sabato 9 settembre 2017

-Vivere a Gerriland-



-Vivere a Gerriland-

Ciò che leggerete qua sotto non è frutto della mia fantasia, è la realtà, dura e pura, ometterò i nomi a causa della privacy, ma il contenuto stesso è reale, a parte omettere i nomi per il resto trascriverò pari, pari questo documento, ovvero il verbale dell’ultima riunione del mio condominio, dopo commenterò a mio modo ciò che i vari condomini, Gerri, hanno voluto inserire in un verbale di una riunione di condominio!
Ciò che trascriverò non sono le cose importanti dei problemi del condominio ma sono le varie ed eventuali!

Diversi condomini evidenziano le problematiche dovute alla presenza di extracomunitari presenti nella proprietà. Viene inoltre segnalato che all’interno del Piano Sottotetto vi sono presenti numerosi materassi che sembra siano utilizzati durante la notte come giacigli. Si chiede all’amministratore di segnalare sia alla proprietà interessate sia all’autorità competenti i problemi segnalati.

Viene segnalata la presenza di pesi eccessivi, vedi solaio (il mio) utilizzato per deposito libri, sui solai di proprietà provate .L’Amministratore richiede di rimuovere con urgenza alle proprietà interessate quanto depositato senza il rispetto dei carichi concentrati.

Ok, si sa che i Gerri di base hanno il QI di meno dodici, basandosi su questo dato si sa che sono delle persone che andrebbero eliminate dalla faccia della terra perché INUTILI a qualsiasi cosa, ok, nel mio condominio vivono tre famiglie di “extracomunitari”, una famiglia sud americana, una famiglia numerosa di cingalesi e una sotto specie di traffico di umani cinesi, però i Gerri non arrivano a pensare che magari, anzi sicuramente, chi mette i materassi siano italiani che si fanno pagare fior, fior di quattrini per avere un “giaciglio” (porca merda manco Dante userebbe questo termine, ma visto che i vari amministratori di condomini [che sono ladri peggio di Lupin!] devono farsi vedere il perché chiedono cifre esorbitanti sulle spese condominiali, quindi usano termini aulici per sentirsi grandi ma poi hanno l’intelligenza di un bradipo focomelico e albino mezzo morto!), no, i Gerri puntano il dito sugli extracomunitari, perché loro a parte rubarci il lavoro e stuprare le donne non fanno altro, ma allora vorrei chiedere, come fanno i vari extracomunitari a sapere che sotto il tetto del mio condominio si può dormire?
Chi è stato a dirlo?
Un cinese?
Un sudamericano?
Un cingalese?
Oppure un italiano che va in chiesa tutte le domeniche e che partecipa a tutte le riunioni di condominio e si albera contro i “negri”?
Io farei uno più uno… e magari si scopre che non è un extracomunitario ma un italiano… magari quello che bercia di più alle riunioni e che si fa pagare fior, fior di quattrini per far dormire su materassi maleodoranti persone che non hanno una casa… la colpa è dei “negridimerdachecirubanoillavoro” o dei vari italiani merda che sfruttano sta cosa?
Magari prima di indicare col ditino rachitico di tutti i Gerri, magari e dico magari andare a vedere come stanno realmente le cose, magari, non chiedo molto, usare la cosa che sta tra le due orecchie… ah è vero sto parlando dei Gerri…

Il mio solaio!
È un grosso problema!
Molto ma molto grosso!
C’è gente che non ci dorme la notte!
Vivo a casa mia dal 2004, ovvero da tredici anni, ho sempre messo ciò che non potevo tenere in casa in solaio, è un gesto normale, direi che tutti lo fanno!
Ma no, i Gerri, o meglio la lurida sgualdrina di satana che si crede l’unica ad avere diritto di parola che vive sopra di me, pensa, pensa, ok, ho esagerato, quando il suo micro cervello che ha le dimensioni di una bacca piccola si muove, ha la bella idea di rompermi le palle, gli piace, magari si masturba pensando a come rompermi i coglioni, lo so che lo fa… vecchia stronza!
La storia è lunga, la vecchia stronza ha incominciato a rompermi i coglioni sulla caldaia, caldaia che è a norma ed è ecologica al mille per cento, stando alla vecchia bastarda, la mia caldaia non era a norma, era un pericolo (mi sa che la vecchia bagascia usa ancora le bombole perché le usavano i suoi genitori!), si rischiava la terza guerra mondiale a causa della mia caldaia, ha chiamato idraulici e quant’altro e loro hanno detto che la mia caldaia era a norma e che anzi era fin troppo a norma, e se lo è preso nel culo senza vasella, passa la caldaia e la vecchia bagascia non può non rompermi i coglioni è più forte di lei, se lo sente nella pelle, deve scartavetrarmi i coglioni ed ecco che arriva a triturarmi i coglioni sul solaio!
Effettivamente ho accatastato molta roba nel mio solaio, lo devo ammettere, ci sono fumetti, libri e scatole vuote, a fare un calcolo approssimativo ciò che ho stipato nel mio solaio arriva al massimo a un cento chili, il mio solaio può resistere a quaranta tonnellate a metro quadro, il mio solaio sarà di due metri quadri, il peso sarebbe di ottanta tonnellate, ovvero due SUV,  per mia fortuna esiste la fisica!
Due SUV non entrerebbero manco con la bacchetta magica di Merlino, e avere ottanta tonnellate di libri, fumetti, non vivrei qui, ma avrei una villa su un’isola deserta… OTTANTA TONNELLATE  di libri… sarebbe il mio sogno, davvero, vorrebbe dire che ho una libreria più grande della libreria di Babilonia, avrei all’incirca un paio di milioni di volumi… un paio di milioni… potete immaginarlo? Ecco, io no!
La lurida meretrice vuole farmi la guerra da quando la mia dirimpettaia si è trasferita nella sua casa che da sul giardino, vivo in questa casa dal 2004, ovvero vivo qui da tredici anni e nessuno, e ribadisco NESSUNO, si è accorto del mio solaio e poi pum ecco che arriva la bagascia infetta e deduce, non si sa da cosa ne da chi, che il mio solaio è un pericolo, un pericolo reale, nel senso che chi vive sotto il mio solaio può ritrovarsi in casa dei fumetti, dei libri e delle scatole della lego vuote in casa… cazzo è un problema, no, davvero, è un problema serio… stando ai loro calcoli (sanno contare? Ne dubito fortemente, già la tabellina del tre è una cosa fuori dall’immaginario!) io non dovrei avere più un pavimento, e chi è stato a casa mia lo sa, quindi cara vecchia stronza e bagascia piena di pus nel cervello, invece di rompere i coglioni a me magari pensa che magari non vedrai il natale, e godrei come una troia ivoriana a sapere che crepi e davvero vecchia stronza saprò dove sarai sepolta e verrò a pisciarti sulla tomba ma prima mi scofano di otto litri di Coca cola, giusto per avere un getto potente e poderoso…

Nessun commento:

Posta un commento

-132-

E si è quasi in inverno, la centotrentaduesima puntata della Cimice, buona lettura! Di Maio (o che per lui!) sfida Renzi in un faccia a ...