giovedì 26 marzo 2015

-Sedicesimo capitolo-

-E si ascolta la santissima messa- Nessuno è religioso nella tua famiglia, la domenica non è da festeggiare o quant'altro ma è solo un giorno dove si beve di più, tua madre non lavora e per tuo padre che non ha mai lavorato è un giorno come un altro per sbronzarsi e tu non fai nulla, ti rintani nella tua camera e cerchi di trovare un senso alla tua miserabile vita e a oggi non lo hai ancora trovato. Stai tutto il giorno in camera ed esci solo la sera per poter mangiare qualcosa ma tuo padre non è della tua stessa opinione e appena metti il naso fuori dalla porta ti arriva una sberla che ti fa girare su te stesso, perdi per un secondo l'equilibrio e partono le cinghiate su cinghiate ed è proprio in quel momento preciso che decidi che ormai è troppo, ormai si è raggiunto l'orlo del vaso della tua esistenza, ti sei letteralmente stufato. Finito il pestaggio ritorni dolorante in camera tua e incominci a pensare ad un piano strategico per poter uscire da tutto questo!

Nessun commento:

Posta un commento

-130-

E siamo a centotrenta Cimici, wow, ok, basta farsi pugnette a due mani e buona lettura! ·          Di Maio vuole i vari osservatori del...