mercoledì 14 ottobre 2015

-Ne ho proprio i coglioni pieni-

Preannuncio che nessuno mi ha criticato e per ora non ho nessun haters!

Amo scrivere, lo faccio da ventun anni, adoro scrivere, è una cosa che mi provoca piacere e molto, adoro dare sotto forma scritta i miei pensieri e le molteplici storie che mi circolano nel cervello, scrivo bene o male non m’importa, sinceramente parlando non me ne sbatte un cazzo di niente, scrivo sgrammatico e con orrori d’ortografia? Lo so benissimo ma una cosa che so ancora meglio è questa : IO SCRIVO PER IL PURO E SEMPLICE PIACERE DI SCRIVERE PUNTO E BASTA!
Oggi su facebook ho letto uno status che criticava chi scriveva recensioni troppo buone e esaltanti sui fumetti, ok, la persona in questione ha tutte le ragioni per pensarlo, non credo che attaccasse me anche perché io non sono un giornalista e non sono un recensore (non sono iscritto a nessun albo e poi sul mio blog vige la legge “Non è un blog giornalistico”!), se ho scritto un elogio (e attenzione alle parole!) su un albo lo fatto perché il suddetto albo (o albi o libri dove ho espresso il mio pensiero libero di elogiare chi ha scritto un determinato libro o fumetto o un determinato disegnatore!) mi è piaciuto molto, mi ha dato qualcosa, tutto qui, quando ho elogiato lo speciale di “Suore ninja” o l’albo di Dylan Dog scritto eccelsamente dalla Baraldi e disegnato ancora più eccelsamente da Mari lo fatto solamente perché nel quasi funerale del fumetto italiano questi due albi mi sono piaciuti molti, mi hanno dato qualcosa di più, tutto qui, gli ho recensiti? No perché ho scritto il mio elogio (dovuto !) dopo giorni e giorni che erano usciti, non ho usato tecnicismi tecnici per elogiare questi due albi? Benissimo!

Lo speciale di Suore Ninja

La sceneggiatura che ricorda molto certi film di mostri giapponesi, western all'italiana, ha un taglio innovativo per quanto riguarda le inquadrature delle singole vignette, le citazioni che riguardano il mondo Nerd mondiale sono ben posizionate in una storia di largo respiro.
I disegni che ricordano molto certi fumetti francesi per quanto riguarda la storia che si svolge nei giorni nostri e che ricordano i manga per quanto riguarda i vari flashback aggiungono quel qualcosa in più alla storia, tutti i disegni sono stati chinati ottimamente, non ci sono sbavature strane ne altro, voto 10 su 10!

La mano sbagliata

La Baraldi già scrittrice si cimenta nel fumetto, scrivendo una storia che ricorda i vecchi numeri di Dylan Dog, la sua scrittura che ricorda i grandi maestri dell’orrore dell’ottocento si sposa alla perfezione ai disegni morbidi ma nervosi di un Mari che riesce a dare corpo a una storia non facile da disegnare, da un certo spessore al tutto, voto 10 su 10!

Scrivere recensioni per me è una cazzata, ma visto che non sono un giornalista ma uno scrittore e visto e considerato che in tutta la mia vita non ho mai avuto un capo (sia nel lavoro che mi fa guadagnare la pagnotta sia come scrittore!) che m’impone un tot di parole, un tot di elogi (se no la mia fama va scemando!) a persone che non centrano nulla con gli albi sopra citati (e come se dovessi leccare il culo al capo della Star Comics perché ha avuto le palle per far pubblicare un gioiello come suore ninja!), non ho capi e non gli voglio neanche avere, se scrivo un elogio è perché ci credo, credo in ogni singola parola che ho scritto (sgrammaticata quanto volete e incoerente ok!), ci credo perché mi reputo una voce libera che può dire tutto ciò che vuole e che magari in un futuro si beccherà anche delle querele (anche se ne dubito visto che in pochi visitano il mio blog!), il mio blog non ha pubblicità, è stata una mia decisione, potevo riempire il mio piccolo ma tenero blog di pubblicità contro la calvizie o contro l’obesità, non lo fatto, quindi nessuno mi paga per elogiare o prendere per il culo qualcuno, non voglio ricevere soldi per le mie parole e per i miei post e non voglio che il mio scrivere sia inteso come un lavoro, è una PASSIONE e come tale deve rimanere com'è, se mi viene voglia di pubblicare tre racconti stupidi (uno ha ricevuto la bellezza di 800 visualizzazioni…!) lo faccio e basta, non venderò ciò che amo fare per due spicci, non elogerò mai uno snack ipocalorico o un locale figo di Milano, non ho l’obbligo di scrivere un post al giorno (se lo faccio è perché lo voglio fare!), se voglio elogiare dei disegnatori o dei scrittori lo faccio e basta e loro non mi pagano, io dal mio blog non guadagno nulla a differenza di altri “giornalisti” blogger!

Io per mia fortuna ho un lavoro che mi fa guadagnare abbastanza bene e quindi non ho bisogne di entrate extra (che per la maggior parte dei casi sono dovute ai vari leccaggi di culo!), io personalmente non ho debiti morali con NESSUNO, se sono arrivato dove sono arrivato lo devo solamente a me stesso (beh certo mio fratello [ovvero il mio primo maestro di vita e di tutto il resto!] mi ha indicato la strada e non gli sarò mai fin troppo grato!) e al mio cervello, se poi qualcuno non ci crede, sinceramente… sono cazzi vostri, io sono libero e posso scrivere, criticare, elogiare e quant’altro chiunque voglio!         

Nessun commento:

Posta un commento

-132-

E si è quasi in inverno, la centotrentaduesima puntata della Cimice, buona lettura! Di Maio (o che per lui!) sfida Renzi in un faccia a ...