giovedì 2 luglio 2015

-L'amore-

-L’amore spiegato con la Logica-

Partendo dal presupposto inviolabile che i sentimenti non si possono (o non si vogliono!) spiegare perché sono illogici o meglio sono variabili inconsistenti a cui nessuno sa dare una forma precisa (sarebbe come spiegare cos’è il colore rosso o il colore verde, spiegare cos'è’ il tramonto visto sulla cima del K!), i sentimenti non si possono spiegare, o meglio ogni essere vivente ha i propri sentimenti e se anche ci si prova nessuno saprà spiegare con certezza cos'è l’amore o l’odio o qualsiasi sentimento che un essere vivente prova (vorrei chiedere alla mia gatta che sentimenti prova per me, ma sarebbe un esercizio del tutto inutile!), ho provato attraverso la Logica a spiegare cos'è l’amore, ecco ciò che ne è uscito!

La domanda era l’amore esiste?
Si o no!
Ho creato uno schema , eccolo:

SI, porta a far pensare alle persone che l’amore esista davvero!
No, porta le persone a non credere assolutamente all'amore, ovvero che l’amore non esiste!
Partendo da questo la risposta SI non mi aiuta affatto perché convincere una persona che l’amore non esiste quando lui (la persona!) è fortemente convinto che l’amore esiste è un lavoro inutile e dispendioso, nel grafico (che ahimè non posso riportare integralmente!) ho costruito le svariate risposte tra il SI e il NO, ho notato che il SI si fermava subito “L’amore esiste” e il NO continuava all'infinito!
Partendo da questo dato ho compilato una scheda sul Vero e Falso il risultato è normalmente logico, se il SI e il No sono vere, allora è vero, così come se il SI e il No sono false e vere e se il Si e il No sono Vere o False, l’unica “nota stridente” è se i SI e i No sono falsi, ovvero è falso (l’amore vero non esiste e l’amore non vero non esiste!), l’ultima deduzione è: Sia che si ama e sia che non si ama tutte e due le affermazioni sono vere, si può dedurre che l’amore esiste e il non amore (o negazione dell’amore che dir si voglia!) esiste?
Una faccenda spinosa. Se si può affermare che l’amore vero esiste si deve affermare che anche la negazione dell’amore vero esiste, un bel problema che apparentemente non ha risoluzione, la domanda di base è :”L’amore vero esiste oppure non esiste?”, tutte e due le affermazioni sono vere e tutte e due le affermazioni si completano in modo estremo, ho fatto calcoli e ho ragionato a lungo sull'esistenza del vero amore e le mie conclusioni (dopo ore e ore di schemi, tabelle sul vero e falso, calcoli estremi e ragionamenti logici degni del più malato mentale esistente al mondo!) sono arrivato a questa conclusione:

L’amore vero, puro e totale esiste grazie anche alla più totale mancanza d’amore, di Logica, la negazione fa si che l’affermazione stessa sia vera e quindi si può benissimo affermare che l’esistenza stessa dell’amore è la conseguenza logica della non esistenza dell’amore, quindi l’amore nasce dopo la negazione della stessa. La negazione produce (volente o nolente!) la “non” negazione; per deduzione logica si può affermare che una persona che non ha provato in prima persona o a venir a conoscenza della negazione non può provare il vero amore, in pratica chi non ha sofferto per amore almeno una volta nella sua vita non può apprezzare appieno l’amore vero; ciò fa si che si creano dei “paradossi”, ovvero, chi non ha mai sofferto per amore non può amare? Oppure sono solo le persone che hanno sofferto per amore possono amare totalmente? Nessuna delle due domande è vera, ora mi spiego!

Chi ha sofferto per amore (e intendo una vera e totale, quasi fisica, sofferenza!) sarà più propenso ad innamorarsi dopo molto tempo dalla delusione d’amore, si pensa che dopo una sofferenza amorosa la persona in questione abbia abbastanza “anticorpi” contro il dolore che può soffrire in una delusione!
Chi non ha mai sofferto per amore e che magari la sua prima ragazza/o sarà la persona che sposerà, non da e non toglie nulla sulla teoria dell’amore, si parla di fortuna, cosa che capita a pochi!
E qui concludo, si può in Logica affermare con certezza che l’amore esiste? Direi di si, o meglio sto lavorando su questo, credo che la Logica non potrà mai affermare con certezza che i sentimenti possano o meno esistere ma può sollevare dei dubbi su questo argomento, personalmente penso che l’amore vero esista e lo penso da logico (filosofico e non matematico!) non da scrittore, esiste perché nonostante tutto esiste, esisteva ed esisterà sempre la metà della mela che tutti cercano!   



Nessun commento:

Posta un commento

-129-

E siamo alla centoventinovesima puntata, che dire? Se non buona lettura! ·          La legge elettorale passa con la prima votazione… i...