mercoledì 18 aprile 2012


-Il suicidio del sistema Vol. 3 12 “Tutti uguali”-


Ho pensato molto prima di scrivere questo suicidio poiché non tendo a sparare sulla croce rossa ma in questi giorni è impossibile non parlare della Lega e di Bossi; la lega quel partito (o movimento che dir si voglia!) che sbandierava ai quattro venti la sua legalità estrema col famoso motto “Roma ladrona la lega non perdona” si è scoperta ladrona da un giorno all'altro, si parla di acquisti di auto di lusso, lauree e quant'altro; il problema di base non è tanto gli acquisti in sé, uno coi propri soldi fa ciò che vuole, il brutto è che la famiglia Bossi ha fatto tutto questo con i soldi dei contribuenti (i famigerati rimborsi elettorali, ovvero il partito spende dieci e lo stato li rimborsa cento!) ovvero i soldi di chi paga le tasse.
Bossi in primis ha urlato al complotto della solita Roma ladrona per poi ammettere tra le lacrime che ha fatto ciò che ha fatto per rendere migliore il futuro della sua famiglia dopo l'ictus, è onorevole che un padre di famiglia pensi alla sua famiglia ma lo deve fare proprio con i nostri soldi?
Con tutti i soldi che prendono come deputati hanno proprio bisogno di prendere i nostri soldi?
Evidentemente hanno proprio bisogno dei nostri soldi, interessante invece è una teoria di un mio amico (Marcello per intenderci!) che asserisce che è tutto pilotato (anche Lusi e compagnia bene!) per far chiudere i battenti alla vecchia classe politica per far sì che la nuova classe politica possa governare (nuova si fa per dire visto e considerato che sono [chi più chi meno!] tutti veterani della politica italiana!) può essere anche se io penso in tutta onesta che i politici tutti di base godono a incularci a sangue sono di un egoismo a dir poco abissale, prima pensano alle loro tasche, poi a come far passare sotto silenzio i loro furti e le loro amicizie pericolose, poi forse al partito punto, ai cittadini non ci pensano e se lo fanno, lo fanno solamente in campagna elettorale se no non posso continuare ad avere i loro privilegi (e ne hanno tanti, troppi!), la cosa sotto sotto non mi stupisce è nell'animo umano essere egoisti, la cosa che più mi fa girare le palle è che già prendono un tuono di soldi per non fare una beneamata minchia (lavoro tipo due giorni pieni alla settimana!) in più rubano, ora credo che se una persona che prende quasi quattordici mila euro netti al mese un po' di vizi se li toglie no?
Sembrerebbe di no, parliamo del trota per concludere, un ragazzetto ignorante come una pecora che è riuscito a farsi bocciare un'infinità di volte nonostante il suo cognome e nonostante questo è un deputato alla regione Lombardia, prende uno stipendio da favola e come liquidazione (si è dimesso dopo lo scandalo!) si beccherà la bellezza di quarantamila euro, ora vorrei sapere (visto che glieli pago anche io!) dove li va a spendere?
In libri?
Al massimo legge Topolino e anche qui con non poche difficoltà!
In auto di lusso?
Benissimo e quante cazzo di auto vuoi? Calcolando che se le va a comprare in “Padania” comunque non le paga come un comune mortale!
In mignotte?
Porco cazzo e quanto tromba per spendere quarantamila euro? Minimo minimo facendo due conti (calcolando un escort d'alto bordo!) per spendere tutti questi soldi dovrebbe trombare in media cinque volte al giorno che è umanamente impossibile (in barba a Sting!)!
In coca?
Ok, ma già è rincoglionito di suo se si fa anche come ne viene fuori? Peggio di com'è sicuro!
Allora caro paraculato ignorante mi vuoi dire dove e come spenderai i miei soldi? Ne ho il diritto non trovi?

2 commenti:

-130-

E siamo a centotrenta Cimici, wow, ok, basta farsi pugnette a due mani e buona lettura! ·          Di Maio vuole i vari osservatori del...