giovedì 12 marzo 2015

-Quattordicesimo capitolo-

-E si ascolta buona madre- Hai visto le foto di tua madre da giovane e lo devi ammettere che era un gran bel “bocconcino” peccato che abbia incontrato sulla sua strada la bottiglia, la sua “carriera” è incominciata a fare la spogliarellista in un locale abbastanza su, poi l'abuso dell'alcol gli ha fatto scendere la scala sociale delle spogliarelliste fino al baratro, ovvero presentarsi sulla pedana visibilmente gonfia e inesorabilmente ubriaca marcia, fu scacciata in malo modo e il “logico” passo successivo fu la prostituzione, ovviamente non quella d'alto bordo ma quella più infamante da strada, dove per pochi spicci si può avere tutto ed è proprio per questo che non ha un orario fisso per andare al “lavoro”, esce e se trova da lavorare lavora se no rientra con le pive nel sacco e si mette a bere in compagnia di tuo padre, il brutto di questo è che a scuola lo sanno benissimo che lavoro fa tua madre ed è per questo che l'epiteto più carino che ti rivolgono è “Figlio di puttana”, lo sanno loro e lo sai te e come per tuo padre non puoi farci assolutamente nulla ma ingollare l'amaro calice della tua esistenza!

Nessun commento:

Posta un commento

-129-

E siamo alla centoventinovesima puntata, che dire? Se non buona lettura! ·          La legge elettorale passa con la prima votazione… i...