domenica 31 gennaio 2016

-48-

Manca sempre meno al cinquantesimo episodio…. E mi sembra ieri che era ieri!

·         Renzi alza sempre più la voce alla U.E., il brutto è che la U.E. non ha ancora capito chi sia Renzi!
·         La Germania ha trovato il modo di contrastare i vari clandestini…. Li farà lavorare….
·         Salvini, Le Pen, Meloni a pranzo dalla Santaché…. Ho un dubbio, due paia di coglioni…. Mancano due minchie….
·         La Marvel comics (ovvero la Disney!) foraggia la campagna elettorale di Trump… lo vedo male il futuro dei supereroi afro americani, gay, mussulmani!
·         Oxford non ha dubbi dopo tremila anni di studi ha accertato che è difficile arrampicarsi sugli specchi unti!

·         Big S. in centro a Roma a fare shopping… scusate è che non sapevo come chiudere questo episodio!

lunedì 25 gennaio 2016

-E ora vediamo se ho alzato l'asticella-

-κόκκινο αίμα-


BOOM come un fulmine a ciel sereno o come un pugno tirato da un peso massimo contro un peso piuma, il dolore che non molla, la prima fitta, boom, ancora peggio, sarà sempre così?
Boom un’altra fitta, la mia pancia sta urlando, chiede vendetta, i piedi si contorcono su loro stessi, boom un’altra fitta, sto male, il dolore, la sofferenza, CAZZO, che male che fa!
Il seno si sta inturgidendo, boom, un’altra fitta, sono incazzata col mondo, con l’intero universo, e sono pacifica, odio tutto, tutti, boom, un altro pugno, la pancia mi fa male, tanto boom, ennesima fitta, sono piccola, cazzo, no, cazzo no, boom ennesima fitta, non sto partorendo ne altro, boom fitta!
Sono le quattro di mattina e non riesco a dormire per il male, boom, un’altra fitta!
L’onda sale, la sento dalle unghie dei piedi, corrompe ogni mio atomo e arriva alla testa, BOOM, arriva la prima fitta di mal di testa e a seguire un’altra fitta alla pancia, BOOM, BOOM, BOOM, sto male, sto da schifo, odio il mondo!
Le fitte continuano senza freno, il mal di testa aumenta, vorrei morire piuttosto di avere questo dolore immane, posizione fetale, aiuta, un po’, poco, pochissimo, le fette diminuiscono se sto in questa posizione, qualcosa mi sta squarciando il ventre, fitta, BOOM, fitta, un’altra e ancora, non so cosa fare per placare il dolore, si può placare questo dolore?
Le tette mi fanno male!
Ho voglia di mascarpone, mascarpone con su la cioccolata, odio la cioccolata, davvero, quanto odio il mascarpone e Io odio il mascarpone, le fitte si sono calmate, il mal di pancia è quasi sopportabile, le tette no, mi fanno male, molto male!
Mi sento umida, troppo umida e non sto sudando e non fa caldo!
Non sudi mai ma mi sento umida!
BOOM, fitta, sto male sto da schifo, ho voglie alimentari che non ho mai avuto, ho malesseri che prima di oggi non ho mai concepito come così dolorosi, la pancia, la testa, tutto il mio corpo che urla di dolore!
Mi rannicchio tra le lenzuola e la coperta, un rifugio sicuro, la mia piccola salvezza, l’umido sale, dovrei guardarmi…. No!
Sono incazzata, molto, sono incazzata col mondo, con mio padre, con mia madre e con mio fratello, ma sono più incazzata con quello stronzo che ci prova timidamente con me, cazzo dì le cose come stanno e basta! Non è difficile!
BOOM, fitta!
Non sto affatto bene, ma proprio per un cazzo, ho una sensazione di caldo e freddo insieme… dovrei guardarmi!
BOOM fitta
BOOM mal di testa come se un martello pneumatico stesse scavandomi la mente!
Boom!
Boom!
BOOM!
Non sto al massimo, il dolore quasi insopportabile, mi guardo, sangue!
CAZZO è qualcosa di grave!
Sto perdendo sangue!
SANGUE
SANGUE
SANGUE
Sono ferita o quant’altro, magari sto morendo, sto sanguinando porco cazzo, sangue, le tette mi fanno un male cane, sto sanguinando, BOOM, fitta, sto sanguinando, cazzo!
Ho voglia di mascarpone e cioccolata, sto sanguinando, so cos’è, ma cazzo, sto sanguinando, le tette mi fanno male, odio tutti, tutto, sto sanguinando, è notte fonda e io sto sanguinando, BOOM, fitta, il mal di testa, sto per scoppiare, sto sanguinando, il mal di testa, la pancia che va a farsi fottere!
BOOM
BOOM
BOOM
Sto male, le fitte ricominciano, la testa pulsa, la pancia pulsa, il sangue, la testa pulsa, ogni mia fibra urla di dolore, non sto per un cazzo bene, dolore, la pancia che mi strazia, il sangue, il mal di testa, mi vererebbe da vomitare, il seno che pulsa che fa male, sangue, dolore, cazzo, è presto per chiamare mamma, troppo presto, le lancette corrono, sei e dodici, vado a svegliarla, il dolore!
BOOM
BOOM
BOOM
La pancia e il seno, voglio vomitare, non sto bene, mi fa male tutto, vado da mia madre, dorme, mio padre dorme!
Sto male!
Sanguino come una vacca che è appena stata macella!
Sangue ovunque!
Sangue, le fitte!
BOOM
Non sto bene e ho creato un casino nel letto!
Mi rannicchio, sto bene nel mio mondo dove non c’è dolore, le gambe e i piedi si rilassano, odio tutto.
Questa è la prima giornata nella mia nuova vita… BOOM FITTA, non sono più una bambina, ora sono una donna!






domenica 24 gennaio 2016

-47-

Ne mancano tre ai cinquanta buona lettura!

·         Si è svolto il family day… in poche parole il censimento delle teste di cazzo italiane!
·         Berlusconi risale sul predellino…. Aveva dimenticato a casa i rialzi per le scarpe!
·         Risolta la diatriba tra Bruxelles e Roma… rimane ancora il dubbio per i deputati a Bruxelles… non sanno ancora chi è Renzi!
·         Formidabile scoperta a Oxford, ci sono voluti trecento anni ma alla fine ci sono riusciti… hanno scoperto che l’America esiste!
·         Si è risolta la faccenda del sindaco di quarto dell’hotel cinque stelle, lei si è dimessa e ha annunciato :”Oggi perde la politica e vince la camorra!”… Di Battista non ci sta e ha ribattuto :”Forse volevi dire Mafia Capitale!”!

·         Salvini continua a dire nulla… lo devo ammettere, mi mancano le sue cazzate! 

domenica 17 gennaio 2016

-46-

Sembrava ieri che erano diciotto e invece siamo già a quarantasei…buona lettura Fragoloni belli!

·          Renzi non ci sta alle regole di Bruxelles…. E Bruxelles non sa chi sia Renzi!
·         Si rimborserà prima gli anziani (per i vari crac delle banche!)… e verranno rimborsati in paper dollari!
·         Video conferenza di Di Maio, Di Battista e Fico…. Mai riso così tanto!
·         A breve si svolgerà il family day…. No alle coppie omosessuali, meglio andare a nigeriane sulla tangenziale e chiavarsi i bambini in sacrestia!
·         Depenalizzazioni per atti osceni e cannabis… domani tutti nudi a farsi in centro!

·         Oxford rivela dopo secoli e secoli di studi che il colore rosso è effettivamente rosso!

sabato 16 gennaio 2016

-Ed ora qualcosa di totalmente diverso!-

-Fæme-

A B. e
A L.


Il corpo quasi quasi fluido che entra nel cervello senza abbandonarlo mai, il tutto che viene esasperatamente esasperato come una fiammelina in una notte oscura!
Tirare il fiato per un attimo per poi riprendere a correre fino a quando l’acido lattico non urla :”Fermati stronzo!”, fermarsi tirare il fiato!
TUM
TUM
TUM
Un battito, due battiti, mille battiti…. Il suo corpo, senza lascività, quasi incorporeo, quasi immagine, quasi sogno… il tutto che penetra nel cervello e non lo molla più!
L’eleganza di un solo e singolare gesto, un’alzata di occhi al cielo, toh guarda è notte!
Arcobaleni monocolore che s’infrangono tra di loro creando un qualcosa d’incomprensibile, di mai visto, di umanamente incomprensibile!
Piccola meraviglia!
TUM
TUM
TUM
Portare il respiro allo stesso ritmo del battito cardiaco e uno e due, lettere arcaiche che s’insinuano come se nulla fosse, il suo corpo perdio, il suo corpo, l’α e l’Ω un’∞ di cose e colori il tutto e il niente, l’inizio e la fine, quasi cadavere mentalmente parlando, quasi vivo fisicamente parlando!
Una lezione ad un cuore sporco, fulmini e saette, ancora e ancora il pensiero che si fa viepiù sempre più fisso, il sogno machiavellico che diventa realtà, il desiderio di un giovane ragazzino venuto da uno spazio siderale, il suo corpo perdio, la mente vaga e se ne va in giro come se non ci fosse un domani!
TUM
TUM
TUM
Cos’è il desiderio?
Cos’è la voglia spasmodica di qualcosa?
La lussuria?
Il voler possedere?
Fumi grigiastri che s’alzano su una città post apocalittica, frantumi di vita vissuta che svolazzano tra miasmi e cenere su cenere, ricordi in bianco e nero che diventano in technicolor,  sogni che non si realizzano e sogni che diventano una pura e semplice e morbida e lucida realtà, il cuore batte, l’acido lattico in silenzio fa colazione con le poche proteine aminoacidose che esistono, energia consumata, energia ritrovata…. Il suo corpo!
TUM
TUM
TUM
Appuntamenti serali e feriali, appuntamenti mattutini e quotidiani, caffè, paglia e giornale sotto il braccio, la berretta ben calcata sulla testa, dormiveglia vigile, posizione fetale, i piedi che cercano il calore dove il calore non c’è, dormire, sognare forse, il giorno di San Valentino, il giorno dopo e quello prima, stirare e fare la spesa, gazzelle saltanti, giraffe e tutto il resto, zebre? Si! Il volersi bene, un abbraccio? Un bacio? Una carezza? Costruirsi il futuro sulle rovine fumanti del passato, nero, oscurità e luce abbagliante, il pianeta blu, la luna e tutti gli astri in colonna e in fila indiana con il numerino stretto in mano!
TUM
TUM
TUM
Bruciare lentamente in ore e ore di non agonia, il cuore batte, rannicchiarsi sotto le coperte, aspettare l’alba in alto, su un fiordo gelato, aurora boreale, caleidoscopici pensieri vetri rotti sotto le scarpe, l’effetto della benzina rovesciata su una pozzanghera d’acqua, colori e odori, il se e il non se, ▀▄█▌▐░▒▓■□▪▫▬▲►♫ è giunto il tempo!
TUM
TUM
TUM
“Tira fuori i coglioni e datti una mossa!”, vocine e vocine, pensierini e pensierini, disegno time, unire i puntini e i numerini, toh guarda è giorno, toh guarda appare una macchina che non fabbricano più da quarant’anni, rebus da una o due parole, una consonante, una vocale, una vocale, una consonante e infine una vocale, cinque lettere, secondo nome, forse, può darsi, immagini sbiadite, cancellare il passato e tenere solo ciò che è riuscito a crescere, delusioni e dolori, amori perduti e dimenticati tra le pieghe di un libro mai letto,  segnalibri consumati dallo scorrere del tempo impietoso e beffardo, il fato, il karma e tutte le puttanate annesse e connesse, il naso e la gola bruciano sotto l’attacco di alieni arrivati da Marte, rosso è il pianeta… il suo corpo cazzo, il suo corpo, la lucida perfezione mentale e fisica!
TUM
TUM
TUM
PROVACI PER DIO PROVACI E CHE CAZZO!
Mentula ergo sum, ad minchiam, latinorum a casaccio, il colore rosso in portoghese è terribilmente sessuale, la playa, spagnolo, nah, pea aroha ana ahau ki a koutou, forse?
Bella domanda?
Domanda?
Forse?
Forse una bella domanda?
O il forse proprio che si fa fatica a capire, morire dentro, morire fuori, non morire mai, sarebbe meglio, miluji tě, e diciamolo per dio, in minuscolo?
Si!
Politeista?
Ovvio!
Perché?
Perché esistono due DEE!
Due?
E no?
TUM
TUM
TUM
u ntho e babatsehang, si, bestie feroci e aggressive come se piovessero, posizione fetale, l’uomo vitruviano, madonna Chineke ma ọ bụrụ na-amasị m ị, ok pensiamo ad altro, letto matrimoniale, il suo corpo, devo pulire casa, il suo corpo, devo fare la spesa, il suo corpo, ok, non ci riesco mi diru, ke mi ŝatas ĝin tiel ke duono sufiĉas, cambiare per rimanere uguali, cambiare, messaggi subliminali in altre lingue, dio abbia in gòloria i vocabolari, repons lan se wi, mwen renmen Fuck ak mwen ta renmen renmen kòm li merite, e si sa bene che le prime parole che s’imparano in una lingua straniera sono le parolacce!
TUM
TUM
TUM
“Sei un cagasotto, al massimo ti dirà che siete solo amici!”, cazzo, fosse facile, niente e facile, lasciatemi qui sotto coltri e coltri di cose, a non pensare, a fissare il soffitto, toh guarda una macchia e una ragnatela, posizione fetale, rannicchiarsi per scacciare i pensieri, padre, pensiero veloce, un fulmine a ciel sereno, il frur frur che calma, acciambellarsi come niente, dormire, sognare forse, realtà che s’alternano, che spariscono e che rinascono, Ŀƥ, la B. e la L., bl insomma, non esiste in italiano la BL, ma neanche la LB, due lettere, una parola NO, ecco la parola o SI eccone un'altra, stella nera!
TUM
TUM
TUM

 Ja! Fan! Jag älskar det! 

lunedì 11 gennaio 2016

-Groppi in gola, tristezza infinita... che giorno di merda-

-Cosa succede quando muore un Dio?-


Sinceramente parlando ho controllato e ricontrollato tanto questa mattina, poi la notizia si è confermata vera!
David Bowie è morto ieri notte!
Non potevo crederci, è tutto il giorno che ho un groppo in gola che la metà basta, non solo perché è morto un Dio della musica, un Dio geniale che è riuscito a rivoluzionare completamente il senso stesso della musica, dal primo disco fino all’ultimo, uscito due giorni prima della morte (che ad ascoltarlo ora ha tutt’altro sapore!); un groppo alla gola perché Bowie lo ascolta da Let’s Dance (ero un bambino ma da noi l’audiocassetta era arrivata in ritardo e continuavo ad ascoltarla a ripetizione [devo ammetterlo ero un piccolo bambino prodigio!]!), poi lo perso un po’ di vista e per pochi anni non ascoltavo nulla (poi è venuta la mia fase hip hop ma lasciamola lì dov’è!), poi una mattina mi cade l’occhio su MTV (all’epoca trasmetteva ancora video musicali!) e vedo un video strano, il cantante mi sembrava di conoscerlo, poi quando finisce la canzone mi appunto il titolo ed ecco che ricompare il nome di colui che mi aveva allietato i giorni della mia prima infanzia!
La canzone in questione era Little wonder, il sound era ed è geniale e le atmosfere del video era ciò che cercavo all’epoca, ho comprato il disco in questione e rieccomi ad ascoltare un disco a ripetizione, ma come? Io che ormai ero un adolescente che ascoltavo un disco di un cantante dall’età di mia madre? Per di più sembrava che parlasse proprio a  me (capita solamente con i NIN!)? non era possibile… all’epoca internet non era così evasivo come lo è adesso (magari qualcuno si ricorda i modem che facevano quel rumoraccio da fax?) e all’epoca avevo un amico che aveva internet e Bowie aveva già un sito fighissimo, mi sono scritto tutti i titoli della sua sterminata discografia e nel giro di un anno e mezzo avevo tutti i dischi ufficiali e non tranne uno, quel famigerato Peter and the Wolf che aveva inciso per il figlio… ho cercato ovunque in Italia ma sembrava che da noi non era mai arrivato, gli anni sono passati e io mi facevo una cultura su Bowie e mi accorgevo che ogni singolo disco rispetto all’anno d’uscita era avanti anni e anni, me ne sono perdutamente innamorato, ma la cosa che non mi andava giù era quell’unico disco che mi mancava, ma la fortuna arride a chi sa aspettare, arriva il novant’otto e prima di partire per il “militare” io, mia madre e mio fratello siamo andati a Parigi, poco prima di ripartire siamo andati alla Fnac (non ricordo neanche perché ci siamo entrati!) e spulciando sotto Bowie non ho trovato nulla di nuovo (a parte un live inutile!) sconsolato (erano anni che lo cercavo!) raggiungo mio fratello al reparto della musica classica ed eccolo… l’ultimo disco che mi mancava di Bowie, un’edizione tedesca, finalmente era mio, avevo tutta la discografia di Bowie, ero felice, una delle poche volte in vita mia che posso annoverare tra quelle di essere stato felice!
Arriviamo al duemila sedici, arriviamo all’otto gennaio, compleanno di Bowie e all’uscita del suo nuovo disco, esco prima dall’ufficio (ok dovevo portare le buste paga ad un mio cliente ma cazzomeneame usciva il nuovo disco di Bowie!), mi fiondo alla Feltrinelli ed eccolo lì, bello come il sole, non ho guardato neanche il prezzo, faccio le mie commissioni lavorative e non e poi arrivo a casa, arrivo a casa e lo ascolto e com’era successo quasi un decennio prima il disco di Bowie sembra scritto per me, stavo affrontando e lo sto facendo tutt’oggi una crisi depressiva pesante e Bowie era lì a parlarmi, ho scritto status entusiasti del nuovo disco… cazzo Bowie era tornato ed era tornato alla grande poi è arrivato l’undici gennaio!
E qui la mia domanda… cosa succede quando muore un Dio? Cosa succede ai suoi fedeli (e io m’annovero tra di loro!)?
Cosa succede quando un amico che non hai mai conosciuto ma che c’era quando avevi bisogno muore? Succede che un Dio non muore mai, ecco cosa succede, succede che Bowie oggi è diventato immortale, la sua musica lo è sempre stata ma da oggi lo sarà di più, la morte di Bowie non fa bene alla mia crisi, proprio per niente, ma una cosa mi conforta… ora Ziggy suonerà la chitarra per l’eternità… non so dove sia ora Bowie ma con questo mio scritto volevo dirli grazie, grazie per la tua musica, grazie per i tuoi testi, grazie d’avermi aiutato per così tanto tempo!


domenica 10 gennaio 2016

-45-

Per la serie :”Quarantacinque e non sentirli”!
Buona lettura!

·         Indagine su Banca Etruria… i dirigenti perplessi :”Embè che cosa abbiamo fatto di male?”!
·         Grillo offende ancora le donne del PD… per la serie :”La volpe perde il pelo ma non il vizio!”!
·         Parrebbe che a Quarto i cinque stelle siano riusciti a vincere grazie alla camorra…. “La limpidezza prima di tutto!” dicevano…
·         “Il blitz nella Capitale di Berlusconi :riunioni e poi teatro”… non so perché ma il termine “riunioni” mi suona come “orge”!
·         Renzi chiama Putin e Putin risponde “No grazie non voglio cambiare e non voglio comprare nulla!”!

·         Oxford deve chinare la testa… ebbene si dopo il numero dieci arriva il numero undici! 

sabato 9 gennaio 2016

-Il primo anno 2015-

Per la prima volta in assoluto voglio fare il “pagliaccio” e da oggi (se poi lo farò l’anno prossimo non lo so!) inauguro il primissimo Jonas Award, premierò virtualmente le migliori serie a fumetti, le migliori graphic novel, le migliori serie tv, i migliori film e quant’altro dell’anno appena passato, quindi meravigliosi fragoloni belli mangiatevi il vostro pop corn e leggetevi i vincitori!

·         Miglior serie a fumetti italiano: Dragonero di Luca Enoch e Stefano Vietti
·         Miglior Graphic novel italiano: Paranoiæ di Giulio Rincioni
·         Miglior serie a fumetti umoristici: Sacro e Profano di Mirka Andolfo
·         Miglior disegnatore: Giulio Rincioni
·         Miglior disegnatrice: Greta Xella a pari merito con Sara Spano
·         Miglior scrittore di fumetti italiano: Davide La Rosa
·         Miglior scrittrice di fumetti italiana: Barbara Baraldi
·         Miglior disegnatore umoristico: Davide La Rosa
·         Miglior disegnatrice umoristica: Lorenza Di Sepio
·         Miglior albo italiano: “La mano sbagliata” Dylan Dog numero 348 di Barbara Baraldi e Nicola Mari
·         Miglior saggio italiano: “Jihad” di Maurizio Molinari
·         Miglior romanzo italiano: “Il risveglio del potente” di Luca Enoch
·         Miglior serie televisiva italiana: Gomorra

·          Miglior pagina di facebook italiana: Paint-Diario di Marco Rincioni

mercoledì 6 gennaio 2016

-Cose strane-

-L’agonia dell’Agorà-




tutto ciò che è stato ciò che sarà fanculo fanculo
come ho già detto è il tutto e il niente
fate le vostre supposizioni fate i vostri ragionamenti fate ciò che volete  è irrilevante ciò che pensate e ciò che non pensa6te non me ne frega un quarto di sega
respiro
respirare fa bene
respiro
ok
ok
respiro
un momento solo un solo unico momento quel momento zero pensieri e zero parole l’attimo conta e conta solo quello sentire ogni singolo pensiero e ricordo
il tutto e tutto il resto respirare
respiro profondo
un altro e solo uno
uno soltanto
ne basta solo uno o almeno così dicono inspirare e respirare di conseguenza un fattore umano o almeno così dicono
le macchine corrono veloci
troppo forse
forse
un singolo secondo che è un secondo che poi non lo è
un qualcosa una singola qualcosa
un qualcosa
un secondo
singolo e lucido secondo

un respiro uno solamente uno e poi

domenica 3 gennaio 2016

-44-

E si inaugura il nuovo anno con la quarantaquattresima puntata della Cimice… e buon anno a tutti!

·         Discorso di fine anno di Mattarella…scoppia stranamente un’epidemia di narcolessia!
·         La Lombardia vieta il Burqa… Di Battista :”E’ uno scandalo e poi perché nessuno parla di Mafia Capitale?”!
·         Parrebbe che i feriti per i botti di capodanno siano 190… ogni sempre meglio!
·         Dopo secoli e secoli Oxford ammette che il pecorino è fatto con latte di pecora!
·         Stranamente non è apparso il solito articolo sul primo nato dell’anno!

·         Ma vi siete accorti che è ancora in corso il giubileo? 

-132-

E si è quasi in inverno, la centotrentaduesima puntata della Cimice, buona lettura! Di Maio (o che per lui!) sfida Renzi in un faccia a ...