martedì 11 agosto 2015

-La notte di San Lorenzo-

-La notte di San Lorenzo-


L’anfiteatro è vuoto, è già arrivata la mezzanotte e il silenzio pervade tutto, il cielo ormai si è scurito e sta per diventare buio, oggi è il giorno delle stelle, dei desideri richiesti e di quelli mancanti, non è una notte qualsiasi, guardo attorno a me e vedo il vuoto del palcoscenico, non c’è nessuno, nessuno che applaude, nessuno che recita, nessuno che suona, solo il silenzio può puro e meraviglioso che esista,  ho le chiavi e sono entrato, non sono un attore, non sono una persona speciale o quantaltro, amo questo anfiteatro e basta e mi piace vederlo vuoto di notte tutto qui, guardo il cielo e le prime stelle fanno capolino, non ho desideri da esprimere ne altro, guardo le stelle e basta in piedi su un palco che non calcherò mai e penso che nonostante io sia una persona normalissima va bene così, sono felice di ciò che sono e di ciò che non sono.


Nessun commento:

Posta un commento

-129-

E siamo alla centoventinovesima puntata, che dire? Se non buona lettura! ·          La legge elettorale passa con la prima votazione… i...