sabato 12 novembre 2016

-Corona Rædiosa-




-Corona Rædiosa-

A Jaso e a Marco
Le uniche due persone
Che cercano a farmi (e non sempre ci
Riesco a farlo!) alzare l’asticella!

Il veleno è da codardi, da coloro che non vogliono guardare in faccia la propria vittima, è una morte pulita, poi dipende da veleno e veleno, esistono veleni che fanno gonfiare le viscere per poi farle esplodere, esistono veleni che fanno sì che si abbia una dolce morte, uno s’addormenta e non si risveglia più, esistono miriadi di veleni nocivi al mondo, ma rimane comunque l’arma del codardo, di chi ha paura e di colui che non ha il minimo briciolo di amor proprio e della propria vendetta per guardare la vita della propria vittima che lentamente s’allontana dal corpo, che lo lascia lì a marcire, magari con gli occhi aperti e a rana, fuori dalle orbite!
Il letto è freddo al mattino!
Si molto freddo, non ha molto senso ricoprirsi di coperte e piumoni o quant'altro, se si hanno i piedi e di conseguenza tutto il corpo freddo, i piedi si muovono per cercare un minimo, un singolo e microscopico calore, sono solo le quattro di mattina, ma il freddo è dentro, i piedi si muovono e il corpo rimane immobile come una statua di ghiaccio in un congelatore industriale, i piedi si muovono, il sole non è ancora spuntato, un occhio, poi un altro, voltarsi, pensare ad altro, erezioni mattutine, capita a volte, i piedi si muovono, fa un cazzo di freddo porco, la finestra, doppi vetri e il lampione che debolmente illumina pochi centimetri d’area, la nebbiolina, rugiada che diventa qualcos'altro, i piedi si muovono, le coperte creano catene attorno al corpo, la sensibilità va perduta in pochi secondi!
L’odore!
Penetrante!
Forte!
Mefistofelico!
Miasmi di cose morte in decomposizione, cose che non si dovrebbero neanche ricordare, cose perse, dimenticate, l’olfatto recepisce miliardi di odori ogni singolo secondo, il profumo, l’odore di piedi, l’odore di cibo non digerito, l’odore di cibo, l’odore singolare della pelle, l’odore di plastica, l’odore di cornetti appena sfornati, l’odore tipico degli arabi, dei filippini, dei cinesi e di ogni singola etnia, l’odore dell’incenso che magari una coppia a usato come sottofondo odoroso per i loro amplessi, odore di sesso consumato solitario, l’odore di ascelle, l’odore di qualcosa coperto con dei profumi di seconda categoria, l’odore di latte materno, l’odore di feci infantili, l’odore dei sedili dell’autobus, l’odore del ciccione che suda ciò che ha mangiato la sera prima, l’odore della tristezza di una tipa che guarda l’ultimo messaggio del tipo che la appena mollata, l’odore del “te lo dico io, ne so!”, l’odore bestemmiante dell’autista che ha pippato cocaina fino a un minuto prima, l’odore di sigarette appena fumate, l’odore d’alcol di seconda categoria che trasuda dai pori, l’odore dei piedi, l’odore dei trucchi chimici che fanno male ma mi fanno tanto bella, l’odore di una umanità che non ha ancora capito il proprio posto nel mondo!
Il cielo è plumbeo, forse pioverà, forse no, le cose sono incerte, il braccio fa male, si sente una fitta, una soltanto, le forze abbandonano il corpo, il corpo non reagisce più ci si affloscia come un sacchetto di plastica, ci s’inginocchia, il respiro si fa affannoso, c’è mancanza d’aria, il naso cola, il dolore si fa sempre più pesante, qualcosa si rompe, ci si affloscia sul pavimento lercio e si pensa :”Avrò chiuso il gas?”.
La cravatta è ben stirata ed è l’unica cosa importante oggi come oggi!
“Sei un ciccione di merda!”, calcola, pensa, rifletti su ciò che vuoi davvero o vuoi realmente fare, pensa, lo zaino è pieno, lo sai, pensa, rifletti, quel figliodiunatitanicatroiasucchiacazzibevisborradimigratiesifilitici deve pagarla, forse, pensa, è un semplice coglione, forse, pensa, rifletti, cosa vuoi davvero? Lo sai? Forse, no, si, forse, lo zaino è pesante e lui ride, ride sempre, cazzoavràdaridere? Pensa, rifletti, ragiona, il cervello deve lavorare a pieno ritmo!
E se mi ha messo incinta?
Non è che sono grassa, no, forse un po’, magari qualche chilo in meno, forse, forse!
La musica pompa nelle orecchie, la rivista è noiosa, una vecchietta mi sorride, forse ha una paresi, la rivista è noiosa!
Dovevo farmi un altro paio di strisce!
Sarà anche di moda ma io ho freddo!
MI STATE TUTTI SUL CAZZO DOVETE MORIRE TUTTI VI ODIO VI ODIO CON TUTTO IL MIO ESSERE MI GUARDATE E PENSATE CHE SONO UN RITARDATO MA IO VOGLIO FARVI FUORI TRA ATROCI AGONIE E TORMENTI PERCHE’ DOVETE VIVERE? Mal di testa, sorridere!
Sarebbe facile, un attimo, solo un attimo, un singolo secondo e tutto puf, solo un attimo, solo uno, niente di più niente di meno, un micro secondo di lucidità, poi puf, la fine, forse, forse no, perché tutti mi guardano? Perché non possono farsi i loro affari e lasciarmi libera di pensare a ciò che voglio? Perché?
Toh guarda la borsa è in salita, tac, si compra!
Morite tutti e fatelo male!
Cos'è un sogno?
Una creatura onirica creata dal cervello, sono le esperienze quotidiane che s’accumulano e si trasformano in qualcosa di onirico che nessuno può spiegare, ok, ma i sogni a occhi aperti? Cosa sono? Manifestazioni oniriche di ciò che si vorrebbe e di ciò che non si vorrebbe che accadesse nell'immediato momento, un po’ come la teoria degli incidenti, si gode negli incidenti perché si sa che non è capitato a te, si gode perché è qualcun altro, un perfetto sconosciuto, ma allora si è insensibili al dolore altrui? Si!
Caso no avere bilieto!
Che lavoro di merda, davvero, ma davvero davvero e pensare che potevo essere un contadino felice!
Che partita di merda!
Il freddo ti entra nelle ossa, non ti lascia, i piedi si muovono, cercano un calore quasi materno ma non lo trovano, la luce simil arancione s’espande in una frazione quadrata di stanza, non illumina, rompe e basta, il freddo, le mani sono insensibili, il lieve formicolio è passato ma non le sento più, un cane ulula ad una luna che non c’è più, il formicolare su tutto il corpo, il sentirsi estraneo al proprio corpo, cercare di rilassarsi, non riuscirci, ci si volta e rivolta nel letto, le coperte manco fossi uno schiavo negro, la gamba non risponde più, perché? Per il freddo? O per la mancanza di sangue? Non lo saprò mai, si prova a riaddormentarsi, forse, forse no, svegliarsi? Forse si! Fare qualcosa, creare qualcosa, no!
Esistono in natura veleni che fanno sì che una vittima non possa soffrire, colpiscono il cervello, non si sente nulla, un morso e si va al creatore, un singolo morso da un serpente testa nera Australiano e si muore, è un dato di fatto, si sa, il veleno che si estrae dai serpenti non riempie neanche una provetta, ci vogliono più e più estrazioni del veleno per poterla riempire, non è un lavoro facile, proprio per niente, il veleno che un serpente velenoso secerne è una dose irrisoria ma ti manda al creatore, rendetevi conto, un singolo morso e si è morti, ma morti stecchiti, almeno che non si abbia l’antidoto, ma calcolando i serpenti velenosi e mortali e i vari antidoti bisognerebbe girare con un camion di antidoti e la cosa non è molto pratica!
Sentire il freddo, uno solo, solo quello, gli occhi si abituano, sanno farlo, gamba intorpidita, formicolio, forse, si, c’è, cazzo, non ho più una gamba!
LE MADONNE MI PROTEGGONO!
LE MADONNE!
SI LE MADONNE!
LORO LO FANNO anche se non mi hanno fatto ricrescere i capelli!
Sono solo le sette e mezza!
Perché tutti pensano che sono una budria di merda? Io non mi faccio problemi ma gli occhi che fissano, che giudicano, gli occhi, sedersi, forse in malo modo!
Una volta avevo una carriera ed ora raccolgo le foglie e il pattume, ora!
La testa duole, fa male, la gamba non sta bene, la testa scoppia, orari, altro, tutto, svegliarsi, luci stroboscopiche dietro gli occhi!
Non sono solo i serpenti ad essere velenosi, ci sono anche i ragni e molt’altro, ci sono serpenti che fanno paura ma che non hanno veleno, sono sempre i serpenti che non fanno paura ad essere pericolosi, per riempire una scatoletta di veleno ci vogliono un paio di sedute, tipo dieci o dodici!
Non sento le gambe!
Immagini!
Sono importanti!
Forse!
Chi sa com’è vestita oggi? Che scarpe indosserà? E il cappotto? Sarò all'altezza? Che nervi!
Oggi farò la mia proposta e poi vada come vada!
La gamba torna a “vivere”, il leggero torpore e il formicolio vanno a braccetto, gli occhi incisposi si rilassano, le forme e le immagini da un qualcosadiindefinito prendono forme reali e colori reali, basta psichedelia, il tutto trova la sua normale e naturale collocazione nel mondo, nello spazio e nel tempo, il tutto prende la sua forma originale!
Non solo i veleni ma anche le varie overdose, si può morire se si esagera in modo smodato di qualsiasi cosa, magari si può crepare d’overdose di pasta al forno, di sigarette, d’alcol (il batterista dei Led Zeppelin è morto d’overdose di vodka!), di sesso, di camminata in montagna, in pratica si può crepare in un qualsiasi momento della giornata senza fare nulla per impedirlo, magari si ha la fame chimica e si mangia dieci mila chili di pasta e si muore, magari si pensa che si può correre per altri dodici chilometri e il cuore non regge, non è un bel vivere se una persona dovesse pensare a tutte queste incognite che il fato o il destino che dir si voglia riserva per gli esseri umani!
E dopo aver raccolto le foglie cosa farò? Bamblanerò in giro e cercherò qualcosa da fare, non prendo uno stipendio da almeno dieci anni!
Basta un dito per ritornare magra, solo un singolo dito!
Mi sa che mettersi i sandali con questo freddo non sia stata una gran bella decisione!
Perché le nostre pattuglie hanno sempre nomi d’animali? Tipo Falco 12, Lupo 75 e così via?

Il corpo prende calore, le coperte ormai sono un ricordo lontano, o quasi, prendere coscienza di sé in un secondo che dura una vita, ok, basta cazzate! 

Nessun commento:

Posta un commento

-132-

E si è quasi in inverno, la centotrentaduesima puntata della Cimice, buona lettura! Di Maio (o che per lui!) sfida Renzi in un faccia a ...