martedì 19 aprile 2016

-Robe personali-




-La mia su “Tradimento”-


Ok!
Se siete cattolici non vedenti (in senso metaforico s’intende!) che fanno la comunione quattro volte al giorno e che si confessano quindici volte al giorno inventandosi peccati mai fatti, non leggete questo libro, se siete omofobi convinti che pensano che ci sia una loggia massonica di ebrei omosessuali che governa il mondo, non leggete questo libro; ma se siete dei liberi pensatori pronti a scoprire più cose del dovuto allora leggete questo libro!
Detto questo devo dire che secondo il mio personalissimo punto di vista questo libro va letto e va letto da tutti, di qualsiasi fede religiosa, di base il libro parla dell’inchiesta portata avanti dal Boston Globe sui preti pedofili, un caso esploso ad inizio anni novanta per poi portarsi avanti per quasi un ventennio, è un’inchiesta scottante (anche perché Boston è una delle città più cristiane d’America!), molto scottante; il tutto incomincia quando un prete viene accusato di aver abusato di centinaia di bambini, e ripeto un centinaio, il fatto in sé per quanto terribile, viene catalogato come un caso isolato, una pecorella smarrita, ne siamo convinti?
Lo staff  investigativo del Globe scava a fondo e riesce a scoprire che il “caso isolato” tanto isolato non è, compaiono molti, ma molti casi isolati, e se un caso isolato diventa un troppi casi isolati come si dice? La PRASSI, il libro non accusa tutti i preti sia chiaro, anzi fa molte distinzioni, fra preti buoni e predatori… il brutto o meglio lo schifo viene fuori dalla moltitudine di preti che hanno abusato, stuprato, minacciato e quant'altro dei bambini, i numeri sono impressionanti, si parla di migliaia di denunce, di centinaia e centinaia di preti accusati, si parla di Diocesi finite in bancarotta per pagare il silenzio delle vittime (si bancarotta, cosa che in Italia non accadrà mai… purtroppo!), si parla di Cardinali che sapevano ma hanno insabbiato tutto trasferendo preti PREDATORI  in altre chiese facendo sì che potessero continuare a stuprare e quant'altro dei bambini!
Questo libro fa venire il vomito, molto, ma non la peperonata non digerita la sera prima ma il vomito di bile, lo devo ammettere, ho vomitato molto nei tre/quattro giorni che ho letto il libro, ho vomitato perché ho due nipoti giovani (undici e tredici anni!) e una cugina di secondo grado/nipote di solo due anni, ho vomitato e oggi che ho portato mio nipote alla sua lezione settimanale di giapponese ero più in allerta che mai, questo libro va letto da coloro che mandano i loro figli in scuole private cattoliche (“Sia mai che i miei figli vengano a contatto con i negri e gli arabi!”), che gli mandano a fare i chierichetti (“Gesù ci protegge!”), leggetelo e fatevi una vostra opinione…
Lo devo ammettere, pochi saggi mi hanno sconvolto così, anche per certe affermazioni che i prelati hanno dichiarato pubblicamente (una tra tante un prete pedofilo [tanto amato e tanto bravo!] che dichiarava pubblicamente che l’amore tra un adulto e un bambino non è anormale… negli anni settanta e ottanta!), per certe scene descritte benissimo sul disavanzo tra chiesa cattolica e ciò che Cristo diceva, non su affermazioni del tipo :”I preti pedofili esistono solo perché c’è una dilagante omosessualità!”, del tipo un prete sodomizza un bambino perché due uomini si amano o due donne si amano, conosco un po’ di omosessuali e devo dire la verità nessuno tra loro è attratto/a da un bambino/a, anzi direi quasi l’inverso!
Molti mi criticheranno perché vado contro la chiesa cattolica (non riesco nemmeno a scriverla correttamente!), ma se passate la vostra infanzia in un asilo e in un dopo scuola gestito da suore potete capire il mio odio, voglio raccontarvi di due storie, la prima!
Una suora acida peggio del limone, voleva dare una lezione ad un bambino di otto anni, la sua lezione consisteva nel farlo sfilare con le braghette calate per tutte le classi del doposcuola, il bambino lacrimava, la suora rideva e continuava a dire :”Ecco un futuro maniaco!”, il giro della vergogna è durato molto, forse troppo, ma non doma la suora (la troia sposata a Cristo!) ha costretto il bambino a non tirarsi su le braghette, probabilmente la suora in questione sarà morta, e lo spero tantissimo e se scopro dov'è sepolta vado a pisciarli sulla lapide, questo gesto molto pedagogico ha fatto sì che nella mente del bambino si creino determinati traumi, molto profondi!
La seconda storia è incentrata sul carnevale, tutti i bambini si mascherano, chi da Zorro chi da Superman (negli anni ottanta non c’era molta scelta!), un bambino, lo stesso dell’umiliazione si è vestito da Pierrot, una maschera simbolo della Francia… la suora in questione (e vorrei ricordare che è una sposa di Cristo!) doveva dire la sua e ad alta voce ha berciato :”Ecco che arriva il pagliaccio vestito male!”, potete immaginare come ha reagito il bambino, a parte la solenne ignoranza della troia ops suora, nel non riconoscere una figura quasi mitica del francesismo, a parte la totale mancanza di tatto di indicare un bambino come un pagliaccio vestito male, a parte che probabilmente ora come ora starà succhiando il cazzo a Lucifero senza mai fermarsi, a parte che quel bambino ero io, a parte che quella troia di merda ops suora, è stata la prima persona al mondo che ho odiato profondamente e che odio tutt’ora per tutti i traumi che mi ha causato (non sto parlando di abusi o stupri, che sono due cose diverse!), a parte che è grazie a quella fornicatrice con persone che non si conoscono ma si fa solo sesso anale per rimanere vergini che io odio tutte le religioni al mondo e al primo posto del mio odio c’è il cristianesimo di Santa Romana chiesa, se quella bagascia da bassifondi di Budapest voleva plasmare un bravo e devoto cristiano è riuscita a fare l’inverso…. Ed è per questo che ho letto questo libro, non perché io sia stato abusato o quant'altro, non lo definirei così, gli abusi sono altri la meretrice buona solo a raccogliere lo sperma stantio di malati di malattie venerie io lo definirei un’umiliazione quotidiana, poi ho cambiato scuola e ho scoperto il bullismo più becero ma questa è un’altra storia!
Tornando a bomba, cari genitori che credono ancora (siamo nel 2016 ma davvero credete a ciò che dicono i preti?) che mandare i propri figli alle varie scuole cattoliche e in chiesa sia un bene?
Ne siete veramente sicuri?

Allora prima di prendere una decisione che rovinerà i vostri figli leggete questo libro, e leggetelo attentamente, magari sottolineatelo (cosa che odio!), studiatelo a fondo e poi prendete delle decisioni sensate, magari è meglio che vostro figlio frequenti degli emigrati piuttosto che venga stuprato o umiliato, pensateci bene perché il futuro dei vostri figli sta nella vostra decisione, io personalmente se mai dovessi avere un figlio lo terrei lontano da qualsiasi credo religioso, qualsiasi, quando avrà l’età della ragione deciderà lui, ma io personalmente non lo manderei mai in una scuola religiosa, in una chiesa o in qualsiasi luogo di culto, e il primo prelato o religioso che si dovesse avvicinare al mio futuro figlio lo prenderei a fucilate, magari non è un pedofilo, ma con il cinquanta per cento di possibilità che lo sia voglio stare tranquillo! 

Nessun commento:

Posta un commento

-130-

E siamo a centotrenta Cimici, wow, ok, basta farsi pugnette a due mani e buona lettura! ·          Di Maio vuole i vari osservatori del...