lunedì 28 settembre 2015

-Forse fantapolitica o forse il mio desiderio-

-La seconda vita Americana-

Tutto è andato a rotoli quando la Russia è stata sconfitta dall’Isis!
Dopo che avevano nuclearizzato quasi tutto il medio oriente e gran parte dell’Italia ( a causa delle varie nubi tossiche che i missili nucleari rilasciavano!), il gesto di forza non servì a nulla l’Isis gli colpì a casa loro e tutto precipitò, ogni cosa, l’economia collassò in un nulla, le grandi potenze si ritrovarono con le braghe calate e senza più un soldo, si poteva ancora parlare di crisi mondiale? Assolutamente no, il neo capitalismo era morto e sepolto, i vari beni di consumo di una volta erano inutili, la Russia aveva bombardato a tappetto e tutti i vari attrezzi elettronici erano fuori uso… solo il Giappone si salvò ma le comunicazioni erano sporadiche!
L’U.R.S.S. aveva fatto finire la seconda guerra mondiale con l’Inghilterra e l’America ma ora aveva reso l’intero pianeta Terra un nulla totale, l’America si era sempre opposta all’intervento della Russia e ora era tutto inutile, ma l’America come stava?
Il neo presidente aveva lasciato la sua carica per darla in mano ad una giunta militare, ci fu un golpe morbido, da paese governato con democrazia ora si viveva in un paese dominato dalla legge marziale, i confini vennero chiusi e i vari soldati dovevano sparare a vista con chiunque volesse varcarli, il sogno americano si era quasi realizzato!
L’America nonostante il suo pugno di ferro estremo nel suo territorio (chi non rispettava le leggi emanate da un paio di generali aveva la pena di morte!) decise di mettere un freno estremo alla Russia!
L’America usò il metodo Kennedy…  la Russia dopo la disastrosa guerra in Medio Oriente aveva bisogno di tutto e l’America era pronta a dargli tutto ciò di cui aveva bisogno, bastava solamente che azzerava il debito che l’America aveva contratto con la Cina e tutto sarebbe andato a posto; la Russia ci provò e non ci riuscì… dopo la Siria e l’Isis la Russia si ritrovò impelagata in un guerra o meglio guerriglia contro la Cina per difendere le sue frontiere… non ci furono vincitori ne vinti, le bombe atomiche esplosero e anche il Giappone non poté far nulla…
Metà mondo era una distesa desolata, l’Europa, a parte alcune città inglesi dove si praticava il cannibalismo estremo, era una latrina a cielo aperto, il medio oriente era un buco fumante atomico e nonostante questo alcune cellule terroristiche erano sopravvissute, l’Asia a parte alcune isole del Giappone era anch’esso un deserto, la Cina, la corea, l’India e gran parte della Russia non esistevano più, c’era solo un deserto!
L’America del nord prolificava a discapito dell’America del sud ormai soggiogata economicamente al nuovo impero americano gestito sempre meno da generali, ormai erano in due ed erano fratelli… gemelli!
Il mondo stava andando a carte quarant’otto, l’Africa ormai era terreno fertile per l’impero Americano, l’Asia era il nulla moltiplicato per zero, l’Europa era una distesa desolata e senza vita da anni, la popolazione terrestre si era ridotta all’ottanta per cento, la popolazione terrestre era pari a sei milioni di persone, tutti in America per lo più!
Dopo aver governato per secoli il mondo anche l’impero Americano crollò, un virus gli colpì pesantemente, una febbre qualsiasi decimò la popolazione terrestre… su base globale e da sei milioni s’arrivò ad un cento mila persone viventi in tutto il globo, la tecnologia ormai era dimenticata, i vari telefonini, computer e quant’altro non si potevano più usare, su tutto il pianeta ricrescevano dopo anni e anni le piante, le foreste si allargarono, in tutto il mondo l’essere umano era una minoranza estrema, dopo svariate esposizioni alle radiazioni di figli non nascevano, da cento mila arrivarono a mille e da mille a cento, sempre meno… le foreste stavano invece prolificando, alcune specie animali ritornarono a prolificare la terra, alcuni primati…

Le scimmie e i gatti vivevano al cento per cento quando gli unici umani viventi erano pari alle dita di una mano umana, i gatti e le scimmie vissero anni e anni in reciproco rispetto, ma la terra dopo le svariate bombe atomiche e le svariate guerre non era del tutto sana, c’erano zone che erano proibite e che le scimmie entravano a loro piacimento evolvendosi… i gatti erano contrari ma le sc9immie erano più forti, molto più forti, ci fu la furbizia dei gatti che diventarono qualcos’altro, degli enormi felini pronti a sbranare le varie scimmie, ma loro avevano un asso nella manica, il fuoco, con il fuoco tenevano lontani gli enormi felini, le scimmie persero il pelo e diventarono scimmie senza peli, inventarono la ruota e il fuoco… i gatti dopo lo sterminio dei grossi felini ritornarono (per chi non si era evoluto!) ad essere gatti e tornarono a governare il cervello obsoleto delle scimmie… le scimmie si sono evolute, si sono vestite e hanno poi creato grandi cose… monumenti e quant’altro e i gatti rimanevano a guardare e sorridevano sotto i baffi!  

domenica 27 settembre 2015

-32-

Orgogliosissimi Fragoloni belli rieccomi come ogni settimana a narrarvi ciò che è successo in questa settimana, quindi lasciate per un momento la vostra carabina e beccatevi il trentaduesimo episodio della Cimice!

·         Il Papa in visita a Cuba e in America… quando il Papa è partito da Cuba Fidel ha sussurrato :”Sono già arrivato all’estrema unzione?”!
·         Scandalo BMW… truccavano le macchine per rientrare in certi standard… ok non farò la battuta sul gas!
·         Salvini contro i la cultura gender… “Io e la Lega non vorremmo mai clandestini in Italia!”!
·         È quasi passata la riforma Boschi… peccato che nessuno sa cos’è!
·         Stranamente Big S. non ha fatto nulla d’eclatante questa settimana a parte i soliti festini a base di minorenni!

·         Dopo tre secoli di studi Oxford ha rilasciato questa immensa scoperta… dopo la lettera A viene sempre la lettera B!

giovedì 24 settembre 2015

-Cazzo-




-Dialogo 1-


“No ma scusa, ma tu cosa ne pensi?”

“Cazzo amico, ti dico cazzo ma cazzo, come cazzo vuoi che la penso cazzo? Cioè voglio dire porco di un cazzo, se dico cazzo amico vuol dire che stracazzo di un amico e un cazzo d’amico, mica un cazzo di persona cazzo, voglio dire cazzo amico, cazzo, e stracazzo, cazzo voglio dire il mio stracazzo di pensiero del cazzo è che cazzo il cazzo dello stracazzo del cazzo voglio dire che se un cazzone del cazzo fa il cazzaro del cazzo voglio dire cazzo vuol dire che ha una cazzo d’opinione del cazzo, mica una cazzo d’opinione che tutti i cazzari del cazzo hanno, cazzo, hanno un’opinione del cazzo insomma porco cazzo un’opinione del cazzo dico ben cazzo? Cioè cazzo voglio dire cazzo di uno stracazzo del cazzo avere un’opinione del cazzo qualsiasi cazzo sia la sua cazzo d’opinione del cazzo è un cazzo di uomo con un controcazzo da competizione del cazzo, voglio dire porco cazzo di un cazzo del cazzo, le opinioni del cazzo valgono un cazzo, non sono delle cazzo di testa di cazzo del cazzo, voglio dire porco di un cazzo di un cazzo, porco cazzo, le opinioni del cazzo sono importanti, cazzo, bisogna pensare bene cazzo, avere una propria opinione del cazzo nel pensare diversamente a tutti gli altri cazzo di persone, cazzo, voglio dire è una cosa positiva del cazzo non credi? Cazzo, anche io ho un’opinione del cazzo su molte cazzo di cose, porco cazzo non mi sento un cazzo di persona superiore del cazzo ma porco cazzo voglio dire è importante cazzo, voglio dire cazzo, le proprie opinioni del cazzo valgono un cazzo di tanto porco cazzo, le opinioni sono una cazzo di cosa del cazzo che porco cazzo ti eleva da cazzo di cazzone a persona normale porco cazzo cioè hai capito cazzo?”   

lunedì 21 settembre 2015

-La mia su :"La mano sbagliata"-

-La mia su “La mano sbagliata”-


Lo dico subito, non sono un lettore accanito di Dylan Dog, diciamo pure che lo snobbo per la maggior volte, ma quando vedo determinati disegnatori non posso non comprarlo, amo alla follia determinati disegnatori e il perdersi una loro pubblicazione sarebbe un peccato estremo per me, ed ecco che arriva “La mano sbagliata”!
Compro l’albo, un albo che dovrebbe far parte della rivoluzione che Recchioni ha portato a Dylan Dog, della rivoluzione sinceramente non m’importa nulla, è un personaggio forte, sarebbe stato più eclatante una rivoluzione su testate tipo Mister No (che non so perché ma è un personaggio che amo alla follia anche se ho letto tipo tre storie in tutto, ma è un personaggio che ha molto da dire secondo me!), non so cosa ha portato la rivoluzione sulla testata (ho sentito voci su un Graucho che fa parte di una setta ed è ricchissimo e altre cose ma non voglio entrare nel merito!) e sinceramente parlando non m’interessa, la cosa che m’interessa invece sono storie scritte divinamente e disegnate ancora meglio e “la mano sbagliata” è una di queste!
Prima d’arrivare alla scrittrice che ha scritto questo numero vorrei spendere una pio di parole sul disegnatore, anzi DISEGNATORE, diciamo subito che io adoro Nicolò Mari, lo seguo da decenni (diciamo dai tempi di Nathan Never e sono riuscito a beccarmi o meglio ad acquistare dei numeri di Glamour!), è uno dei pochi disegnatori che riesce in una vignetta silenziosa a dare un patos e un’energia che in pochi ci riescono (Stano e Milazzo in primis per rimanere sui disegnatori italiani!), Mari nella sua genialità s’evolve sempre e continuamente, basta vedere i numeri da lui disegnati e l’ultimo numero di Dylan Dog… sono due disegnatori diversi (non voglio andare più indietro, perché se no qui non due disegnatori ma una quindicina di disegnatori diversi!), ok, sono un fan sfegatato di Mari, lo ammiro da anni e credo che sia uno dei pochi disegnatori che riuscirebbero a farmi comprare un numero di Tira e Molla se fosse disegnato da lui… e si lo comprerei, ma andiamo sul tecnico, il disegno di Mari in questo numero fa un salto avanti mica da ridere, il suo tratto cambia in certe vignette, non sembra lui o meglio è Lui in modo diverso, riesce in una pagina ha cambiare stile come una persona normale si cambia le mutande, per Mari sembra che sia normale, si auto evolve e riesce in maniera mirabolante a migliorarsi (cosa strana per un disegnatore italiano che di solito trova il suo stile e ci rimane fedele fino alla morte, Mari no, Mari evolve!), è un vero e proprio orgasmo vedere una pagina o meglio una vignetta disegnata da Mari, il suo tratto nel disegnare la faccia di Dylan Dog dice più di qualsiasi altra cosa, non per niente lo considero un vero e proprio genio assoluto del disegno (potrei fare gossip ma non lo faccio!) e affermo (con le bestemmie che mi arriveranno di seguito!) che tra Mignola (che amo alla follia!) e Mari, quest’ultimo gli da una facciata al culo e riporta a tre, il vedere una pagina di Mari non è leggere un fumetto è un puro orgasmo ma ora mi sembra duopo parlare della sceneggiatura (cosa di cui sono avvezzo visto che scrivo ma non so disegnare!) e quindi ne parlerò!
Che dire della Baraldi? A parte che in un solo numero ha rivoluzionato completamente il concetto stesso che sta dietro a Dylan Dog? Che dire che è ciò che ha scritto è uno dei migliori albi usciti per la Bonelli da un ventennio a questa parte? Che dire che sa scrivere da Dio e che è una delle poche persone che mi hanno fatto leggere un albo senza interruzioni (si lo leggevo mentre camminavo in strada!)? Che dire che è riuscita a smontare in modo geniale lo status quo di un personaggio storico della Bonelli? A parte tutto questo, che non è poco, considero la Baraldi (scusami se non ti do del tu, ma non mi sembra il caso!) una delle migliore scrittrici di Dylan Dog, ne ha scritto solo uno… giusto per dire, purtroppo per me non ho mai letto nulla di suo (a parte il numero di Dylan Dog!) ma se i suoi romanzi (non è una novellina alle prima armi ma ha sotto le palle giusto per dire!), sono scritti un centesimo da ciò che ha scritto per Dylan Dog… è brutto dirlo o meglio è brutto per il mio conto corrente ma mi tocca comprare tutto ciò che scrive!
Ok, sono un pseudo scrittore e dopo gli elogi so che vi aspettate le critiche, ok, la sceneggiatura non ha buchi evidenti, o meglio, forse gli ha ma io non gli ho beccati e quindi direi che è una sceneggiatura perfetta, magari a rileggerla troverei buchi ma non ci sono a mio modesto avviso, è una storia che prende e ti lascia uno stranissimo malessere d’inquietudine dentro, ciò che dovrebbe fare un albo dell’orrore qual è Dylan Dog, il vedere un’artista che perde la mano ma che continua nonostante tutto a dipingere è un’idea geniale, a mio avviso, il senso che l’arte è più forte di qualsiasi menomazione è un urlo o un discorso serissimo!
So che è un albo a fumetti, e so che in molti considerano i fumetti una cosa da bambini o da ritardati, ma quest’albo, leggendolo più profondamente (e sinceramente non so se la Baraldi voleva questo, ma deduco di si!) si scoprono altre sfumature che non appaiono subito, di primo acchito, c’è qualcos’altro dietro, ci sono minoranze (odio usare la parola minoranza!) sessuali che vengono avanti e che dimostrano che ci sono, c’è tutto il discorso sugli handicap che viene affrontato in un albo in modo superlativo, c’è dolore e tristezza, il tutto rinchiuso in un singolo albo della Bonelli!
Non so se la Baraldi scriverà ancora un albo della Bonelli, io spero di si, come spero che scriva un albo qualsiasi per qualsiasi casa editrice (e che io comprerò!), non è brava, di più, è una delle poche scrittrici di fumetti (tralasciando l’immensa Ann Nocenti!) che riesce a dare spessore psicologico e fisico ad un personaggio… e fidatevi cari lettori non è da tutti, ci vogliono le così dette palle per farlo e posso dirlo senza nessuna smentita che la Baraldi è (e finalmente direi!) la nostra Ann Nocenti… e spero che scriverà ancora tantissime storie per qualsiasi albo della Bonelli!

P.S.: Se non conoscete Ann Nocenti andate a leggervi ciò che ha scritto per Daredevil… e poi capirete il tutto!


domenica 20 settembre 2015

-31-

Carissimi Fragoloni belli questa settimana è stata pregna di notizie golose, quindi bando alle ciance e sfiondatevi in questo trentunesimo episodio della Cimice!

·         Lele Mora :”Corona mi ha tradito!”… caro Lele non per dirtelo ed essere cattivo ma Corona ha anche un figlio….
·         Big S. non potrà per tre anni entrare in Ucraina a causa della sua visita in Crimea con Putin… a Roma fanciulle ucraine sono scese in piazza dopo aver appreso questa notizia.
·         Dopo secoli e secoli di ricerche Oxford ha scoperto che il colore Blu è effettivamente blu!
·         Il Grillo parlante del hotel cinque stelle rischia un anno di carcere per diffamazione ma Di Battista non ci sta (e vorrei ricordare che il Diba è stato eletto come gran cazzaro dal finacial time!) e bercia a pieni polmoni :”Avete visto cosa sta facendo Mafia Capitale? È un complottooooo!”!
·         Il Colosseo a Roma è rimasto chiuso per tre ore, sulle prime si è detto che la chiusura era a causa di un’assemblea sindacale… invece erano solo andati in pausa pranzo!

·         Tra un mese uscirà il nuovo inno del PD, il pezzo è stato scritto, cantato, suonato e prodotto da Renzi stesso e il titolo sarà :”Shshshshs PD”! 

venerdì 18 settembre 2015

-Sul bullismo-

È notizia di oggi che un ventiseienne si è ucciso a causa del bullismo, mi spiace, e mi spiace perché fin da quando ho memoria (o meglio la mia “carriera” scolastica!) sono stato vittima del bullismo (e si mi ricordo tutti i nomi e tutte le facce!), il fatto è che tra la fine degli anni ottanta e l’inizio degli anni novanta non c’erano tutti i mezzi di comunicazione che ci sono oggi!
Quando mi pestavano, così tanto per fare, nessuno filmava l’accaduto e nessuno faceva niente per evitare il bullismo, ci si diceva :”C’è sempre stato!”, dire che ho sofferto è dire poco, addirittura alle medie m’avevano accostato ai miei aguzzini, perché ci vedevano sempre insieme, e sti cazzi, ci vedevano insieme perché mi pestavano, ma nessuno ha fatto nulla; il bullismo ai giorni barbari d’oggi è alla mercé di tutti, basta fare un video e tutto il mondo lo vede, basta una foto e tutto il mondo lo vede… il delirio di quest’epoca è che i vari bulli non si pentano (quando ero ragazzino io non dovevano pentirsi perché loro erano più forti e il più forte deve abbattere il debole!), ma anzi hanno la spocchia imbecille di considerarsi fighi perché rovinano la vita ad altri (è eclatante la storiaccia successa a Genova, di una povera ragazza picchiata con ferocia per non si sa quale motivo!)!
Il bullismo, secondo il mio parere è da ricercare altrove, non nelle scuole o in altri spazi comunali, il bullismo nasce, ed è sempre nato nelle mura domestiche, faccio un esempio, se si alleva un figlio con il mito del maschio alfa, del maschio “maschio” che deve mettere sotto i deboli è normale che poi il figlio cresce come un perfetto e lucido coglione!
Il brutto o il delirio che dir si voglia è che una volta erano solo i maschietti alfa (leggi anche coglioni patentati!) a fare i bulli, a picchiare, rubare e a fare scherzi “innocui”, ora sono anche le femminucce (dire alfa? No, direi aborti non riusciti bene!), il tutto è perennemente filmato e postato su qualsiasi piattaforma e loro sia coglioncelli sia gli aborti mancati se ne vantano, si credono i padroni del mondo….
Tralascio per un secondo la storia generale per aprire una parentesi autobiografica, in molti, o meglio le persone che mi conoscono bene sanno che ho una costola incrinata che non è stata mai stata curata, la palla che racconto è che la causa della mia costola quasi perennemente dolorante è dovuta al peso che portavo da piccolino (e chi ha fatto le elementari begli anni ottanta sa a cosa mi riferisco!), la verità è che prima del novantaquattro non avevo mai avuto problemi alla schiena, poi un coglioncello figlio di papà (che non riusciva a leggere bene ma era ricco e quindi un pezzo di carta dovevano pur darglielo… se no come poteva mandare avanti la fabbrichetta del cazzo del padre?) che si chiama Davide (e si mi ricordo molto bene di te coglioncello!) ha avuto la geniale trovata di saltarmi con le ginocchia chiuse sulla schiena... il dolore è stato a dir poco lancinante, mi è mancato il fiato e non riuscivo a rialzarmi e il coglioncello rideva… non provo odio per lui, l’unica cosa che spero è che la fabbrichetta del padre che poi sarà finita in mano sua sia fallita e che ora chieda l’elemosina in metropolitana!
Non è che prima la mia vita scolastica sia stata meglio, diciamo che una coppia di immensi figli di sega venuta male si divertivano come dei pazzi a sputarmi addosso o a sbattermi la testa con violenza contro i muri, la cosa gli faceva ridere, molto direi, e se ve lo state chiedendo si conosco nomi e cognomi delle due seghe venute male!
Tornando al discorso generale (mi stava salendo troppo la bile e quando succede incomincio a sbarellare e a scrivere cattiverie su cattiverie!), il bullo non nasce così, cresce bullo, perché il padre lo era e suo nonno lo era, questo è dovuto perché il germe o miasmo che dir si voglia non si estingue con una semplice castrazione, no, rimane, è lì nell’ombra pronto a infettare determinate persone, per mia fortuna sono cresciuto in una famiglia dove la cultura e l’intelligenza erano al di sopra di ogni cosa, mio padre e mia madre mi hanno insegnato a ragionare prima di parlare e di non venire mai alle mani e se proprio non c’erano alternative d’abbattere il nemico umiliandolo con le parole mai con le botte, la stessa cosa hanno insegnato a mio fratello e di conseguenza la cosa è passata hai miei nipoti, noi non siamo una famiglia superiore alla stragrande maggioranza degli italioti, non oserei mai fare un paragone del genere, sarebbe come accostare un piatto di grande cucina con un pranzo da scongelare!

Concludo con un avvertimento o meglio un consiglio a tutti quei ragazzi e ragazze che subiscono quotidianamente il bullismo becero e idiota, ragazzi, non dovete uccidervi, e ve lo dico io che c’ho provato un paio di volte, non serve a un cazzo, pensate a questo: i vari bulli hanno la vostra conoscenza? Hanno il vostro cervello? Hanno almeno lo 0,0000000000000000000000001% del vostro essere? Calcolate questo, quante varrete voi nel futuro rispetto a loro? Non lo sapete? Ve lo dico io, voi che siete meravigliosi, riuscirete a fare tutto ciò che volete, avrete tutto ciò che la vita potrà mai donarvi e loro? Loro, come minimo finiranno in carcere, o pieni di debiti perché fanno affari con le persone sbagliate, saranno considerati la feccia della feccia della comunità, il loro piccolo, microscopico regno del terrore che hanno avuto in gioventù  finirà lì, perché nella vita r4eale voi che avete subito le sevizie (e si ho usato questa parola non a caso!) sarete coloro che gli daranno ordini e saranno quelle persone che abbassando la testa vi chiameranno Signore, signora, quindi ciò che è successo al ventiseienne mi fa incazzare, perché con il suo gesto (e lo capisco perché lo ha fatto!) ha fatto vincere i suoi aguzzini, ora magari staranno brindando dicendo frasi del tipo :”C’è figa cazzo, c’è figa c’è cazzo, domani c’è la partitella, cazzo figa il merda è morto che succhia cazzi che era ciò figa cazzo figa!”, hanno vinto loro, questi esseri inferiori (si lo sono!) che non faranno mai un cazzo di niente nella vita… non hai vinto te uccidendoti, hanno vinto loro, ti seviziavano? Bisognava vendicarsi in modo intelligente… non uccidendosi, il suicidio è una sconfitta non una vittoria…     

giovedì 17 settembre 2015

-Evviva l'Italia-

È stata una crudeltà nascere negli anni ottanta (ovvero proprio nel 1980!), noi bambinelli non abbiamo vissuto i cambiamenti estremi della terra (cosa che hanno vissuto la generazione prima!), siamo cresciuti con la televisione, una televisione dove tutto era diviso per orari, abbiamo vissuto il periodo delle televisioni provati, i cartoni al mattino e alle quattro e poi alle sei/sette di sera… erano dei gran begli anni, lo devo ammettere, lo ammetto perché ero piccolo e sono cresciuto con sani principi (dati dai miei genitori che erano e sono tuttora estremamente liberali, infatti, per me il razzismo o l’omofobia non mi tocca neanche di striscio!) e con la televisione, la televisione che vomitava di tutto ma era lineare, generalista… poi sono cresciuto (d’età, di mente sono sempre il coglione di trent'anni fa!), dicevo, la televisione generalista è morta e sepolta, ora c’è Sky, ora ci sono trecentomila canali creati apposta per i vari telespettatori, voglio prendere in considerazione due canali specifici, due canali che in teoria dovrebbero interessare a due specifiche persone, gli uomini e le donne, ebbene si, questa sera parlerò di due canali Sky, Real time e Dmax!

Real Time: Un canale diretto alle donne, o meglio alle donne italiane, la genialità di questo canale non si respira solo per i programmi ma per i vari spot, in pratica tutti gli spot parlano di mestruazioni e di dentiere, se ho capito bene, le donne italiane pensano tutto il giorno per trecentosessantaquattro giorni all’anno alle mestruazioni e sul fatto che quando arriva una certa età bisogna indossare la dentiera (un altro spot delirante è l’odore delle perdite femminili… in pratica c’è una fanciulla che diventa rossa perché ha delle perdite… si vergogna per due gocce di urina… ma con determinati salva slip la fanciulla in questione è felice… in pratica lo spot dice che le fanciulle possono pisciarsi addosso solo se hanno dei determinati salva slip!), ok gli spot, i programmi… parliamone!
Per metà palinsesto insegnano a cucinare, a mangiare, ad abbuffarsi di qualsiasi cosa e l’altra metà è incentrata sui vari obesi e sulle diete, è un po’ come dire :”Stronze mangiate come dei maiali ma poi diventate così!”, è una presa per il culo, dai, far vedere gente che cucina tutto il giorno per poi mostrare ai vari telespettatori che si diventa obesi se si mangia… occhio, a parte questo, secondo i soloni di Real Time, le donne italiane non dormono la notte perché non sanno come vestirsi, non sanno come farsi le unghie, non sanno come truccarsi e soprattutto hanno bisogno di un Miccio per organizzare le proprie nozze, se non bastasse, ci sono programmi dove si vedono obese americane che vogliono entrare in abiti da sposa disegnati e confezionati per anoressiche, case meravigliose che valgono come il Pil di una nazione a caso che vengono vendute come se niente fosse, programmi sullo shopping notturno… in pratica i soloni di Real time pensa che le donne italiane siano tutte coglione, che pensano alle mestruazioni, al make up, a sposarsi e ad avere una casa da sogno che nessuno può mantenere, ma il peggio lo fa Dmax!

Dmax: In pratica il Real time per uomini, qui il delirio regna sovrano, in questo canale si parla praticamente, solo di macchine, come aggiustare una macchina, come acquistare una macchina, macchine di lusso, macchine veloci, insomma è il quarto potere della motorizzazione, ci sono macchine e basta, treni che girano per l’Alaska, gente che vende macchine, treni che vanno non si sa dove, macchine che vengono migliorate… in pratica i soloni di Dmax (a parte Chef Rubbio che è l’unica trasmissione che salverei in tutto il palinsesto!) pensano che ai vari maschi (Che sono tutti Alfa e che se aprono il cofano della macchina in un cazzo riparano un motore ingrippato!) siano tutti meccanici o autisti di treno, non ci sono scrittori, sceneggiatori o quant'altro, ai vari maschi alfa italiani sanno solo mettere le mani sui motori e sanno guidare treni… il vederlo (e sono due settimane che guardo in pratica tutto il giorno questo canale!), mi fa capire molte cose, a parte che sono l’unico coglione al mondo che non ha la patente e che non vuole averla, ma un canale incentrato solo su come modificare le macchine? (per non parlare delle gare assurde tra Porsche…e vabbè!) sinceramente parlando a chi può interessare? Io personalmente conosco solo una persona che riuscirebbe a modificare un motore e a renderlo figo da paura… ma il resto degli italiani? Ci credo poco!


Potevo parlare di altri canali (tra cui uno che per ventiquattro ore al giorno trasmette solo soap opera e basta!), canali di cucina, canali di sport (esistono canali su Sky che trasmettono solo partite passate e solo di una squadra… ora vorrei sapere a chi cazzo interessa vedere un Milan Avellino del 1968? No davvero lo voglio sapere, ho detto Milan ma posso dire anche Inter, Juventus, Roma, Lazio e quant'altro!) e canali veramente interessanti (prevalentemente i canali che trasmettono solo documentari, si li amo e allora?), ma prendere questi due canali come punto di riferimento su ciò che vogliono gli uomini e le donne italiane mi mette una tristezza totale addosso che la metà basta… per mia fortuna conosco persone che non guardano ne Real Time ne Dmax…   

martedì 15 settembre 2015

La recensione di Eva Braun

-Eva Braun, forse una critica o forse una recensione-

Esiste un film che in Italia è uscito solo in DVD o in Blue Ray, esiste un film che prende come spunto “storico” la storiaccia delle fanciulle disinibite che andavano da Big S. per favori o quant’altro, detta così sarebbe un film grandioso se fosse stato scritto come Dio comanda!
Ok, la regia è grandiosa, gli attori sono molto bravi, ottimi tagli e ottime riprese, il montaggio è fatto molto bene, non ci sono tagli tipo da forbici (tipici nei film con un budget da Hollywood!), in teoria anche la sceneggiatura non ha buchi ed è scritta bene, il problema di base è un altro!
Non so chi sia il creatore della storia (e spero che non sia lo sceneggiatore!) ma, un po’ di storie me ne intendo, ok, allora, si vuole raccontare la storiaccia che è caduta tra capo e collo a Big S.? Benissimo, siamo nel duemilaquindici, ormai la moralità di base italiota è cambiata e molto, si voleva fare scalpore? Benissimo allora nella parte di Big S. non si mette un attore che è un misto tra corona e Pier silvio Berlusconi, se no è poco credibile!
Volete far vedere la decadenza di un ottantenne che ha bisogno di avere fanciulle disinibite attorno? Benissimo, fatelo, siamo nel duemilaquindici, far vedere donne nude integralmente ma non maschi è una presa in giro, non voglio entrare nella censura volontaria (per non esagerare!) sulle scene di sesso perché se no qui sto fino a domani mattina!
Il problema di base di questo film è che volevano ricreare un Salò di Pasolini in salsa moderna, il coraggio di un film di Salò che ha reso pubblico determinate decadenze sessuale (come la coprofagia, il bere urina, il masochismo e il sadismo, l’omosessualità repressa e il travestismo e la tortura come sfondo sessuale!) che il pubblico dell’epoca non era pronta a vedere, nel duemilaquindici l’opinione pubblica sul sesso è cambiata e secondo me si poteva osare di più, molto di più, tanto sia il regista che lo sceneggiatore sapevano benissimo che in Italia non sarebbe mai uscito nelle sale e quindi perché non osare all’ennesima potenza?
Non lo capisco!
Se io dovessi scrivere una sceneggiatura su Big S. (e me ne guardo bene dal farlo!) l’avrei fatta così:

Int. Sera

Un uomo anziano sta guardando una foto seduto su una lussuosa poltrona finemente ricamata, l’anziano alza lo sguarda, è vecchio e quasi decrepito nonostante il suo parrucchino, ha una leggera panzetta, guarda a destra e a sinistra, è solo, la luce che entra dalla finestra dietro di lui crea un fascio debole di luce, l’anziano ritorna a guardare la foto (primo piano sul viso!), una lacrima solca il suo viso!  

Titoli di testa

Io personalmente l’avrei incominciata così una sceneggiatura su Big S. e lo scritta in pochi secondi, non è difficile osare, se il regista (che apprezzo molto perché è molto bravo!) o lo sceneggiatore avessero osato di più, magari con scene esplicite (il far intuire una sega è una presa per il culo!) sarebbe stato un grandioso film… purtroppo non è così!    


domenica 13 settembre 2015

-30-

La mia piccola creatura conosciuta coma la cimice è arrivata al trentesimo episodio… quindi sono trenta settimane che vi rompo le palle…, stranamente non ho avuto nessuna querela… peccato, ma bando alle querele, lasciate per un momento a casa l’ombrello che tanto il pic-nic è rovinato e beccatevi codesta esilarante puntata della Cimice!

·         Casa Pound nonostante i divieti farà la sua festa in provincia di Milano… già accostare Casa Pound al termine festa farebbe ridere molto… però stranamente non hanno ancora invitato una faccetta nera!
·         Dopo due giorni di studi approfonditi Oxford ha dichiarato che l’Italiano medio diventa super esperto di sport solo quando vince qualcosa (da vedere anche Tennis, Basket, Pallavolo!)!
·         Big S. in Russia ha sfoggiato una nuova pettinatura… Meyer ha sbottato subito “Il colore diarrea non va di moda è meglio il prugna!”!
·         Vespa ha invitato a Porta a Porta gli eredi del boss degli zingari a Roma… i prossimi invitati saranno : L’imperatore Cobra, Skeletor, Dart Fener, Lex Luthor, Joker e l’imperatore della galassia “lontana lontana”!
·         Scoppiato lo scandalo della fotoreporter che ha fatto lo sgambetto al profugo, lei si giustifica con queste parole :”Lo volevo prendere in faccia!”!

·         Salvini vuole accogliere a casa sua un profugo… poi si è messo a ridere e ha intonato “Giovinezza Giovinezza”! 

sabato 12 settembre 2015

-Sembrano secoli e secoli che non ne scrivo una ma ecco a voi una nuova sfavillante lista-

Lo devo ammettere non amo scrivere le Liste, non amo farlo per un semplice motivo, mi costringono a non scrivere di getto ma a ragionare molto su ciò che scrivo (lo so, a cosa state pensando, ma io principalmente scrivo di getto, metto a posto e poi pubblico!), le liste (che non scrivo più dalla fantomatica lista delle cose che non sapete di me!) le scrivevo tutte le settimane per anni, dopo un po’ mi avevano stufato, Splinder era fallito e dovevo portare le mie vecchie cose sul nuovo blog (cosa che non sono riuscito a fare ma tant’è!), questo nuovo blog mi ha permesso di ricrearmi come pseudo scrittore e quindi ho voluto chiudere la storia delle liste (tranne la famosa lista di cui ho parlato nella precedente parentesi!)… ma ecco che qualche giorno fa la carissima Ilaria mi ha fatto salire la scimmiata sulle serie TV (quindi cara Ilaria è colpa tua se scrivo questa lista sappilo!) e da quel momento la mia mente malata mi ha portato a creare mentalmente una lista sulle mie serie TV preferite, ovviamente visto che sono cresciuto non scriverò solo una banale lista di serie TV che amo ma argomenterò ogni mia singola scelta, quindi cari Fragoloni belli, beccatevi il mio ritorno alle liste!

1.      Zoo: E’ una serie che probabilmente piacerà a tutti i nazi vegani, ma tralasciando questo aspetto è una serie che non si può non guardarla, si vede l’uomo che è inerme contro la natura, l’uomo che si domanda :”E adesso cosa cazzo facciamo?”, è una serie da cinque stelle, è scritta bene (anche se ha qualche buco in sceneggiatura ma è normale in qualsiasi serie TV!) ed è girata ancora meglio, quindi merita la visione!
2.      Mr. Robot: Ad alcuni non piace perché (secondo me è troppo cervellotico, ma calcolando che sono un super fan di Lynch per me non lo è affatto!) non riescono a capirlo fino in fondo, è la storia di un hacker (come sono veramente!) schizofrenico, un hacker geniale e fuori di testa… la storia a mio modesto avviso prende molto, la regia è grandiosa e le sotto trame sono ben scritte e avvincenti… diciamo che sto attendendo la seconda stagione!
3.      Doctor Who, la nuova serie: Ammetto nonostante il mio amore per questa serie, che molte puntate dell’ultima (l’ottava!) erano praticamente inutili, non davano e non toglievano nulla alla serie, questo secondo me è dovuto al cambio totalitaristico del dottore, una serie a cuscinetto ci voleva ed è questa l’ottava serie, un cuscinetto per la nona (che incomincerà a breve!)!
4.      Breaking Bad: Questa serie non è una serie… è un film lunghissimo, per la prima volta nella storia della TV la sceneggiatura non ha buchi, non ne ha nemmeno uno, gli attori sono azzeccatissimi, la storia che può sembrare una storia su uno spacciatore non lo è, se fossi ancora studente dei svariati corsi di scrittura creativa direi che la linea aristotelica è stata fatta alla perfezione… e non voglio parlare dell’episodio della mosca, una chicca totale!
5.      Lost: Non voglio parlare del finale pessimo, è una serie che va vista nonostante l’inutile concezione che una serie è da ventiquattro episodi, a parte la prima stagione, le altre hanno buchi su buchi che diventano buchi neri e poi s’arriva all’episodio finale e ci si domanda :”E quindi?”, a parte queste critiche è una serie che va vista assolutamente!
6.      How I meet Your mother: Una delle migliori sit com dai tempi di Sanford and Son, il finale ha lasciato malumori e quant’altro, ma per me è stato un finale grandioso, basti pensare al titolo :”Come ho conosciuto vostra madre” e non la persona che amo… una serie che va vista tanto e tanto, merita e merita ancora!
7.      Big Bang Theory: Un’altra sit-com basata sul mondo nerd, ma in parte, a parte Sheldon, gli altri sono nerd per modo di dire, lo dico perché trovano la ragazza starfiga che gli ama… capita raramente nel mondo del nerdismo, nonostante questo cavillo nerdista è una serie geniale, lo dico perché porta alla ribalta noi nerd sfigati e gli rende umani e amabili!
8.      Black Mirror: Non è propriamente una serie, sono mini film girati e scritti alla perfezione, ogni episodio è un a storia a se stante e nonostante le due serie e un film continua a piacermi alla follia (si dice che la Netaflix vuole produrre altri episodi… io aspetto!)!
9.      Daredevil: Una serie “supereroistico” che di superomismo ha poco, basato su un fumetto di un certo Frank Miller, la serie è grandiosa (a parte il finale con la maschera rossa!), scritta benissimo e girata ancora meglio, poi gli attori (tra cui una ex di True Blood!) sono non azzeccati ma di più!
10.  Battlestar Galactica: Tralasciando i vari episodi a cuscinetto questo remake di una serie classica degli anni settanta è grandiosa, c’è tutto, belle donne, robot stronzi, battaglie nello spazio, una ricerca, c’è tutto e di più, una serie che ha creato spin off insulsi e inutili, la serie madre è grandiosa (con pochissimi buchi in sceneggiatura, ma davvero pochi!)!
11.  Black Jesus: non so se è una sit com o altro, è difficile catalogarlo, diciamo che è una serie che si basa su un quartiere di neri in America dove ci sono anche ispanici (con i loro vari “dialetti”!) e in questo quartiere appare un Gesù di colore che parla come un uomo di colore del ghetto, diciamocela, può piacere o no, io la trovo grandiosa e mi fa ridere come un pirla poi i gusti sono gusti!
12.  Robot Chicken: Questa serie che non è una serie nel modo canonico del termine, non ha attori, non ha comparse ne altro, ha dei pupazzi (ed io amo i pupazzi alla follia!), ogni episodio (di venti minuti circa!) prende per il culo in maniera geniale l’essere americano, ma attenzione, lo fa con pupazzi e quindi tutto gli è concesso, è una di quelle serie che dopo la cancellazione una persona intelligente s’incazza e molto!
13.  Sherlock: Grandi attori, grande regia, grandi storie per le prime due stagioni, la terza è inguardabile, non ha senso, ma merita d’essere citata solo per le prime due stagioni e per i due grandiosi attori!
14.  Arrow: A me questa serie piace anche se di Green Arrow a poco o niente, l’Arrow televisivo è troppo Batman, ma per chi non conosce i fumetti DC è una serie grandiosa, io l’amo anche se trovo difetti e quant’altro ma non posso non amarla!
15.  Flash: Che dire? È partita in sordina e in pochi episodi è diventata una grande serie, abbastanza fedele al fumetto e girata spettacolarmente, una serie che consiglio tanto anche per avvicinarsi al mondo del fumetto, questa serie è riuscita (in modo grandioso a mio avviso!) a farmi chattare per ore e ore con il mio fratellino nerd e vi posso solo far immaginare le nostre chat!
16.    The Last Ship: Tralasciamo per un secondo il voler “avere perennemente il cazzo duro degli americani”, tralasciamo la propaganda americanista della serie, è una serie che merita, merita specialmente la seconda stagione, la prima era troppo propagandistica, la seconda stagione è a dir poco grandiosa, ha i colpi di scena nei momenti giusti, la sceneggiatura che non è complessa è adatta perfettamente a questo genere di serie!
17.  Penny Dreadfull: La prima stagione è stata grandiosa, la seconda ha perso molto, ma molto, molto, molto, diciamo che i vari creatori della serie si sono adagiati sugli allori, in pratica la seconda serie andrebbe visto solo i primi due e gli ultimi due episodi, in mezzo è un po’ una cazzata!
18.  Sleppy Hollow: Una serie che aveva potenzialità da vendere ma che ha buttato tutto al cesso con l’ultima stagione… inguardabile, molto meglio la prima!
19.  Deutschland 83: Una miniserie di otto episodi che parla delle varie spie della DDR, è una serie tedesca ma sembra fatta nei migliori studios americani, una serie che è passata inosservata da molti ma che merita tantissimo, girata come un film lungo diviso in episodi, una sceneggiatura senza buchi e avvincente, una mini serie da vedere e rivedere!
20.  Twin Peaks: Metto questa serie datata (sono passati trent’anni!) perché nonostante gli anni è una serie meravigliosa, le fobie e gli incubi di Lynch sono esposti in modo perfetto, su questa serie non si può parlare di buchi o quant’altro (voglio vedere chi possa analizzare minuziosamente una sceneggiatura di Lynch e sopravvivere talmente tanto per raccontarlo!), ho rivisto tutta la serie da poco e nonostante io l’abbia già vista all’epoca e rivista poi ha un fascino e una magia unica!
21.  Twilight Zone la serie classica: Posso solo dirvi una cosa, se volete scrivere, se volete essere dei scrittori guardatevi questa serie, e guardatevela tutta, credo che in fatto di sceneggiatura da più lei lezioni di qualsiasi stage o corso esistente al mondo!
22.  Orange is a New Black: Serie controversa, basata su un libercolo di un’ex detenuta, una serie (è finita la terza!), bisogna dire una cosa, le prime due stagioni sono state grandiose, la terza lascia un po’ a desiderare ma è una serie che va vista a mio modesto avviso!
23.  Walker Texas Ranger: Vi ho stupiti vero? Lo so ma questa serie, nonostante tutto, nonostante il trash anni novanta, nonostante che Norris spara tipo cinque colpi in tremila stagioni è una serie che no so perché ma non si può non guardare, la vedi, ridi, la critichi pesantemente ma il giorno dopo o la settimana dopo si è lì a guardarla… è una droga (ma non fatevi sentire da Walker se no vi arriva un calcio volante in faccia!)!
24.  Doctor Who la serie classica: Ok, è una serie per i fan sfegatati e basta, bisogna dirlo, bisogna dire che è una serie nata nel 1963 con tutto ciò che ne consegue, è agli occhi di oggi noiosa e gessosa, ma un vero fan del buon dottore gode all’inverosimile nel vederla, gode per i vari rimandi dalla serie nuova, le frasi e quant’altro, una serie leggera ma non per tutti, diciamo che la serie classica a differenza della nuova è una serie di nicchia!
25.  The Walking Dead: Ok, il fumetto è grandioso, non un capolavoro ma è un bel fumetto, la serie…. Che dire? La prima era bella, fatta bene, un bel pacchetto, ma le altre…. Noia iper!
26.  Fear of the walking dead: Per ora hanno fatto pochissimi episodi, è un prequel di Walking Dead, ma a storia e a regia sta messa molto bene come serie, poi si vedrà come sarà questa serie!
27.  La svastica sul sole (lo scrivo in italiano perché in inglese non riesco a scriverla… sorry!): Serie anch’essa appena partita ma bella, scritta bene nonostante il romanzo da cui è tratta non è finito, ma bella, vedremo cosa vorranno farci i soloni della Amazon!
28.  The Strain: Ok, il creatore Guilmo del Toro (o come diavolo si scrive!) è una certezza, ha creato questa serie che nonostante tutto spacca, siamo alla seconda stagione e fin’pra non ha immensi buchi, qualcuno si, ma la serie in sé è molto bella, la tipica storia di vampiri scritta bene!
29.  It Crowd: Se non avete mai visto questa serie andate in qualche luogo isolato e chiedete una grazia, una serie inglese che dire geniale è dir poco, è grandiosa, ha tutto, qualsiasi cosa che voi cercate in una serie lei c’è l’ha!
30.  Survivor serie nuova: Una serie cancellata a causa dell’aviaria e mai più ripresa, una serie dalle potenzialità immense, una grandiosa serie ma ahinoi non vedremo mai la fine!
31.  Utopia: Che dire? Mah… la prima stagione era grandiosa, la seconda molto meno, ma nonostante tutto è una bella serie, da vedere e rifletterci sopra!
32.  Misfits: Ok, serie inglese, le prime due stagioni geniali all’ennesima potenza poi… inutili, le ultime stagioni sono completamente inutili, guardatevi solo le prime due che meritano tanto!
33.  L’ultimo sbirro: Lo so, state facendo le faccie schifate, ok, ma volete mettere un poliziotto rimasto agli anni ottanta che beve e fuma come una merda e che risolve i casi? Amo questa serie solo per la tamarraggine del tutto non per altro!
34.  2 Broke Girls: Non è una sit com, non è una serie as tutti gli effetti, è uno spaccato di vita reale e che fa ridere, due commesse o cameriere che dir si voglia, che vivono con il minimo necessario e che hanno avventure geniali… una delle poche serie che aspetto ogni settimana!
35.  Blindspot: E’ uscito solo il pilot… devo dirlo da quest’ultimo sembrerebbe una grandiosa serie… ma devo vedere la serie completa per poter dare un giudizio!
36.  Gomorra: Una serie italiana fatta bene, non è una serie merdosa con un’inossidabile Gabriel Garko, ma una serie seria… il brutto è che se non si è di Napoli si perde moltissimo, comunque sia è una serie grandiosa!
37.  From Dusk till Dawn: Una serie non per tutti, bisogna dirlo, è una serie grandiosa per molti che come me conosco un determinato filone cinematografico e una merda per molti, non saprei se consigliarla o no, dipende da voi e dalla vostra conoscenza di un certo cinema… io però l’amo alla follia!
38.  Game of thrones: Ok, dovevo inserirla in questa lista!
39.  Hannibal: Una serie fantastica per me, ma non è per tutti, una serie che quei caproni degli americani non potranno apprezzare mai ma che noi europei sarebbe una grandiosità, una serie bella e molto che ahimé è finita con la terza stagione ma che va vista assolutamente!

40.  Humans: Serie inglese che racconta la storia di vari cyborg che cyborg non sono, una serie bella, godibile e quant’altro con un messaggio sociale di sotto fondo forte!  

domenica 6 settembre 2015

-29-

Meravigliosi e bellissimi Fragoloni (chi mi legge è senza ombra di dubbio bellissimo e meraviglioso!) eccomi qui a presentarvi la ventinovesima puntata della cimice e quindi bando alle ciance e lasciate per un secondo il vostro zebra burgher e beccatevi la Cimice!

·         Per legge i datori di lavoro potranno usare telecamere per licenziare… Di Battista (che non riesce a stare zitto neanche quando dorme!) non ci sta :”E’ Mafia capitale?”!
·         Migranti in marcia verso Vienna… so che potrei fare battute ciniche prendendo in ballo Salvini ma è meglio starsene zitti su certe cose!
·         Non è ancora partito il maxi processo su Mafia Capitale… Di Battista prende la palla al balzo :”E’ tutta colpa di Mafia Capitale!”!
·         La ministra PD Boschi afferma che le unioni civili si faranno… Centoquaranta vescovi morti di un colpo nel preciso momento in cui la boschi ha dichiarato la faccenda delle unioni civili!
·         Funerali Faraonici per il vescovo allontanato per pedofilia… tranquilli genitori c’è ne sono altri di prelati con il vizietto!

·         Oxford esulta hanno scoperto dopo anni e anni di ricerche che se dai fuoco alla carta quest’ultima brucia!   

venerdì 4 settembre 2015

-Farò incazzare molte persone ma ciò che va detto va detto-

È brutto dirlo, lo so, a volte sembro cattivo e cinico, ma oggi quattro settembre duemilaquindici (segnate la data!) ho sfogliato un albo di Zagor… che dire? Dico fin da subito che non lo letto ma lo solamente svogliato in fumetteria… che dire? La Bonelli che io amo, o meglio amo determinate loro pubblicazioni!
Ok torniamo a bomba, Zagor, capisco che ci sono dei mostri sacri del disegno italiano… il brutto è che questi mostri sacri non si sono evoluti, guardare l’ultimo numero di Zagor e guardare un numero qualsiasi degli anni settanta ci si accorge che non è cambiato nulla, un disegno vecchio, superato, che si, poteva andare bene negli anni settanta ma nel secondo trimestre del duemilaquindici è stantio e vecchio!
C’è una cosa che non capisco, conosco personalmente o meglio virtualmente disegnatori e disegnatrici che non hanno talento ma di più ma guarda un po’ non pubblicano per la Bonelli, lo stesso discorso vale per i veri e grandi MAESTRI viventi del disegno italiano, un Mari che è riuscito ad evolvere (l’ultimo numero di Dylan dog ne è la prova concreta… è un disegno che dire splendido è graficamente perfetto sarebbe una riduzione nell’arte del maestro Mari [io lo seguo dai suoi disegni erotici… non da ieri!],!) in una maniera magnifica, uno Stano che a leggere il suo primo albo disegnato e il suo è qualcosa di mai visto, le sue tavole “sporche” (nel senso migliore del termine, ovvero mi riferisco ad un tratto più nervoso e più veloce, un tratto che prima non aveva e che ora possiede alla perfezione, una sua tavola dell’ultimo speciale delle Storie merita un Nobel per me!), per non parlare di Milazzo… uno dei pochi disegnatori che è riuscito ad evolvere talmente tanto che sembra quasi irriconoscibile ma che ha un sentore che a dirla volgarmente, lo fa venire duro (e mi riferisco all’ultima storia di Ken Parker… ma su questa faccenda ho sprecato parole e deliri quindi non en voglio parlare ma è una storia disegnata magistralmente, anzi di più!), ma poi ti viene in mano l’ultimo numero di Zagor ed è lì che capisci che c’è qualcosa che non va!
Non voglio elencare le solite Cardinali, Adnolfo, Mammucari, Ponticelli, Enoch, Spano, Valentino e tutti gli altri disegnatori che hanno non due ma una partita da sedici di coglioni, sono disegnatori (e non gli ho elencati tutti se no qui si fa una lista immensa!) bravissimi e a parte Mammuccari e Enoch, non disegnano per la Bonelli… perché?
Sinceramente parlando non lo so, il vedere uno Zagor o un Nathan Never disegnati da dio a me personalmente farebbe piacere, anzi, magari gli comprerei pure, non voglio parlare di Julia (che le sue cadute sul disegno le ha avute!), credo però che albi come Dragonero non sia impossibile da fare per tutte le altre testate, un disegno bello da vedere e storie che non ti fanno lasciare l’albo fino a quando non è finito, non penso che sia impossibile replicare la fortuna di una serie come Orfani (anche se sinceramente parlando sulla sceneggiatura ha dei buchi neri immensi!), è impossibile?
Non credo, ma anzi un rilancio fatto seriamente di un personaggio come Mister No, renderlo adulto e serio, trasformarlo completamente e renderlo moderno non mi sembra impossibile, il perché non so spiegarmelo, però fanno uscire un albo nel luglio duemilaquindici di Zagor che sembra uscito dal millenovecentosettantadue… perché?
Ok la tradizione e i mostri sacri e tutti i cazzi e smazzi, ma perché non entrare realmente nel futuro? O meglio nel presente? Perché non far disegnare albi da persone giovani che hanno un talento talmente alto che lo possono regalare? Non lo fanno, preferiscono far disegnare a disegnatori che erano bravi quarant’anni fa  perché per l’epoca avevano un tratto “Rivoluzionario” ma che nel duemilaquindici è stantio e vecchio, perché?

Io personalmente sono un lettore della bonelli da decenni (e prendo Zagor perché è stato il mio primo fumetto dopo Topolino che ho letto… e parliamo della seconda metà degli anni ottanta quando alla fiera di Sinigaglia a Milano trovavi i primi numeri degli albi a un cazzo!), leggo tutti i mesi Julia, Dragonero (che è meraviglioso secondo me, sia per le storie e sia per i disegni e forse è l’unico mensile Bonelliano che non ha mai avuto una caduta di stile… non mi credete? Leggetevi la storia disegnata da Olivares e poi mi saprete dire!), Le storie, Orfani e tutto ciò che fa Enoch (che amo alla follia dai tempi di Sprayliz edito dall’Eura!), leggo Dylan Dog solo se è disegnato da quei due geni di Mari e Stano, insomma leggo la Bonelli, ma il vedere disegnatori e disegnatrici (che ultimamente sono lor che spaccano i culi a due a due!) che disegnano da Dio relegate e relegati alla produzione quasi underground mi fa incazzare, immaginatevi la figata di vedere un Nathan Never disegnato dalla Valentino o uno Zagor disegnato da quel genio che è la Spano? Secondo me le vendite salirebbero e molto…. Poi magari sbaglio ma la Bonelli dovrebbe finirla di pensare al bacino di lettori di vecchi (che comunque comprerebbero l’albo anche se è disegnato dal primo stronzo che passa per la strada!) ma puntare a rilanciare in modo serio e giovane i vari albi del suo parco testate… ok, ora potete mandarmi una sfilza di offese!     

giovedì 3 settembre 2015

-Una storia vera-


-Il creatore di santi e beati-

Fin dalla mia nascita sono stato benedetto, delle suore molto pie e molto fedeli mi hanno plasmato, si può ben dire che mi hanno creato.
Tutte le persone che ho incontrato nella mia vita sono diventate santi o beati o miracolati che dir si voglia, dicevano le loro ave Marie e puf, diventavano santi con segni tangibili della loro santità, non sono come i vari miracoli dei vari San Gennaro o di lingue di santi, io sono reale e creo santi reali!
Non c’è bisogno di acidi o quant’altro, basta avermi e tutto è risolto!
Secondo la becera scienza che va contro l’operato di Dio c’è una spiegazione scientifica nel mio creare santi, loro non credono e quindi vogliono indurre tutti a non credere, non dico d’essere un messaggero fisico della parola di Dio o tutto il resto, sia mai, ma la scienza non è ancora riuscita a capacitarsi della mia esistenza, non ci riescono, o meglio non vogliono vedere le cose come stanno, creo santi punto, ma loro no, loro con le loro teorie strampalate sulla creazione del mondo, sull’estinzione dei dinosauri, sull’evoluzione dell’uomo… loro non capiscono l’ovvio, non capiscono la santità!
Io non sono santo, sono solo uno strumento nelle mani di dio per far arrivare alla santità, mi posso considerare un oggetto arcaico e nonostante questo mio status riesco ancora a oggi a creare santi, in pratica il mio potere è quasi illimitato, posso fare tutto, sono riuscito in meno di un mese a far apparire le stigmate a una vedova di Paola, in Italia poi il mio operato è ben gradito e solo lì purtroppo, bisogna dire che nelle altre nazioni vige la politica della scienza e quindi non credono nei miracoli, ma in Italia è tutt’altra storia, credono nei miracoli, nelle stigmate e tutto il resto, l’Italia  è come stare in una culla piena di morbidezze… è la mia patria preferita!
Sono indispensabile per i miracoli, posso dire che per il novantanove per cento dei casi di miracolati io c’ero, ho dato il mio contributo ma negli ultimi anni i miracoli non ci sono più!
È arrivata la plastica!
La plastica fosforescente ha rovinato i miracoli, gli ha fatti scendere al minimo storico ma quando io ero in voga i miracoli erano all’ordine del giorno, la plastica costa meno è più malleabile e quindi per i costi la plastica conviene ma non pensano ai miracoli… no, loro , i fabbricanti di plastica non ci credono, la plastica non fa venire le stigmate, io si,  la plastica si scioglie, io no!

La mia era, come l’era dei miracoli è finita, non ci sono più miracoli e ora le povere suore devono intossicarsi con la plastica e non più con me, un vero e artigianale rosario creato in natura e che fa venire le stigmate…. 

-129-

E siamo alla centoventinovesima puntata, che dire? Se non buona lettura! ·          La legge elettorale passa con la prima votazione… i...