lunedì 6 novembre 2017

-132-

E si è quasi in inverno, la centotrentaduesima puntata della Cimice, buona lettura!


  • Di Maio (o che per lui!) sfida Renzi in un faccia a faccia televisivo... si sa che certe "cose" girano sempre in coppia!
  • Nuovi casi di molestie sessuali su donne più o meno famose... si insomma si fa prima a dire chi non è stata molestata!
  • Riconfermato Visco a capo della Bankitalia... facce nuove al potere!
  • I cinque fasci annunciano "La Sicilia non è un test nazionale!"... fino a ieri pero...!
  • Roma, il prefetto "Per la capitale è un momento difficile!"... scusate ma quando è stato un momento non difficile per la capitale?

giovedì 26 ottobre 2017

-Sulla poesia, un resoconto, forse… e una “La mia” su “E dentro luccica” di Giulia Fuso-




-Sulla poesia, un resoconto, forse… e una “La mia” su “E dentro luccica” di Giulia Fuso-


La poesia o meglio il linguaggio poetico è alquanto agonizzante!
Non bisogna girarci in giro, è vero, ormai la poesia è in un loculo al buio ed esce trashamente sui biglietti dei cioccolatini, perché?
Semplicemente perché a differenza di altre forme letterali, la poesia, intesa come tale, è ferma al palo da almeno una ventina d’anni, l’ultimo grande poeta mondiale è stato Zanzotto, un poeta inarrivabile, assoluto, un poeta che non scriveva poesie ma ti stuprava l’anima intellettuale da cima a fondo, Zanzotto è morto e per me la poesia che poteva dare qualcosa al lettore è agonizzante!
Agonizzante ma non morta, ho la fortuna di considerare mia amica una delle più grande poetesse dell’ultimo decennio (un attimo, è molto brava, molto, ma molto, ha uno stile suo e terribilmente innovativo ma è ancora “acerba”, secondo me dovrebbe scrivere sempre di getto anche perché ha una delle poche menti poetiche al mondo, le sue poesie sono pugni intellettuali, è un vulcano che erutta dentro al lettore, è una copula selvaggia e sudata, è poesia come deve essere il concetto stesso di poesia!) ovvero A.A. (non metto il tuo nome e cognome perché non ti ho chiesto se potevo metterlo e quindi metto solo le iniziali!), Lei è una poetessa perché riesce in modo eccezionale (cosa che io non riesco e devo dire la verità!) ad esprimere sentimenti primordiali ma farli sentire come nuovi, è un po’ come se ogni giorno noi lettori (fortunati a leggerla!) ci stupissimo sempre che ogni mattina sorge il sole, secondo me questa è poesia, poesia pura, la poesia dev’essere sanguigna, deve in poche righe esprimere un sentimento, una storia, un concetto, una lirica, un tutto, questa è poesia… un grande poeta o poetessa deve sempre e ribadisco sempre scrivere di se stesso/a… sarà il lettore poi a riconoscersi nei versi e se lo fa vuol dire che il poeta/poetessa è un/a grande!
Devo dirvelo, la mia “carriera” da  scrittore nasce proprio nella poesia, all’epoca, ventitré anni fa scribacchiavo poesie per conquistare le fanciulle… non ho mai rimorchiato nulla con le mie poesie (anche perché erano di una banalità e di una inutilitezza totale!), però mi accorgevo che sapevo scriverle, avevo il ritmo poetico nelle mie parole, sapevo scegliere bene le lettere e le parole, insomma, in ventitré anni ci sono persone a me care che mi domandano :”Ma perché non scrivi più poesie?”… giusto per dirne una, ho fatto piangere persone intellettualmente pesanti con le mie poesie!
Ok, dopo questa immensa pippa mentale nei miei confronti, mi sembra duopo scrivere qualcosa sull’ultima raccolta di poesie che ho letto, ovvero “E dentro luccica” di Giulia Fuso!
Giulia ha sicuramente un talento naturale per la poesia, lo ha, si sente, è vivo, pulsante, è una poetessa, però, e c’è sempre un però, Giulia non ha sangue!
Ora mi spiego!
Il concetto che sta alla base della poesia è : il far sentire emozioni estranee ai lettori! Le proprie emozioni che si provano, che fanno male o bene, che si vivono ad un perfetto estraneo, questa è poesia, Giulia in molte poesie della sua prima (credo che sia la sua prima!) raccolta c’è riuscita, ma sono poche le poesie che personalmente e intellettualmente mi hanno fatto vivere un’emozione forte, molte poesie sono ripetitive nel concetto mentale che voleva esprimere e a volte sono ripetitive, secondo me sarebbe stato meglio scrivere una lunghissima poesia (sto parlando della decina di poesie scritte per o contro il suo ex o il suo ragazzo!) dove buttava fuori tutto, vomitava tutto ciò che aveva dentro e finirla lì, spezzettare questo rimorso o sentimento che dir si voglia alla lunga è stucchevole e noioso!
Ribadisco… Giulia ha un talento formidabile ma è ancora informe, è tipo a due settimane dell’essere incinta, ci sono cellule su cellule ma non c’è una forma di base, non c’è una continuità poetica, ma a parte questo la sua prima raccolta di poesie mi è piaciuta e molto, mi ricorda un Hughes o uno Yeats, dove dalla normalità che si vive ogni giorno creavano poesie meravigliose, secondo me è questa la strada che dovrebbe percorrere, e dovrebbe farlo senza studiare molto sulle parole in se ma far uscire l’anima poetica che ha ed è forte e molto, secondo il mio modesto avviso (visto che commentare o “fare una recensione” su una raccolta di poesie è la cosa più inutile e senza senso da fare visto che la mia sensibilità poetica non è la stessa sensibilità poetica di un’altra persona!) Giulia dovrebbe incanalare il piccolo (le piccole cose che succedono quotidianamente!) per farlo diventare un qualcosa di grandioso…
 



domenica 22 ottobre 2017

-130-

E siamo a centotrenta Cimici, wow, ok, basta farsi pugnette a due mani e buona lettura!

·         Di Maio vuole i vari osservatori della OCSE a vigilare le elezioni in Sicilia… ottimo e perché non la NATO, la CIA, l’FBI e quant’altro?
·         Si ride e si scherza ma domani la Lombardia e il Veneto potrebbero diventare regioni autonome… ok ma lo diventeranno effettive nel 2145!
·         Inizia il tour di Renzi….girerà l’Italia in treno… mi sa che le sue possibilità di vincita ora sono pari a zero!
·         Esistono ancora i Radicali… no davvero, non sto scherzando, esistono ancora!
Big S. :”Renzi è stato improvvido”… la trasformazione in Big S. 2.0 deve attendere!

domenica 15 ottobre 2017

-129-

E siamo alla centoventinovesima puntata, che dire? Se non buona lettura!

·         La legge elettorale passa con la prima votazione… il “saggio” Di Maio non ci sta “Noi vogliamo una legge elettorale con un solo partito e basta, il nostro!”!
·         Sbalorditivo… Alfano ha un partito suo!
·         Un call center milanese si trasferisce in Calabria… tranquilli romperanno le palle lo stesso!
·         Manifestazione degli studenti… ovviamente sono state prese di mira banche e Mc Donald’s!
·         L’ambulatorio lascia via Ripamonti a Milano… e adesso i Gerri dove andranno a consultarsi sui cantieri?

·         Rosario anti islam… il prossimo passo sarà una bella crociata! 

domenica 8 ottobre 2017

-128-

Centoventotto e non sentirli, buona lettura!

·         Quel figlio di mille merde di Battisti è tornato libero… non c’è nulla da ridere ma tanto vomito!
·         Nuove discussioni sulla legge elettorale… non si sa ancora se si voterà per alzata di mano o per chi urla più forte il premier!
·         Esistono ancora i sindacati… certo valgono come il due di picche a briscole ma esistono!
·         Big S. vuole essere ancora primo ministro… e si ritorna magicamente a fine anni novanta!
·         Trump contro la pillola del giorno dopo… ok dai non faccio battute su sua madre!

·         A breve il referendum sull’autonomia della Lombardia… e se vincesse il si? 

martedì 3 ottobre 2017

-Deʒavy-




-Deʒavy-


Una
Una mattina
Una mattina mi
Una mattina mi sono
Una mattina mi sono svegliato
Una mattina mi sono svegliato e
Una mattina mi sono svegliato e il
Una mattina mi sono svegliato e il mondo
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma non
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma non del
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma non del tutto
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma non del tutto e
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma non del tutto e
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma non del tutto e allora
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma non del tutto e allora mi
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma non del tutto e allora mi sono
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma non del tutto e allora mi sono rimesso
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma non del tutto e allora mi sono rimesso a
Una mattina mi sono svegliato e il mondo era strano ma non del tutto e allora mi sono rimesso a dormire!
La solita invasione aliena!  



domenica 1 ottobre 2017

-127-

E dopo la 126 arriva inesorabilmente la centoventisettesima puntata della Cimice e come ieri e come oggi buona lettura:

·         Gelo tra gli USA e Cuba per gli attacchi sonori… non hanno tutti i torti la musica sud americana ha rotto un po’ le palle!
·         Giusto per dirne una ma la giunta a Roma non è ancora al completo…
·         Accordo tra Salvini e Big S. per battere Grillo… non c’è bisogno di un accordo il movimento cinque fasci fa tutto da solo per perdere!
·         Scoperta mega truffa per quanto riguarda le borse di studio… minchia che novità!
·         Il preside manda a zappare gli studenti indisciplinati… per la serie “Far ritornare alla loro origine le braccia rubate all’agricoltura!”!

·         Corriere della Sera del 31/09/2017 a pagina 33 c’è un trafiletto che parla delle “ballerine”… che dire?

domenica 24 settembre 2017

-126-

E siamo a centoventisei… godo e buona lettura!

·         Di Maio unico candidato premier per i cinque fasci, è stata una lotta dura contro Paolino Paperino e Michele Topo!
·         Il ventitre settembre dovrebbe finire il mondo, state leggendo questo… toh guarda!
·         Theresa May rassicura gli italiani… “Nonostante la Brexit rimarrete sempre Mafia, spaghetti e mandolino!”!
·         Cento deputati di estrema destra in Germania… la volpe perde il pelo ma non il vizio!
·         Porta del Duomo a Milano rimasta aperta durante la notte… il vescovo :”Ah… non era la notte bianca?”!

·         Settimana della moda a Milano…. E il cazzo che me ne frega è incalcolabile!

lunedì 18 settembre 2017

-#like4like-




-La mia su “#like4like di Marco Rincione e Prenzy”-

Esiste una perso na al mondo che è riuscita a farmi leggere le varie introduzioni, dopo la sua meravigliosa introduzione a Paranoiæ non sono riuscito ad esimermi dal leggerle… ecco, non sapevo come incominciare questa “La mia”, e sarà un “La mia” molto ma molto accurata, ora ho incominciato!

Stando alla introduzione Marco ha scritto questi racconti (sotto forma di racconti e non di sceneggiatura!) nel lontano 2015, ovvero due anni fa, ha scritto questi racconti perché si è accorto che internet stava fagocitando il tutto, ogni singola vita collegata alla rete, lo so, a leggerla oggi suonerebbe banale (ma intanto hai messo un like su una figa in bikini!), Marco per me come scrittore parte sempre con un voto massimo… e ogni volta mi devo ricredere, sempre, (per questo, da scrittore, lo odio profondamente!) quando penso che si calma su uno stile, un modo d’espressione, una concezione della storia ecco che Marco non ci sta e alza sta asticella!
Marco non scrive… è uno scrittore e si capisce dalla prima storia… ha un inizio idilliaco, dolce, pieno d’amore… ma chi sa scrivere conosce determinati “trucchetti” narrativi, se parte così bisogna aspettarsi il peggio (un po’ quando nei film o nelle serie ad un certo punto la ripresa è da dietro il protagonista… qualcosa succederà!) e il peggio arrivo, Marco fin dalla seconda pagina ci fionda in un moderno 1984 e lo fa con la consapevolezza (che solo pochi scrittori hanno!) di ciò che sta per raccontare, Marco fin dalla seconda pagina ci fionda (noi lettori!) in un mondo dominato dal piacere ad altri, dove il gusto singolo può o meno salvare una vita, può distruggere tutto o salvarlo…. Questa idea (poi ripresa da Black Mirror il fatto è che Marco lo ha scritto prima!) è dispotica in maniera atroce, Marco ci fa aprire gli occhi su un futuro molto vicino e con la prima storia ci introduce nel mondo che ha creato, la genialata delle ultime pagine della storia è qualcosa di disturbante e alquanto “stuprativo” anche se può sembrare un lieto fine, non lo è… è un colpo in piena faccia tirato da Tyson ed è poetico e drammatico, non so sinceramente parlando se Marco avesse questa intenzione ma se lo aveva ha colpito bene… e poi arriva la seconda storia, non disegnata (si… parlerò dei disegni di quel genietto qual è Prenzy alla fine!)… un racconto!
Esistono pochissimi scrittori che riescono in ciò che è riuscito a fare Marco… pochi, si contano sulle dita di un monco… un racconto non disegnato e parla di una donna, Marco riesce con occhi da uomo a raccontare alla perfezione le fobie, le paure, il rompimento di palle che le donne hanno, la gelosia, ha descritto da chirurgo cosa pensa una donna, è talmente perfetta la sua descrizione che ho rivisto un paio delle mie ex, e non sto scherzando, è scritta questa seconda storia talmente bene che travalica dal concetto stesso di storia, non sembra Marco a scriverla ma una donna qualsiasi, ha descritto alla perfezione ciò che passa (o che almeno noi maschi pensiamo!) nella mente di una donna… solo per questo racconto Marco si merita come minimo una dozzina di premi e arriviamo alla storia che chiude il volume, forse la più cruda e pesante di tutto il volume!
Marco in questa terza storia eviscera in maniera chirurgica il voler apparire senza essere, filosoficamente e fisicamente parlando, non si accontenta di descrivere due poveri “scappati di casa” che agognano la fama di un qualsiasi youtuber (quanto odio questo termine!), loro vogliono sfondare e nonostante la trama quasi comica (ma comica alla Monicelli!) ma che comica non è, Marco ci porta dentro ad una vera e propria tragedia psicologica e mentale, ci sono due personaggi, che fanno di tutto per apparire (i famosi cinque minuti di Wharol!) come finirà questa storia?
Riusciranno ad essere famosi?
Non ci riusciranno?
Non si sa e credo che i lettori di questa storia poco importa di come andrà a finire la vicenda di questi due… importa poco perché Marco scava a fondo a mò di minatore la psiche umana, non solo dei due “scappati di casa” ma di tutta l’umanità che ormai è assuefatta dai social e questa storia nello specifico spiega benissimo questo desiderio spasmodico nell’avere un like, di essere accettati, di poter contare qualcosa ed è questa la più grande denuncia morale ai vari social… e Marco ha preso questa cosa e la resa in modo magnifico, ci sbatte in faccia la nostra inutile ipocrisia, il voler essere qualcuno quando non si è nulla… potrei fare riferimenti filosofici e quant’altro ma credo che se lo dovessi fare rovinerei la lettura a voi lettori!
Lo devo ammettere…. Sono stronzo! Si davvero, prima di Noumeno non conoscevo quel genietto di Prenzy… e devo chiederli scusa… credo che è stata la migliore scoperta dopo la scoperta della genialità di Giulio Rincione… che dire? Se non Wow!

Mi ha fatto mascellare, Prenzy è uno dei pochi artisti in Italia che riesce a cambiare stile non tra vignetta e vignetta ma nello stesso disegno, questa cosa per me è a dir poco geniale, e proprio in questo volume non poteva non essere lui a disegnarlo (e qui la mia teoria che una storia a fumetto è un connubio tra storia e disegni, e non tutti i disegnatori sono in grado di amalgamare storia e disegni, ecco in questo volume poteva essere solo Prenzy a disegnarla!), amo il suo tratto nervoso che poi diventa calmo e pittorico, adoro le sue lignee bianche, adoro come disegni i visi e le espressioni, adoro come rende grottesco il non grottesco, si lo amo e amo il suo tratto e le sue opere d’arte, è un artista genialmente anarchico, mi da l’idea di un autore che se ne sbatte delle regole, se decide che una tavola la vuole disegnare con uno stile da bambino di cinque anni lo fa e il brutto è che rende bene per la storia, credo che sia uno dei pochi artisti che leggono le storie, le rendono proprie e che danno il massimo in ogni singolo atomo di un disegno… è il sogno proibito di ogni sceneggiatore, lo sceneggiatore scrive e sa nel suo inconscio che Prenzy darà il mille per cento nel rendere una sceneggiatura una grande cosa… purtroppo non lo conosco bene (e me ne dispiaccio!) ma ora, dopo la lettura di questo ennesimo gioiellino della Shockdom… mi sa che dovrò andare a recuperarmi tutti i suoi lavori e a studiarli…   

domenica 17 settembre 2017

-125-

E ormai siamo alla centoventicinquesima puntata della cimice… buona lettura!

·         Roma, Chikungunya ancora pericolosa (è una zanzara!)… ovviamente la colpa è della giunta precedente!
·         Vitalizio il movimento cinque fasci ci rinuncia… bastano i rimborsi spese!
·         I partigiani stupravano e uccidevano donne e bambini… scoprire l’acqua calda!
·         Gianna Nannini afferma di essere pansessuale… nessuno se ne era accorto!

·         Spettacolo del trio Panariello, Conti e Pieraccioni… minchia se si ride, no davvero, umorismo moderno, attuale, non è vero non fanno più ridere da almeno vent’anni!

domenica 10 settembre 2017

-124-

I quotidiani questa settimana non mi hanno dato molti sputi per scrivere questa cimice, questa centoventiquattresima cimice, quindi ho deciso di scrivere una Cimice speciale, tutta basata sullo stupro (se è stato stupro, sono liberale e quindi finché non c’è una condanna per me sono tutti innocenti!) perpetrato da due carabinieri su due Americane, buona lettura!

·         Due carabinieri stuprano due americane…. “Impossibile… non uccidiamo non stupriamo!”
·         Due carabinieri stuprano due americane… erano in divieto di sosta, se la sono cercata!
·         Due carabinieri stuprano due americane… Erano mezze nude e si sa bene che l’uomo, il maschio deve sfogarsi!
·         Due carabinieri stuprano due americane… non è stupro è che loro non capivano la lingua italiana/sudista!
·         Due carabinieri stuprano due americane… per Di Maio e per Di Battista la colpa è del PD!

·         Due carabinieri stuprano due americane… “Raga non siamo negri di merda, quindi non è reato!”!

sabato 9 settembre 2017

-Vivere a Gerriland-



-Vivere a Gerriland-

Ciò che leggerete qua sotto non è frutto della mia fantasia, è la realtà, dura e pura, ometterò i nomi a causa della privacy, ma il contenuto stesso è reale, a parte omettere i nomi per il resto trascriverò pari, pari questo documento, ovvero il verbale dell’ultima riunione del mio condominio, dopo commenterò a mio modo ciò che i vari condomini, Gerri, hanno voluto inserire in un verbale di una riunione di condominio!
Ciò che trascriverò non sono le cose importanti dei problemi del condominio ma sono le varie ed eventuali!

Diversi condomini evidenziano le problematiche dovute alla presenza di extracomunitari presenti nella proprietà. Viene inoltre segnalato che all’interno del Piano Sottotetto vi sono presenti numerosi materassi che sembra siano utilizzati durante la notte come giacigli. Si chiede all’amministratore di segnalare sia alla proprietà interessate sia all’autorità competenti i problemi segnalati.

Viene segnalata la presenza di pesi eccessivi, vedi solaio (il mio) utilizzato per deposito libri, sui solai di proprietà provate .L’Amministratore richiede di rimuovere con urgenza alle proprietà interessate quanto depositato senza il rispetto dei carichi concentrati.

Ok, si sa che i Gerri di base hanno il QI di meno dodici, basandosi su questo dato si sa che sono delle persone che andrebbero eliminate dalla faccia della terra perché INUTILI a qualsiasi cosa, ok, nel mio condominio vivono tre famiglie di “extracomunitari”, una famiglia sud americana, una famiglia numerosa di cingalesi e una sotto specie di traffico di umani cinesi, però i Gerri non arrivano a pensare che magari, anzi sicuramente, chi mette i materassi siano italiani che si fanno pagare fior, fior di quattrini per avere un “giaciglio” (porca merda manco Dante userebbe questo termine, ma visto che i vari amministratori di condomini [che sono ladri peggio di Lupin!] devono farsi vedere il perché chiedono cifre esorbitanti sulle spese condominiali, quindi usano termini aulici per sentirsi grandi ma poi hanno l’intelligenza di un bradipo focomelico e albino mezzo morto!), no, i Gerri puntano il dito sugli extracomunitari, perché loro a parte rubarci il lavoro e stuprare le donne non fanno altro, ma allora vorrei chiedere, come fanno i vari extracomunitari a sapere che sotto il tetto del mio condominio si può dormire?
Chi è stato a dirlo?
Un cinese?
Un sudamericano?
Un cingalese?
Oppure un italiano che va in chiesa tutte le domeniche e che partecipa a tutte le riunioni di condominio e si albera contro i “negri”?
Io farei uno più uno… e magari si scopre che non è un extracomunitario ma un italiano… magari quello che bercia di più alle riunioni e che si fa pagare fior, fior di quattrini per far dormire su materassi maleodoranti persone che non hanno una casa… la colpa è dei “negridimerdachecirubanoillavoro” o dei vari italiani merda che sfruttano sta cosa?
Magari prima di indicare col ditino rachitico di tutti i Gerri, magari e dico magari andare a vedere come stanno realmente le cose, magari, non chiedo molto, usare la cosa che sta tra le due orecchie… ah è vero sto parlando dei Gerri…

Il mio solaio!
È un grosso problema!
Molto ma molto grosso!
C’è gente che non ci dorme la notte!
Vivo a casa mia dal 2004, ovvero da tredici anni, ho sempre messo ciò che non potevo tenere in casa in solaio, è un gesto normale, direi che tutti lo fanno!
Ma no, i Gerri, o meglio la lurida sgualdrina di satana che si crede l’unica ad avere diritto di parola che vive sopra di me, pensa, pensa, ok, ho esagerato, quando il suo micro cervello che ha le dimensioni di una bacca piccola si muove, ha la bella idea di rompermi le palle, gli piace, magari si masturba pensando a come rompermi i coglioni, lo so che lo fa… vecchia stronza!
La storia è lunga, la vecchia stronza ha incominciato a rompermi i coglioni sulla caldaia, caldaia che è a norma ed è ecologica al mille per cento, stando alla vecchia bastarda, la mia caldaia non era a norma, era un pericolo (mi sa che la vecchia bagascia usa ancora le bombole perché le usavano i suoi genitori!), si rischiava la terza guerra mondiale a causa della mia caldaia, ha chiamato idraulici e quant’altro e loro hanno detto che la mia caldaia era a norma e che anzi era fin troppo a norma, e se lo è preso nel culo senza vasella, passa la caldaia e la vecchia bagascia non può non rompermi i coglioni è più forte di lei, se lo sente nella pelle, deve scartavetrarmi i coglioni ed ecco che arriva a triturarmi i coglioni sul solaio!
Effettivamente ho accatastato molta roba nel mio solaio, lo devo ammettere, ci sono fumetti, libri e scatole vuote, a fare un calcolo approssimativo ciò che ho stipato nel mio solaio arriva al massimo a un cento chili, il mio solaio può resistere a quaranta tonnellate a metro quadro, il mio solaio sarà di due metri quadri, il peso sarebbe di ottanta tonnellate, ovvero due SUV,  per mia fortuna esiste la fisica!
Due SUV non entrerebbero manco con la bacchetta magica di Merlino, e avere ottanta tonnellate di libri, fumetti, non vivrei qui, ma avrei una villa su un’isola deserta… OTTANTA TONNELLATE  di libri… sarebbe il mio sogno, davvero, vorrebbe dire che ho una libreria più grande della libreria di Babilonia, avrei all’incirca un paio di milioni di volumi… un paio di milioni… potete immaginarlo? Ecco, io no!
La lurida meretrice vuole farmi la guerra da quando la mia dirimpettaia si è trasferita nella sua casa che da sul giardino, vivo in questa casa dal 2004, ovvero vivo qui da tredici anni e nessuno, e ribadisco NESSUNO, si è accorto del mio solaio e poi pum ecco che arriva la bagascia infetta e deduce, non si sa da cosa ne da chi, che il mio solaio è un pericolo, un pericolo reale, nel senso che chi vive sotto il mio solaio può ritrovarsi in casa dei fumetti, dei libri e delle scatole della lego vuote in casa… cazzo è un problema, no, davvero, è un problema serio… stando ai loro calcoli (sanno contare? Ne dubito fortemente, già la tabellina del tre è una cosa fuori dall’immaginario!) io non dovrei avere più un pavimento, e chi è stato a casa mia lo sa, quindi cara vecchia stronza e bagascia piena di pus nel cervello, invece di rompere i coglioni a me magari pensa che magari non vedrai il natale, e godrei come una troia ivoriana a sapere che crepi e davvero vecchia stronza saprò dove sarai sepolta e verrò a pisciarti sulla tomba ma prima mi scofano di otto litri di Coca cola, giusto per avere un getto potente e poderoso…

domenica 3 settembre 2017

-123-

Centoventitre e non sentirli, buona lettura!

·         Alla Statale manifestazioni su manifestazioni contro il numero chiuso, hanno ragione… da Mc Donald’s cercano sempre nuovi impiegati!
·         Scatta lo sciopero all’Atac ( sarebbe l’ATM romana!)… nessuno se ne accorge!
·         GP di Monza… il cazzo che me ne frega è incalcolabile!
·         Di Maio a Venezia alla Biennale Arte… peccato che non sapeva ne dov’era ne tantomeno cosa sia la Biennale arte!

·         Il jihadista tradito dal navigatore digita “Windsor” e finisce al pub… già questa notizia fa ridere di per se!

sabato 2 settembre 2017

-De Bello Bipo-





-De Bello Bipo-
Ovvero un pomeriggio, un giorno e una mattina all’insegna del delirio controllato


Prima d’incominciare a scrivere questo De Bello dopo anni che non ne scrivo uno devo fare una piccolissima avvertenza, le persone di cui parlerò in questo scritto esistono tutte e per non incappare in gaffe e quant’altro ho deciso di non mettere i nomi ma delle sigle, quest’ultime poi saranno sigle dei soprannomi che ho già deciso, quindi detto questo non posso non augurarvi un’ottima lettura!

Primo giorno

Come è già successo per l’ultimo De Bello anche questo incomincia con un venerdì, infatti, anche per questo De Bello non sono andato a Milano Fumetto poiché dovevo incastrare a mò di mago molte cose e non avevo il tempo materiale per farlo e quindi ho sacrificato il mio piacevole dovere del venerdì.
Come ho passato la mattina credo che non interessi a nessuno, ma se comunque lo volete sapere non ho fatto nulla, le cose più eclatanti sono state io che vado a comprare il giornale e che mi sono fatto una doccia, di più non ho fatto, quindi saltiamo a piedi pari la mattina e fiondiamoci nel primo pomeriggio dove ho preso la famigerata freccia rossa per arrivare a Firenze, ovviamente su questo treno del “futuro” ho incontrato un nugolo di personaggi ma ne parlerò in altra sede (ho un racconto da scrivere sui personaggi quindi meravigliosi lettori aspettate un po’, anche se credo che leggerete prima il racconto che questo De Bello ma va bene così!), arrivo a Firenze puntuale come un orologio svizzero, mi fumo una sigaretta e salgo sul treno locale che mi porterà a Montevarchi dove incontrerò dopo quasi un anno MG.
Lasciatemi ora parlare dei treni locali toscani, a parte che sono perennemente pieni (ne ho preso solamente una volta uno relativamente vuoto!) e ogni volta che vado a trovare MG mi becco sempre e ripeto sempre uno stronzo che non ha nulla di meglio da fare che sbattermi una porta divisoria tra carrozza e carrozza in faccia, si vede che ispiro porte in faccia a go-go, oltre allo stronzo mi sono accorto per l’ennesima volta (ormai è matematico senza possibilità di replica!) che in toscana sono bandite le ragazze/donne che portano una misura di reggiseno inferiore alla seconda, ogni volta che prendo un treno locale in toscana (ovvero tutte le volte che un povero stronzo deve andare in una città/paese/borgo che non sia Firenze li tocca prendere un treno locale!) mi appare come per magia una sfilata di tette grosse e visto e considerato che trovare posto a sedere su questi treni è praticamente impossibile volente o nolente mi tocca ammirarle non che mi lamento sia chiaro ma a volte vedere una prima o una seconda non è poi così male!
Dopo un ora e cinque  (si avete letto bene un’ora e cinque in pratica ho impiegato più tempo ad andare da Firenze a Montevarchi che da Milano a Firenze!) finalmente arrivo ed ecco che sulla banchina della stazione m’attendono MG e LS, ovviamente MG incomincia a ridere e riderà quasi per tutto il tempo che resterò in Toscana (a volte credo che dovrebbero mettermi in commercio come antidepressivo!), mi comunica tra una risata e un’altra che dobbiamo aspettare anche LV, che dovrebbe aver preso il mio stesso treno e invece non c’è, arriverà con un altro treno ovvero dopo venti minuti, quindi io MG e LS andiamo a prendere un caffè, si parla del più e del meno e finalmente arriva l’ora X per andare a prendere LV arrivata LV prendiamo armi e bagagli e ci dirigiamo verso Ambra (ovvero il paese dove vive MG!), sulla strada che porta da Montevarchi a Ambra tra doppi sensi nasce un vero e proprio tormentone: “Le pecore le pecore!”, vengo a sapere che l’appuntamento per andare a  cena che si terrà quella sera stessa è il bar in piazza ad Ambra e inoltre vengo a sapere che in quel bar c’attende IP (di cui parlerò dopo!), arriviamo al bar e veniamo accolti da un :”Porca troia cazzo MG io sono puntuale, ho bevuto quindici caffè per arrivare alle cinque e mezza qui!”, ecco questo è un piccolo assaggio di IP.
Il primo assaggio di delirio lo avuto con IP, poiché siamo stati seduti per delle ore e lui parlava e parlava ed è realmente difficoltoso stare dietro a tutto ciò che dice, un po’ come leggere il Finnegan Wake da ubriaco, verso sera è arrivata ZK con quello che credo sia il suo ragazzo ma ahimè non c’ho parlato molto (in generale e non solo in quel frangente del bar e dell’aperitivo e a dirla tutta un po’ mi dispiace ma va bene anche così!) la mia permanenza nell’area del IP è durata tanta talmente tanto che alla fine ero ubriaco marcio senza aver bevuto ma la serata ha preso una svolta epica quando sono arrivati da Roma LI, DcP, MC e S4, finalmente potevo conoscere tre persone di cui agognavo spasmodicamente il vederle dal vivo (la cosa strana è stata S4 che ha esordito dicendomi :”Finalmente ci conosciamo”… sarò stronzo ma non l’avevo mai cagata molto prima di questo convegno!), arrivati loro si poteva andare a cenare!
La cena!
Non voglio fare il leccaculo anche perché non lo sono ma devo proprio ammetterlo dove abbiamo cenato (non metterò il nome ma sappiate che se andate ad Ambra dovete cercare BACCO!) è stata una delle cene a dir poco grandiose, ho mangiato da Dio (nonostante i sproloqui di IP!) e la compagnia era fantastica, si insomma non potevo avere di più, ma ora mi sembra il caso d’approfondire di più il delirio parlato di IP, mi sembra a dir poco doveroso riportare (non integralmente poiché non ero fisicamente vicino a lui per ascoltare le esatte parole comunque mi è stato riferito il tutto!), quindi ecco cosa ha detto IP in una pausa sigaretta:
“Il tumore alle corde vocali è molto pericoloso ma tu che cazzo ne sai stronzo, ma voi sapete che in Cina uccidono le bambine nelle risaie? Cazzo, è vero, e poi gli eunuchi cinesi, si insomma quelli che non hanno il cazzo erano i preferiti dell’imperatore che si attorniava di questi per divertimento, si insomma li piaceva incularseli insomma, siamo stati noi a far chiudere i manicomi cazzo ma tu non capisci un cazzo porca troia!”!
Lo devo ammettere tra il tumore alle corde vocali fino ai eunuchi è passato un lasso di tempo ampio ma non hai mai chiuso il discorso del tumore ed è passato a sti cazzo di eunuchi cinesi, il perché lo abbia fatto non lo so, bisognerebbe andare all’oracolo di Delfi per scoprirlo!
Arriva la mezzanotte circa e la cena volge al termine, ma (come lo chiamo io!) il triangolo magico non vuole andare a dormire e quindi io, MG, MC, LI e DcP ci dirigiamo armi e bagagli in un locale (S4 non è venuta perché era stanca [so che ora dovrei descrivere minuziosamente le svariate collocazioni dei vari ospiti del convegno e allora lo farò, Ip stava in un bed and breakfast, MC, S4, LP e DcP stavano nella casa dei genitori di MG, io stavo a casa di MG e gli altri stavano nell’abbazia dove si sarebbe tenuto il convegno!]!) e qui lo posso giurare sulla mia testa, per la prima volta in quasi trentadue anni di vita, in quel locale e con quelle persone mi sono sentito di far parte di un gruppo grandioso, ci si capiva alla perfezione, forse sto esagerando ma non credo, MC è la perfetta protettrice di tutti (nessuno escluso e questa mia tesi ha avuto conferma al convegno!), MG nonostante i suoi scazzi con IM (ma di lui ne parlerò approfonditamente nel secondo giorno!) è sempre un’anima affine alla mia ed è una delle poche persone che riescono a tirarmi su anche solo nel dire “Peperoni” e non la ringrazierò mai abbastanza per questo, LI non so perché ma lo trovato fin da subito una delle persone più simpatiche che io abbia mai conosciuto (e c’è ne sono poche tre o quattro al massimo in trentadue anni di vita!) forse sarà una cosa a pelle (rimarrà nella storia il suo :”La muuuuuuuuuuuuucca è stronza!”  che poi è stata modificata la mattina seguente aggiungendo :”Il vitello è bastardo e di conseguenza il toro è cornuto!) e poi DcP che dire? Lei è di una dolcezza infinita è una persona a cui non puoi ne mentalmente ne fisicamente odiare o volerli male, non puoi un po’ come Il sultano, sono quelle persone che adori e basta senza se e senza ma, li vuoi bene a prescindere da tutto!
Questo primo pomeriggio o giornata che dir si voglia si conclude con me e MG nella sua cucina che si delira fino alle tre di notte… come primo pomeriggio posso dire solo una cosa GRANDIOSO, il seguito sarà ancora meglio!

Secondo giorno

Questo secondo giorno si apre con me messo come un bruco, completamente avvolto da una coperta matrimoniale che apro gli occhi, dopo pochi minuti sento dei passi scendere dalla scala (ho dormito nella tavernetta di MG!) e una voce che dice :”Sei sveglio? Lo vuoi un caffè?”, ecco come mi sono svegliato in questa seconda giornata nel delirio più puro e sarà veramente così, poiché conoscerò un tuono di persone oltre a quelle che ho già conosciuto!
Forse MG non sapeva ma quando mi ha presentato SM ha creato realmente un mostro a due teste, appena conosciuti SM mi ha “omaggiato” di un complimento (ed è da allora che lo considero un grande senza se e senza ma!), aveva dedotto sentendomi parlare che fossi fiorentino (posso non amarlo una persona così?) e questo è stato solo l'inizio, infatti io MG e SM siamo andati a prendere PP alla stazione di Bucine, nel viaggio d'andata è scoppiato definitivamente il delirio puro tra doppi sensi velati e non e battute, in pratica abbiamo riso tutti e tre come dei cretini per tutto il viaggio ed erano solamente le undici di mattina.
Oltre a SM (che è una tra le conoscenze migliori che potessi fare a questo convegno!) ho avuto “l'onore” di conoscere IM e LO, devo dire la verità non li ho cagati molti anche perché avevo fatto una promessa che ho mantenuto appieno, ma su di loro parlerò dopo visto che non li considero importanti quindi posso prendermi tutto il tempo “letterale” che voglio per parlarci e lo farò, altre conoscenze sono state CF che ho scoperto poi essere il mio stalker di messanger, in pratica quello che mi ha triturato i coglioni per un mese con e-mail e quant'altro, ho scoperto poi che voleva (non chiedetemi perché poiché non ne ho la ben che minima idea!) che io facessi fuori la sua ex e come ricompensa lui avrebbe fatto fuori la mia ex, cosa che non ho mai pensato, in pratica il più tuonato del gruppo con una propensione a raccontare cazzate a profusione (tra cui secondo lui DcP lavorava per i massoni, ha assistito a un arresto visto che era stato proprio lui a denunciare il malvivente, il famigerato artiglio del cobra posto sulla pancia del serpente e altre stronzate così!), poi ho appurato l'esistenza di AO una tipa di Lucca che da quanto ho capito è sposata, con lei ho parlato si e no quindici secondi non di più, per il resto di “volti” nuovi non c'è ne erano, la mattina “nel delirio” (visto e considerato che ho incominciato a ridere alle undici di mattina di questo secondo giorno e ho smesso verso la sera del terzo giorno!) si conclude con il pranzo a buffet, non ho mangiato tantissimo anche perché io di solito non mangio tanto (e si mi sono accorto che questa ultima frase non c'entra nulla ma visto e considerato che sto scrivendo io lo messa!).
Nel pomeriggio arriva il clou della giornata, ovvero il convegno vero e proprio!
Apre le danze MG con la presentazione o introduzione del convegno, un intervento breve dove io e SM volevamo concluderlo con un tifo da stadio con la fantomatica canzoncina “Oh lelè oh lalà faccela vedè faccela toccà!”  purtroppo non lo abbiamo fatto perché se lo facevamo sarebbe stato veramente un delirio puro!
Finita la micro introduzione inizia a parlare il sindaco (credo di Bucine ma non ne sono sicuro!) però non ho ascoltato una parola perché facevo il pirla con SM, una cosa però va detta, mi sono accorto che la sala non è mai stata piena durante il convegno, IP era quasi praticamente sempre di fuori a fumare, LO dopo aver litigato  con IP a causa del suo modo colorito di parlare (stronzo è la parola più gettonata nel suo vocabolario!) ha provato per tutto il pomeriggio di ingraziarselo, il perché è sconosciuto a tutti ma si vede che voleva portare acqua al suo egocentrico mulino.
Finito il sindaco ecco che appare S4 che parla per quasi un ora (con appunti sul leggio!) di chakra e di come il cervello sia nello stomaco e non nel cervello (la battuta fatta tra me e SM è stata “Bhé ha dire il vero la potenza è un po' più sotto dell'ombelico”!), mi sembrava più un comizio elettorale che un intervento, non che io sappia come sia un intervento in un convegno ma quello di S4 non lo sembrava, era una specie di monologo/insegnamento su come vivere la vita nel migliore dei modi durante l'intervento ha fatto vedere un cortometraggio di una bambola meccanica che alla fine muore, poteva sembrare una specie di elogio a noi Bipo ma a me a dirla tutta sembrava una forte denuncia sulla vita moderna e sui miti falsati che la televisione ci propina, poi ognuno la pensa come vuole!
Dopo S4 ci sono stati altri due interventi il primo (che non ho minimamente cagato ma che SM ha seguito e ha intervenuto!) parlava delle varie fondazione di Auto aiuto in Toscana, il secondo intervento più interessante per me era condotto da un Bipo di Prato che ha parlato di come vive la sua situazione di Bipo (quando ha intervenuto lui stranamente la sala si è svuotata e c'eravamo solo noi dell'ultima fila che è stata ribattezzata la fila del delirio!), finito il Bipo di Prato c'è stata una pausa caffè/sigaretta che tutti hanno accolto quasi con un'ovazione, altra cosa interessante è che il novanta per cento degli invitati fuma sarà una caratteristica dei Bipo?
Non lo so, so solo che dopo la pausa c'è stato l'intervento più assurdo che un essere umano potesse mai sentire!
Preannuncio che io non sono del tutto normale ma CM ha toccato punte di delirio di onnipotenza che neanche Big S. aveva mai raggiunto in vent'anni di politica, il suo intervento è stata una marchetta (di cui MC ne ha preso parte ma non lo sapeva!) a un suo libro che non ha neanche finito di scrivere (è arrivato a pagina diciotto ed era una selva di rosso (ovvero i suggerimenti di correzione che word da!), detto questo posso incominciare a parlare di questo personaggione da romanzo surreale!
Ha esordito chiedendo agli invitati qual'era la canzone dei Bipo, SM ha dichiarato alzandosi in piedi che per lui la canzone era Beep Bop Halula, purtroppo per noi non era questa la canzone ma ben sì “la cura” di Battiato, il nostro personaggio quindi non ha trovato niente di meglio da fare che cantarcela con un karaoke alle sue spalle, il brutto è che invece di scrivere Gravitazionali è apparsa la scritta Gravidazionali, solo per questo il delirio poteva essere concluso e invece no, ha incominciato a parlare e ogni farse che diceva provocava risposte a dir poco violente, una delle prime cose che ha detto è stata che l'insulina è inutile poiché secondo lui tutto ciò che ci fa bene si può trovare in natura, infatti, secondo lui l'oppio e bere alcol poteva far guarire ogni male, so che ora molti di voi meravigliosi lettori storcerete il naso pensando che mi sono inventato tutto ma purtroppo è vero, ha detto proprio questo non vi dico nella fila del delirio cos'è successo, MG non finiva più di ridere, io e SM sparavamo stronzate come se piovessero, LS a un certo punto si è alzata e ha urlato un viva le donne così senza una motivazione, PP è caduta dalla sedia rimanendo a novanta (le dinamiche sono un mistero!), ZK guardava PP e si domandava cosa ci faceva per terra, CF era lì lì per saltare alla gola di CI, il tutto sotto i sproloqui deliranti di CI che incurante del delirio che dominava ormai la sala continuava a stronzeggiare le sue deliranti idee, praticamente nessuno a capito bene cosa volesse dire ma sopratutto il perché lo diceva, stando a ciò che dice MG è stato lui a proporsi e nessuno aveva letto il suo intervento, il tutto è finito con The Wall dei Pink Floid il perché abbia deciso proprio questa canzone non lo so anche perché io in quel momento ero fuori a fumare comunque chi ha assistito a tutto l'intervento conferma che il delirio è esponenzialmente aumentato con il passare del tempo!
Finito il delirio di CI ha parlato MC che ha fatto il punto della situazione dei svariati gruppi di facebook e dopo di lei ha parlato IP, che a dire il vero è stato insieme al bipo di Prato uno degli interventi più interessanti anche perché ha parlato di com'erano i manicomi (un suo chiodo fisso a quanto sembra!) e nonostante il suo parlare colorito (con LO che faceva di no con la testa seguito a ruota da IM!) ha “colpito nel segno”, infatti è stato l'unico intervento che la fila del delirio è stata in silenzio ad ascoltare, certo appena finito il suo intervento è ritornato il solito IP che bercia a tutto andare, finiti gli interventi nel programma c'è stata la malaugurata idea di (chi voleva!) far parlare gli invitati ed è apparso IM!
Preannuncio che io non odio così a cazzo e smuzzo IM, mi sta sulle palle anche per come si comporta, da fighetta prima della classe snob e se ci sono persone che mi stanno sul cazzo le fighette prima della classe snob hanno un posto d'onore, ma passiamo a enunciare cosa ha detto, tutto il convegno si basava sul fatto che i bipo non sono malati ma sono così punto e stop, IM come prima cosa ha detto che era malato e che voleva guarire, che voleva star bene e per quasi tutti l'intervento a lanciato frecciatine avvelenate a MG il perché? Non si sa l'unica cosa che si sa che IM aveva avuto l'idea di questo convegno per poi tirarsi indietro lasciando tutto a MG, ha enunciato che lo ha fatto perché stava male (è malato a sentir lui!) e altre cazzate di questo tipo, insomma una sequela di minchiate che neanche un buffone di corte si sognerebbe di dire, si vede che lui è peggio di un buffone di corte, per mia fortuna non ho resistito (ho le orecchie delicate e troppe minchiate mi provocano otiti!) e me ne sono andato fuori, da ciò che so il convegno è stato chiuso da S4, non ho assistito purtroppo.
Il convegno si è chiuso e tutti gli invitati (è arrivata anche la sorella di MG [picinina lei!]!) hanno fatto l'aperitivo nelle sale dell'abbazia e il primo alcol della serata è stato versato! 
La cena, molti pensano che le cene non possano sfociare nel più completo delirio simil alcolico e invece è successo proprio questo a questa cena, come sia nato il tutto lo ignoro (ci sono video e foto ma non si riesce a capire chi ha dato il la al tutto!), andiamo per ordine, si mangia tranquilli (per mia fortuna ero  seduto vicino a MG, SM e MC!) e calmi, si beve un po' e la cena finisce, il tempo di una sigaretta post cena ed ecco il delirio puro, torno in sala da pranzo e SM, S4 e AO stanno cantando a squarciagola sigle dei cartoni animati anni ottanta e non la finivano più, chi abbia cominciato non lo so ma deduco quella volpe di SM (in effetti ha una memoria della madonna sulle sigle!) ma non posso esserne sicuro, finita la cena e il dopo cena canoro DcP, LI e S4 (che dopo il delirio ho rivalutato assai!) sono dovuti tornare a Roma, per loro il convegno si è concluso ma per me, MG, SM, la sorella di MG (piccinina lei!), MC e IP no, quindi armati e pronti ci dirigiamo con tre macchine al locale della sera precedente e qui IP ha delirato per tutta la sera, ha dato della pompinara a MC, ha dedotto che MG è una leader nata, ha cercato in tutti i modi di far bere SM (che non può farlo ma secondo lui sono tutte “stronzate”!), ha cercato di provarci con la sorella di MG (piccinina lei!) inutilmente e per concludere (come se ci fosse bisogno di scriverlo!) c'ha provato anche con MG e MC, però è stato coerente con se stesso, infatti c'ha provato con tutte le donne che li rivolgevano la parola.
Questo giorno si conclude in due modi, il primo è la creazione del tormentone (Cristo Santo SM sei un fottutissimo genio, sto ridendo nello scriverlo!) :”Eh... son sempre esperienze eh!” da cui è nata una fan page su facebook (seguita dal gruppo Bipohard, un gruppo di delirio puro e semplice!) e la seconda conclusione è stata di me MG, MC che nella cucina di MG beviamo e fumiamo (si anche le canne e posso ammettere che ho fatto solo due tiri!) e ciò vuol dire che anche oggi abbiamo fatto le tre/quattro di mattina!

Terzo giorno

Stesso risveglio (credo che mi mancherà la frase :”Sei sveglio? Vuoi un caffè?”!), io e molti altri devono tornare a casa ma c'è ancora una mattina per delirare a profusione visto e considerato che la notte precedente c'è stato uno scambio di sms tra MG e SM dove quest'ultimo ci comunicava che CF non scorreggiava (come avevo teorizzato io!) ma bensì che russava come un cinghiale e tra una russata e l'altra c'era un cane che ululava, si insomma non ha dormito na sega il povero SM, in questa mattina non è successo moltissimo a parte MG che si è trasformata in tassista per una mattina accompagnando prima MC e poi me, SM e LV in stazione, l'unica cosa degna di nota è stata il delirio del cobra si CF e altre sue cazzate.
Ho viaggiato in treno con SM e LV, poi lei ha preso il largo e sono stato ancora un po' con SM che doveva tornare a casa e io anche peccato però che io nonostante viaggiassi con la freccia rossa questa è arrivata con mezz'ora di ritardo, che dire?
Il convegno è stato un successo secondo me, ho conosciuto persone completamente tuonate e persone grandiose (SM in testa... cosa farei senza i suoi deliri quotidiani?) e persone completamente inutili però nel complesso è stato tutto grandioso ora devo solo aspettare fine giugno per rivedere gran parte delle persone che ho conosciuto a questo convegno e se tanto mi da tanto il nostro incontro sarà a dir poco delirante ed è proprio quello che voglio!

  
 


domenica 27 agosto 2017

-122-

E siamo alla centoventiduesima puntata della Cimice… buona lettura!

·         In un anno la Raggi ha “epurato” dieci persone dalla sua giunta… non è male come media!
·         Roma, poliziotti sfollano un presidio di profughi usando metodi che ricordano il ventennio fascista… ma i cinque sterchi sono di sinistra, basta dirselo che magari ci si crede!
·         Grillo sul voto in Sicilia ha detto solo una cosa :”Vincere! E VINCEREMO!”!
·         Seicentomila bambini non sono stati ancora vaccinati… ecco ora sappiamo che seicentomila famiglie sono coglione!
·         Morto Menichelli, ai più non dirà nulla ma è stata una figura storica di un certo spessore e si mi spiace molto anche se non avevo nulla a cui spartire con lui!

·         Francia, la truccatrice di Macron si è presa ventiseimila euro… mi sta tornando in mente una canzone dei Elio e le Storie Tese… 

sabato 19 agosto 2017

-Pensate bene su come spendere 200 euro!-




-200 Dollari-

Duecento dollari, tenete bene a mente questa cifra!
Con duecento dollari (che sono all’incirca duecento euro!) cosa potete comprare?
Forse una cena di lusso per una persona, un cellulare non tanto bello, la bolletta del gas semestrale, un vino molto pregiato (e vi danno anche il resto!), non di più!
Un’I-Phone? No, non potete comprarlo, la morte nera della lego? No, non potete comprarla, una lanterna delle lanterne verdi a grandezza naturale? No, costa quasi il doppio, una statua nerd fatta come Dio comanda? No, assolutamente no! Il primo numero di Dylan Dog? Neppure, costa di più, forse e dico forse potreste pagare l’affitto, senza spese di un mini monolocale senza il bagno, forse, e sto parlando di Milano, quindi con DUECENTO EURO o dollari che dir si voglia, cosa si può comprare?
Esiste un paese nel mondo, nel mondo del 2017 che per duecento euro si può comprare una bambina di appena poco superiore ai quattro anni, in Cambogia se si hanno duecento euro in tasca (ed io a volte ho girato anche con più soldi!) ti acquisti una bambina!
Si può non comprare l’ultimo cellulare messo in commercio ma una bambina che la pubertà la vedrà dopo anni e anni, si, un telefono no, una bambina si!
Calcolate per un secondo quanto vi costa la vita in un mese qualsiasi dell’anno (senza feste ne altro!), in media fate quattro volte la spesa “grossa” al supermercato, una sessantina di euro la volete spendere? Ecco, sono già 240 euro, solo di spesa per mangiare che poi a metà settimana vi tocca ritornare al supermercato a rifornirvi di cibi e quant’altro!
DUECENTO EURO!
In Cambogia con duecento euro ci vivono sei mesi, si, sei mesi, e se una famiglia povera ha la “fortuna” di avere una figlia femmina le entrate aumentano, si, ci sono bambine di quattro, cinque, sei anni che vengono vendute dai genitori per duecento euro, DUECENTO EURO, queste bambine e bambini vengono venduti a esseri ignobili, non voglio essere volgare, per duecento euro, queste bambine e bambini dicevo diventeranno il piacere perverso dell’occidente e dell’oriente, vogliamo mettere chiavarsi una bambina che non ha ancora il mestruo? Ecco, duecento euro, pensate bene a questa cifra!
Ora voi vi domanderete ma quanto prendono questi bambini per prestazioni? I viscidi europei danno al massimo venti dollari, venti euro, tre pacchetti di sigarette e ti danno il resto (ho speso sei volte tanto in fumetteria!), in pratica in Cambogia con un trecento euro (stando largo!) ti compri una bambina e te la puoi chiavare… meno di trecento euro!
  Ora vi faccio una domanda a voi mamme e papà, quanto vale vostro figlio?
Meno di un I-Phone o di più?
Ecco, il problema di base non è che i genitori vendano i propri figli, che è terrificante, ma pensate solo a questo, una famiglia che vive bene con quattrocento euro all’anno, ma il problema di base non è neanche la povertà, è la domanda!
Immaginate un attimo il signor Rossi, proprietario di una fabbrichetta nella Brianza che decide così per sfizio di andare a fare le vacanze in Asia e sceglie la Cambogia invece del solito Riccione, arriva in Cambogia e vede queste fanciulle bellissime, la moglie ovviamente non c’è perché è ad Haiti o in Giamaica a fare le ferie di sole donne e di tanti cazzi neri che la metà basta, il signor rossi va in Albergo ma il vedere cotanta bellezza femminile sbarella, non capisce più nulla e chiede informazioni su come fare per avere una fanciulla in camera, l’informatore gli propone vari prezzi e varie età, il Signor Rossi decide, alla sera bussano alla porta, il Signor rossi (che si crede un ricco ma è solo un arricchito!) si fa trovare vestito solo da un asciugamano, apre la porta e davanti a lui si presenta un uomo giovane accompagnato da una bambina, il signor Rossi paga l’uomo e fa entrare la bambina nella sua camera!
La bambina si spoglia (ormai è abituata sono solo quattro mesi che fa ciò che fa!), e incomincia a fare un pompino al Signor rossi, ma a lui non basta, vuole farsela e la prende violentemente, dopo pochi minuti viene, ovviamente dentro alla bambina, il Signor Rossi sorride sodisfatto, la bambina va in bagno, si lava alla meno peggio ed esce dalla stanza!
Ora il problema è la bambina, l’uomo giovane o il signor Rossi?
Ed ecco la domanda, molti, anzi tutti o quasi i turisti che vanno in quella zona dell’Asia ci vanno solo per una cosa, scoparsi le bambine, ecco la domanda, l’uomo giovane riceve la domanda e deve dare l’offerta, ovvero bambine sempre fresche, e allora il giovane uomo cosa fa? Va nei paesi dell’entroterra più povera e acquista bambine per duecento euro, in poco meno di una settimana si sarà rifatto dei soldi spesi, domanda e offerta!
Sto leggendo un libro duro su questa cosa, molto duro, ho vomitato molte volte nel leggerlo, e sono fortemente convinto che se i paesi d’origine dei vari maiali schifosi figli di mille merde che vanno in determinati paesi solo per chiavarsi bambine che hanno l’età delle loro nipotine infiocchettate, venissero puniti nei loro paesi, il problema si risolverebbe, sai che meraviglia se il signor rossi, tornando a casa viene blindato, fotografato e reso pubblico che si chiava la bambine?

Non mi dite che rovinerebbe una famiglia, se un essere inferiore gode a scoparsi o meglio a stuprare una bambina si merita la gogna mediatica e che venga sputtanato e sputato a vita, zero carcere ma la gogna pubblica, lo ha fatto solo una volta? Ok, ha creato un precedente, quindi gogna pubblica, e che venga reso pubblico il suo nome, cognome e indirizzo…. Un pedofilo di merda non perché non stupra ragazzini e ragazzine in Italia non è un pedofilo se poi va in Asia e si chiava e stupra bambine a cui mancano dieci e più anni alla pubertà…  

-132-

E si è quasi in inverno, la centotrentaduesima puntata della Cimice, buona lettura! Di Maio (o che per lui!) sfida Renzi in un faccia a ...