domenica 29 novembre 2015

-39-

Teneri Fragoloni belli devo darvi una brutta notizia, questa trentanovesima puntata della Cimice sarà completamente inventata di sana pianta, mi spiace ma nell’ultima settimana si è parlato solo della Francia e degli attentati, della Russia che se ne sbatte i coglioni e bombarda ad minchiam la Siria e basta e quindi sarebbe stata una puntata molto noiosa, ma bando alle ciance e beccatevi questa Cimice inventata!

·         Strasburgo ha reso illegale il termine “Pausa di riflessione”, si rischia a chi lo usa dai venti all’ergastolo!
·         Sfatato un mito… a Roma non tutti tifano per la “magica”!
·         Salvini candidamente ammette che, si, lui in verità è nato a Pantelleria e i suoi genitori sono il padre calabrese e la madre profuga di guerra!
·         Big S. non vuole mollare, ha incominciato la sua campagna elettorale… potete trovarlo tutte le sere sulla tangenziale nord di Milano!
·         Dopo secoli e secoli Oxford smentisce la teoria con la quale s’affermava che è il sole che gira intorno alla terra!

·         Sfatato l’ennesimo mito… a Milano c’è qualcosa di più oltre la nebbia!

sabato 28 novembre 2015

-La mia vita in due paginette-

                                                                     -Quasi platino-
(Rána Jizva)

-Siti d’incontri-

♫ The man with a mission “ Raise your flag”

“Ciao!”
“Ciao Mattia?”
“Si… Anna?”
“Si”
… Che faccia da pirla ma forse sotto sotto è ben messo…
… Chi sa cosa sta facendo la Juve!...
“Allora come va?”
“Tutto bene e te?”
“Tutto ok!”
.. Che cazzo di discussioni… voglio scopare e basta e questo mi parla del tempo, Diomadonna!...
… Dai che la vinciamo questa partita campioni del mondo!..
“Cosa prendi?”
“Mah… direi un rosso fermo e te?”
“Si, mi sembra un’ottima scelta!”
… Vini… cazzo devo ubriacarmi se no qui non si combina niente!...
.. Spero che questa serata finisca presto così posso vedere al massimo il secondo tempo!...

♫Doctor Who sigla 2006

“Salve, è lei il possessore di questa utenza?”
“Si!”
“Ottimo sono Gisellina di fastweb, ha mai pensato di passare a Fastweb? No? Male! Abbiamo la super mega iper ultra fibra che manda il suo computer nello spazio, senza costi aggiuntivi ne altro e inoltre le diamo Sky gratis per otto mesi! Lei con quale gestore è abbonato?”
“Con Fastweb!”
“Ah!”
“Eh… da dieci anni ormai!”
“Ah!”
“Eh!”
“Si trova bene?”
“Si!”
“E Sky lo ha perché noi di Fastweb possiamo darli un pacchetto completo con lo sport e le partite e tutto il resto anche i canali vietati ai minori se vuole!”
“ Ho Sky da anni!”
“Ah!”
“Eh!”
“Scusi per il disturbo… si trova bene con noi?”
“Si!”
“Grazie e buona serata!”
“Salve!”

♫Nine Inch Nails “Mr. Self Destruct”

Dove cazzo ero arrivato?
I due parlavano, erano seduti ad un tavolo e non avevano ancora ordinate, ok, ci sono, entra un alieno e fa un balletto simpatico davanti a loro! No, è una cazzata, volevo basare il racconto sui pensieri che le persone non esprimono al primo appuntamento, Lei voleva uscire solo per scopare e lui era in fissa con la Juve, ok, ci sono, continuo sui pensieri ma poi non si capirebbe cosa pensa cosa, cazzo, magari non lo scrivo e basta, cancello tutto, no, mi piace la storia del racconto basato sui pensieri, devo continuarlo, si, devo inventarmi qualcosa!
Scoperanno alla fine?
Finiranno la serata con una massiccia dose di masturbazione chi per il sesso e chi per la partita?
Dovrei metterci dentro qualcosa di strano?
Tipo un evento catastrofico e poi loro si trovano in una situazione strana fuori dai loro canoni e ciò comporterebbe la loro apertura totale su ciò che vogliono e pensano?
Magari potrei farli sposare ma alla fine lei tradisce lui con un Ivoriano a caso e lui con un trans brasiliano che è in Italia da quindici anni ma ha ancora l’accento fortemente brasiliano?
No, sarebbe esagerato, magari finisce con un due di picche estremo e senza ritorno!
Non saprei sono settimane che penso a questo cazzo di racconto, ma non riesco a trovare la chiave per scriverlo, niente, l’oblio totale, porca merda!
Devo concluderlo, cazzo non scrivo da giorni, ho le due sorelle, ho altre cose, devo darmi una svegliata e devo farlo subito, devo scrivere… ma sti due stronzi che si sono incontrati virtualmente su un sito del cazzo d’incontri mi lasciano vuoto e senza idee, cosa si può scrivere da due che vogliono solo scopare ma uno è in fissa su una partita di calcio e l’altro è in fregola per trombare?
Ma soprattutto perché voglio scrivere questo racconto?
Perché amo scrivere?
Bella cazzata Jonas, no è per altro, ha un determinato significato… no, non c’è la, fanculo sto racconto!
Non so come scriverlo e non so come va a finire, non so nulla di questi due stronzi, spero che trombino?

No, non lo faranno, perché essendo io lo scrittore ho deciso che appena usciranno dal locale, dove lei pensa di farsi una scopata e lui pensa solo alla sua cazzo di partita, cadrà un meteorite che farà finire la vita sulla terra, ok mi sembra un buon finale!   

domenica 15 novembre 2015

-Due o tre pensieri su ciò che sta succedendo-

Ieri il mio facebook e il mio blog sono stati in silenzio, ho deciso così per rispettare le persone che tra giovedì e venerdì sera sono state ferite e uccise da dei pazzi invasati!
Oggi non apparirà la cimice, non me la sentivo di essere simpatico dopo ciò che è successo, non me la sentivo di prendere per il culo i nostri politici (che ovviamente hanno cavalcato l’onda dell’odio religioso per biechi fini politici!), potevo farlo ma non lo fatto e mi sembra la decisione giusta!
Al posto della cimice però vi toccherà leggervi questi miei pensieri su ciò che è accaduto!
Facciamo un po’ d’ordine, giovedì mattina l’Italia e la Norvegia (mi sembra!) riescono a smantellare la cellula principale di terroristi islamici che “potevano” colpire in tutta l’Europa, la sera stessa a Milano, la mia Milano (che non vedeva atti di terrorismo da decenni!), nel quartiere ebraico viene accoltellato (e parrebbe non mortalmente!) una persona ebrea, viene accoltellata per l’unico motivo d’essere ebreo, la persona in questione non aveva fatto nulla di male a parte essere ebreo, lo hanno accoltellato solo per la sua fede religiosa, l’accoltellatore non è stato ancora preso e non si sa bene chi sia, potrebbe essere un mussulmano invasato o un italiano invasato anch’esso, forse prenderanno il codardo e imbecille accoltellatore, bisogna dire una cosa, il quartiere ebraico di Milano è sempre stato calmo, gli ebrei di Milano si sono sempre fatti i fatti loro senza rompere le palle a nessuno ed è proprio per questo che la mia nausea ha incominciato a salire, la mia Milano non si merita un pazzo invasato che va nel quartiere ebraico per emulare altri pazzi invasati palestinesi, la mia Milano non si merita questa insulsa e inutile violenza, la mia Milano prima di giovedì era una città multietnica, non ha mai guardato male gli ebrei, i mussulmani, gli induisti o tutte le minoranze (basti pensare che il primo arci gay italiano è stato fondato a Milano negli anni settanta!), non riesco a tollerare come milanese ciò che è successo giovedì sera, non posso neanche concepirlo, è stato un atto violento fine a se stesso, non si tratta di rapina, di debiti o quant’altro, non è stato un fatto di sangue… è stata la pura e intollerante follia, magari l’invasato (che si meriterebbe una bella camicina bianca che si lega sulla schiena!) pensava con il suo mezzo neurone marcio che accoltellando una persona di fede ebraica lo stato Israeliano dicesse :”Ok raga… da oggi lo stato israeliano diventa parte integrante della Palestina!”!
Venerdì… sono passati dieci mesi dalla strage di Charlie che Parigi ripiomba nell’oscurità del becero fanatismo islamico, sette attentati in sette luoghi diversi, una carneficina da cento e passi cadaveri, quando ho saputo cosa stava succedendo (per puro caso ero entrato su facebook e ho scoperto cosa stava succedendo!) sono rimasto a bocca aperta, colpire la Francia? Una delle poche nazioni realmente multietniche che esiste al mondo? Perché? Cosa ha fatto sì che dei pazzi furiosi potessero colpire così militaristicamente bene sette punti in quasi contemporanea? Perché? È questa la domanda che mi fa uscire pazzo!
La Francia non mi piace, devo dirlo, ma devo ammettere che la Francia è una nazione grandiosa, è stata una delle prime nazioni a dare il passaporto francese ai cittadini delle colonie, ha sempre permesso la libertà di culto di qualsiasi culto, bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare, la Francia (nonostante la Le Pen!) non è quasi mai stata razzista, anzi, la libertà in Francia è assoluto e intoccabile!
E poi succede ciò che è successo venerdì sera… non ho parole, o meglio le avevo ma ho preferito ragionarci su bene prima di scrivere, dalle ultime notizie si capisce che i vari attentati sono dovuti perché la Francia, insieme ad altri stati, bombardano il “fantomatico” stato islamico (e vorrei ricordare che il neo Califfo si è autoproclamato Califfo… è un po’ come se domani io mi sveglio e mi autoproclamo imperatore d’Italia!), fin qui lo posso capire, certo non lo condivido ma posso capirlo, il fatto che mi lascia perplesso è perché la Francia e non la Russia?
Forse perché in Francia ci sono più mussulmani che in Russia?
Forse perché se succedeva ciò che è successo venerdì in Russia Putin avrebbe aumentato lo sforzo bellico e il fantomatico stato islamico sarebbe sparito nel giro di una settimana?

Queste sono solo domande e non essendo complottista posso dire che hanno colpito la Francia solo per far avere paura a tutta l’Europa, vorrei ricordare a questi invasati (che poco centrano con la religione!) cosa è successo dopo l’undici settembre, tutti i mussulmani o quasi hanno perso il lavoro, altre persone (anche in Italia e fidatevi lo so perché un mio grande e fidato amico è Eritreo e per mesi non ha trovato lavoro solo perché non è bianco!) non hanno trovato lavoro, so che magari questi invasati pensano che facendo così i vari mussulmani e le svariate persone non bianche potessero arrabbiarsi e potevano andare ad allargare le file dei terroristi, ciò non è successo, il perché è facile da dire, non tutti i mussulmani sono invasati pazzi con mezzo neurone marcio, molti anzi la maggior parte dei mussulmani vuole vivere la propria vita tranquillamente, vuole lavorare e professare la propria fede in tranquillità, la cosa che mi preoccupa maggiormente (a parte l’ondata d’odio sia tra i mussulmani sia tra i non mussulmani!) è che grazie a quattro invasati ci va di mezzo tutto, poi vedendo dove l’Europa si sta spostando politicamente ho paura di questo, ricordatevi cari invasati pazzi con mezzo neurone marcio che anche Hitler veniva preso all’inizio come un povero pirla e ultimamente l’Europa (che ha paura!) si sta sempre più spostando verso le idee del nanetto con i baffetti tedesco, cari invasati pazzi con mezzo neurone marcio, non state aiutando l’Islam, per niente, state aiutando determinate forze politiche e sociali che vogliono distruggere completamente l’Islam, ho molta paura di questo, ma sembra che tra i vari invasati nessuno ha il dubbio che forse stanno sbagliando tutto!         

domenica 8 novembre 2015

-38-

Ovviamente dopo la trentasettesima arriva la trentottesima… buona lettura!

·         Bertone si è rifatto la casa sottraendo soldi all’ospedale pediatrico del Bambin Gesù… facendo così voleva eliminare il problema pedofilia, se muoiono i bambini il problema non c’è più!
·         Elezioni in Birmania… l’esercito ha già vinto ma vogliono far credere che esiste la democrazia!
·         Big S. apre alle nozze gay… qualche volta non dice cazzate!
·         Manifestazione della Lega… ok non faccio battute che è meglio!

·         Oxford rivoluzionaria… dopo mille anni di studi è arrivata ad affermare che è la Terra che gira intorno al sole e non l’inverso!

mercoledì 4 novembre 2015

-La mia su Paranoiæ-

-La mia su un gran capolavoro fumettistico-

Lo devo ammettere, mi capita di rado, anzi meno, di urlare al capolavoro per quanto riguarda un fumetto o graphic novel che dir si voglia!
Però ci sono le eccezioni, esistono fumetti che ti tengono incollati alla pagina (disegnata superbamente tra le altre cose!), ed è questo il caso, Paranoiæ è questo caso!
Leggo fumetti da decenni, ho praticamente vissuto tutta la parabola del fumetto tradotto e non in Italia, ho letto pietre miliari tradotte così alla cazzo di cane e fumetti mainstrem, ho letto tanto, quindi bene o male sul fumetto ne so qualcosina, giusto un po’!
Capita per i vari lettori di fumetti d’imbattersi in un albo che non conoscevano, un albo che magari si è comprato per curiosità, ok, non è il mio caso, sapevo cosa stavo comprando e sapevo che mi avrebbe fatto male e molto, Paranoiæ è uno di questi!
Tralasciando il mio passato, tralasciando qualsiasi cosa immaginabile e non, tralasciando il concetto stesso di fumetto… ti arriva per le mani questo volume (che a dirla tutta è curato e stampato grandiosamente!), lo apri, lo sfogli e vedi dei disegni meravigliosi, non conosci l’autore ne altro, ma ti fidi, lo compri e te lo porti a casa per leggertelo con tranquillità, fin qui è la normalità di un lettore di fumetti!
Hai speso venti euro (che è poco, molto ma molto poco !) e vuoi sapere di cosa parla il volume che hai acquistato, magari salti l’introduzione (cosa sbagliata e molto perché va letta attentamente, anche perché da una chiava di lettura seria e altamente precisa su ciò che si va a leggere, si lo letta due volte, ok?) e si parte con la lettura, non facile, o meglio non semplice, se vi aspettate una storia di Tex o Zagor… no, non è questa la storia, il volume si apre in modo quasi anonimo, non ha rimandi o altro, è una tavola disegnata bene con le didascalie, tutto qui (roba da fumetto o meglio da capolavoro fumettistico che in pochi hanno osato fare!), la storia è a due livelli, o meglio è a svariati livelli!
Ok non vi sto convincendo lo so, ve la metto più semplice (non voglio citare i rimandi geniali del volume!), immaginate per un secondo di starvene su una spiaggia, al sole, avete la più gran figa dell’universo affianco, sorseggiate cocktails come se fossero acqua, state da Dio, magari o meglio sicuramente tromberete quella sera stessa con la strafiga pornostar che vi da pure il culo, avete la beatitudine estrema, ok, lo avete immaginato? Bene, ora immaginatevi l’inverso, il dolore, la depressione e tutte le malattie mentali catalogabili, ecco   Paranoiæ è tutto questo, non è felice, non è triste, è la verità che in pochi vogliono vedere, non è una storia (scritta benissimo tra le altre cose!), è una ricerca totalitaristica nelle malattie mentali, il dolore, la tristezza estrema, il pensare di non valere nulla, è tutto qui!
Io sinceramente non lo reputo un fumetto ma un manuale meraviglioso di psicologia, lo devo ammettere non conosco dal vivo l’autore (e la co0sa mi dispiace molto!), ma una persona che scrive e disegna i tormenti, i dolori, la distruzione di una mente così… si merita un Nobel, so che molti diranno che è solo un fumetto ma  Paranoiæ non è solo un fumetto, è uno studio dettagliato e perfettamente riuscito sui problemi mentali o meglio sulle patologie mentali… va letto?

Sicuramente sì, e non solo letto ma studiato e ristudiato, questo volume da tanto e toglie tanto, non è un volume semplice da digerire, non è un volume qualsiasi, è un gioiello che va tenuto in libreria affianco a Maus e ai vari capolavori fumettistici… non è un albo che poi si dimentica, è un una storia che rimane dentro, sia inconsapevolmente sia consapevolmente, è una storia grandiosa, e sinceramente parlando la considererei geniale…  

domenica 1 novembre 2015

-37-

Vabbè dai siamo a trentasette, buona lettura!

·         Salvini incantato dal Marocco :”Porto tutti qui”… non me lo sono inventato lo ha detto davvero!
·         Marino non si dimette più… vuole rimanere fino alla fine del campionato per vedere se la “Magica” vince il campionato!
·         Matarella “Corruzione da estirpare l’Italia non è incurabile!”… quarantacinque minuti di scroscianti risate!
·         Oxford pubblica una scottante scoperta…. La tabellina del due!
·         Chiude Expo… e la cosa non mi tange per nulla!

·         Big S. dice all’allenatore del Milan che vuole la sua squadra in champions… purtroppo non ha detto in che anno! 

-129-

E siamo alla centoventinovesima puntata, che dire? Se non buona lettura! ·          La legge elettorale passa con la prima votazione… i...