma c’ero, il primo speciale dell’uomo ragno (ho ancora l’edizione incollata alla cazzo di cane della Star comics!) non potevo non averlo, e oggi lo ricomprato nelle edizioni Panini (si non vado a Lucca per compare i fumetti che poi dopo due giorni trovo nella mia fumetteria di fiducia!) e lo riletto tutto e ancora a oggi dopo quasi trent’anni è una storia meravigliosa… forse una delle poche storie geniali della Marvel da un paio d’anni a oggi…    

-132-

E si è quasi in inverno, la centotrentaduesima puntata della Cimice, buona lettura! Di Maio (o che per lui!) sfida Renzi in un faccia a ...