mercoledì 30 maggio 2012


-Il suicidio del sistema Vol. 3 17 “Il paese dalle mille gabelle”-


L'Italia è un misto tra il romanzo “Il processo” di Kafka e “Alice nel paese delle meraviglie” di Carroll, lo dico anche per le mille gabelle che un cittadino si vede davanti, per esempio l'estratto conto delle banche, molti non lo leggono neanche e se lo fanno vanno a vedere quanto hanno sul conto senza leggere tutto, ho preso in mano il mio estratto conto e voglio farvi leggere le mille stronzate che tutti quelli che hanno un conto corrente sono obbligati a pagare:

  • Competenze: cosa sono nessuno lo sa ma bisogna pagare, è un po' come se io povero stronzo pago la competenze di chi lavora in banca, sono stati assunti per le loro competenze ma io le pago il perché non si sa!
  • Costa carta: Questo sinceramente non lo capito, devo pagare il bancomat? I soldi cartacei? Bisogna pagare e basta!
  • Recupero spese comunicazione: Questa è meravigliosa, degna di qualsiasi scrittore surrealista, praticamente la mia banca mi manda tre e ripeto tre lettere all'anno per il costo di un euro e ottantasei centesimi e loro mi tolgono la bellezza di quaranta euro per quella cifra minimo, minimo deve venire il direttore della banca a consegnarmela a mano e poi offrirmi un caffè e una brioche e anche allora non basterebbe!
  • Commissioni: Ok, deduco che chi lavora in banca percepisca uno stipendio (se alto o meno non lo so!) quindi io mi chiedo perché dovrei pagare uno che già viene pagato? Cosa sono la nonna che da la paghetta al nipote? Ok, non sono più giovanissimo ma non sono ancora nonno quindi mi chiedo perché devo pagare questa cifra? Come sempre non si sa basta pagare!
  • Recupero imposta bollo: Non bastava prendermi i soldi per le spese di comunicazioni, no, sembrerebbe che non basta, visto che mi chiedono ancora soldi per i bolli, sono sempre un euro e ottantasei centesimi e loro me ne chiedono venticinque, perché? Quanti bolli usano per Dio per spendere venticinque euro? Non si sa bisogna pagare e stare zitti!
  • Mantenimento conto: Io pago qualcuno che coccola il mio conto corrente, che lo sfama, li fa fare il ruttino e quant'altro? Se è così vorrei conoscere questa pia persona che ci tiene tantissimo al mio conto giusto per darli la mano e magari offrirgli una cena, in fin dei conti ci tiene tanto al mio conto!

Detto questo non posso non concludere che a oggi è meglio tenere i soldi sotto il materasso che tanto in banca ti tolgono soldi su soldi così senza un'apparente ragione!   

2 commenti:

-129-

E siamo alla centoventinovesima puntata, che dire? Se non buona lettura! ·          La legge elettorale passa con la prima votazione… i...