martedì 13 ottobre 2015

-Malinconia canaglia-

-Ed ecco perché compro Guerre segrete-

Diciamocela tutta “Guerre Segrete” (il primo quello scritto da Shooter e disegnato da Zeck e Layton!) non è un capolavoro del fumetto moderno, o di qualsiasi epoca, diciamocela fa un po’ cagare, è scritto malamente ed è disegnato senza brio ne altro (Zeck poi disegnerà un vero capolavoro che è “L’ultima caccia di Kraven”!), allora perché lo compro io? Io che sono iper critico su tutto e tutti? Perché spendo i miei soldi per questa roba? La domanda è lecita e la risposta non è scontata!
A parte che con i miei soldi ci faccio ciò che voglio, a parte questo, il mio acquisto ha una storia lontana, talmente lontana che la maggior parte della Bronze Age del nerdismo non era neanche nata, quando ho visto il primo numero rieditato da paninicomics  ho avuto un rigurgito, un conato di vomito e tutto il resto ma poi lo comprato, lo letto, mi ha fatto ridere per l’estrema ingenuità della storia di base (in pratica pestiamoci a go-go e i mutanti sono merde traditori!), ho riso per i pattini di Iron Man e tutto il resto, ho riso ma poi mi è venuto in mente un pensiero lontano… molto lontano… si parla del 1992!
All’epoca era un ragazzino scemo che su un tema dal titolo “Cosa vorresti essere da grande?” aveva scritto una diatriba di quattro pagine sul mio voler essere l’uomo ragno ma con il costume nero, si, non sto scherzando; nel lontano 1992 avevo dodici anni e fino a quell'anno i fumetti me gli compravano i miei famigliari (L’Uomo Ragno, Zagor prima e Dylan Dog poi ma molto poi, ero talmente psicopatico che se mi arrivava una coppia del mio fumetto preferito un giorno dopo non lo compravo più… si non sto scherzando!) ma nel lontano 1992 con poche lire in tasca sono andato per la prima volta in una fumetteria da solo, l’allora bugigattolo che era Milano Fumetto (che definirlo bugigattolo è un eufemismo e ricorda che all’epoca c’erano poche case editrici di fumetti!), sono sceso dall'otto (all'epoca era quello il tram!) dove ora c’è una banca, ho attraversato con paura la strada e sono entrato in quello che sarebbe stato il mio primo amore da fumetterie, prima c’ero andato solo con mio fratello, ma quella volta ero da solo, un ragazzino con due biglietti del tram (uno per l’andata e l’altra per il ritorno!) da solo in una fumetteria ed eccolo, un volumetto con la costa rossa, edito da Star comics, Guerre Segrete, tutti o quasi i supereroi Marvel rinchiusi in un tesoro stampato male e incollato ancora peggio (chi ha la prima edizione di Video Girl Ai sa di cosa parlo!), era lì, costava un botto all’epoca, o meglio costava un botto per me, in verità non costava poi così tanto, sinceramente non ricordo se era u na testata antologica o altro ma avevo i primi quattro numeri di una maxi saga che si svolgeva su un mondo alieno con tutti o quasi i personaggi Marvel, era una meraviglia (anche perché la DC all’epoca era morta o quasi!) un tesoro, qualcosa da conservare e tenere come l’oro!
Arrivo a casa tardi, o meglio avevo sforato di un ora il mio arrivo a casa e nonostante i rimproveri e tutto il resto ero felice, fin da allora leggevo molto ma molto velocemente, ho divorato quel volumetto che si scollava solo a pensarlo, lo letto e riletto e all'epoca mi sono esaltato tantissimo, era un orgasmo epico, ho avuto la fortuna di comprare il primo volume poco prima che uscisse il secondo volume… ok, fermi un attimo, immaginatevi un fan sfegatato dell’uomo ragno che finalmente capisce come ha ricevuto il suo costume nero (poi è arrivato un certo Mc Farlene!), si all'epoca le uscite erano un po’ alla cazzo di cane, un ragazzino vedeva come nasceva un costume fighissimo per la prima volta… potete immaginare!

Sono passati la bellezza di ventitré anni, un’eternità per molti, ma per me, il rivedere quei volumetti, stampati meglio e pubblicati meglio (la battuta sul “negro” detta da Iron Man che all'epoca era il cumpa bella Bro di Stark che poi è diventato War Machine, è a dir poco epica!) mi ha fatto scendere una laccrimuccia mentale, non potevo non comprarlo, forse inconsciamente, forse per altro, ma il ricordare il primo fumetto comprato da me e comprato nella mia primissima uscita da solo in una fumetteria (che poi collima con la mia primissima uscita da solo e non accompagnato, all’epoca non si usciva così a cazzo di cane!) mi ha fatto venire il magone e quant’altro ed è per questo che compro “Guerre Segrete”! 

Nessun commento:

Posta un commento

-129-

E siamo alla centoventinovesima puntata, che dire? Se non buona lettura! ·          La legge elettorale passa con la prima votazione… i...