lunedì 19 dicembre 2011


-Un’-


Prego avvocato, la sua arringa finale!”
Questo uomo s’evince la sua più totale e completa innocenza, guardandolo negli occhi non posso non scorrere il dolore e le privazione che la vita ha sottoposto il mio cliente, non vorrei esagerare ma, assomiglia a un moderno Gesù accusato ingiustamente e poi finito sulla croce, ed è per questo che s’evince che il mio cliente è innocente, signor giudice e voi signori della giuria con che coraggio mandereste al patibolo un’innocente? Un moderno Gesù? Non vi chiedo di credermi sulla parola, ma sulle prove inesistenti che l’accusa ha portato, potreste mandare in carcere un uomo solo per una ripresa sfuocata presa da un cellulare con la carica che si stava esaurendo? Potreste voi credere a una intercettazione ambientale dove si evince che il mio cliente stava palesemente scherzando? E poi chi sarebbe così stupido da ammettere un omicidio di questa portata via telefono? Facciamo i seri e con una mano sul cuore domandatevi semplicemente questo :”Sarò io a condannare un’innocente?”, sono convinto che nessuno di voi avrà questo coraggio e se qualcuno di voi dovesse averlo non vorrei mettermi nei panni della sua coscienza, perché sarà la coscienza di ognuno di voi che perderà quest’oggi se condannerete il mio cliente, grazie ho finito!”

2 commenti:

-132-

E si è quasi in inverno, la centotrentaduesima puntata della Cimice, buona lettura! Di Maio (o che per lui!) sfida Renzi in un faccia a ...