lunedì 19 dicembre 2016

-Essere un genio....-




-La mia su “Leopardi & Ranieri veri detective”-

-Inizio lo spiegone/rottura di palle per chi legge e se non volete leggerlo fate pure, tanto io lo scrivo lo stesso!-

Ok, conosco Davide da decenni ormai, dai bei tempi di splinder quando una mia lettrice mi ha consigliato il suo blog, da quel momento sono stato il suo fan/stalker!
Ho consigliato il suo blog a molti e molti erano con me nel pensare che non hanno mai riso tanto per un fumetto, poi splinder fa le bizze e allora io creo la fan page di Davide ed è da qui che l’ascesa ha inizio, tralascio il suo lavoro a Voyager e tutto il resto!
Stavo dicendo, in pochi mesi la sua fan page aumenta in modo esponenziale alla sua bravura, pubblica per la Saldapress ed ora è uno scrittore per la Bonelli!
Diciamo che gli ho portato fortuna!
Un piccolo aneddoto prima di chiudere e incominciare con La mia!
Ho avuto occasione per parlarci, non per colpa mia, era la presentazione a Milano Fumetto di “Racconti Indiani” (dove tra le altre cose ha comprato il regalo a Sara….!)  ci siamo scambiati una sola battuta, “Prendo l’Astronauta!” “Sei un intenditore”, ecco questo è stato l’unico contatto dal vivo con Davide… e me ne pento perché dovevo presentarmi, visto e considerato che io so chi è ma lui no…. Sarebbe stato un gesto bello, presentarmi, ma Davide mi fa uscire tutta la mia timidezza, ok, parto con la mia!

-Fine dello spiegone/rottura di palle per chi legge ed ora dovete leggere!-

Ok, partiamo da una galassia lontana, lontana….
Lo so fa sempre effetto sui nerd questa introduzione, lo so!
Ok parliamo del volume, come avevo già scritto per il primo volume di questa (forse, ma spero di no!) trilogia, Davide non prende uno scrittore e lo fa suo ma è l’inverso, lo scrittore entra nella mente di Davide e gli fa scrivere ciò che vuole, di questo ne sono convinto (la stessa cosa non accade per i film brutti!), non è Davide che scrive ma bensì un Leopardi trasportato dal famigerato fagiano nei giorni nostri, no, davvero, Davide non può fare determinate citazioni (che beccheranno in pochi o almeno coloro che sanno di letteratura italiana!)!
Ok Davide, trasforma uno dei nostri più grandi scrittori in un detective che ricorda altre opere (se non le beccate…. Figli miei leggetevi un libro ogni tanto!), la deduzione logica, il giallo psicologico, gli spiegoni alla Signora in giallo o a molti telefilm anni ottanta (anche Magnum PI avevo questa cosa dei vari spiegoni!).
Ovviamente non vi racconterò la storia, non sono un recensore ma bensì un lettore, ma ci sono cose che fanno capire la genialità di Davide!
-          I termine e l’italiano aulico!
-          Citazione delle opere di Leopardi!
-          Una conoscenza quasi maniacale per tutto ciò che riguarda ciò che guardavamo da piccoli alla televisione (Davide ha la mia età!)!
Non voglio parlare dei riferimenti colti, anche perché in pochi, o per dirla meglio solo quelli che hanno studiato bene le opere di Leopardi possono capire, possono capire, e so che certi puristi diranno “Si ok, cazzo, ma è disegnato col culo!”, bene, ma la storia di questo volume doveva essere disegnata così, perché nel fumetto il connubio tra storia e disegno è una cosa alchemica, non tutti gli scrittori possono avere i disegnatori migliori per le loro storie ma nonostante questo le loro storie spaccano, Davide è la prova matematica di ciò che ho appena scritto, questo volume se fosse stato disegnato da Mari (e mi scuso se le do ancora del Lei ma per me Lei è un Maestro!) o da Giulio (Scusa se ti do del tu!) non sarebbe stato così convincente, certe storie che scrive Davide deve disegnarsele lui e basta, non c’è disegnatore che può farlo, come all’inverso certe storie che scrive non possono essere disegnate da lui ma da altri talentuosi disegnatori/disegnatrici (La Cardinali per fare un esempio, anche se una storia scritta da Davide e disegnata da Sara la leggerei volentieri!)!

Per concludere, questo volume è un volume altamente intellettuale per quanto riguarda la scrittura e a mio modesto avviso anche per quanto riguarda il tratto, è una perfezione fatta in volume, ora attendo il terzo volume… Parini (che a dirla tutta non me lo ricordavo!)!    

Nessun commento:

Posta un commento

-132-

E si è quasi in inverno, la centotrentaduesima puntata della Cimice, buona lettura! Di Maio (o che per lui!) sfida Renzi in un faccia a ...