giovedì 3 ottobre 2013

-La figura dei coglioni-

-La figura dei coglioni-


Ieri si è consumata l’ultima (di molte, troppe!) beffa che il nostro stato ha imbastito, una beffa che ci ha disegnato agli occhi del mondo per ciò che siamo d’avvero, dei pagliacci buoni solo a far roteare le pallette colorate con uno sfondo da circo, ma andiamo per ordine!
Big S. è stato dichiarato colpevole di un reato grave (ha nascosto milioni e milioni per non si sa cosa e la giustizia lo ha dichiarato colpevole quindi un criminale!) dal giorno della sentenza (con i guerrieri azzurri o armata per la libertà che dir si voglia che festeggiavano senza sapere che il loro ducetto era stato condannato e non assolto!) Big S. ha fatto di tutto per far vedere all’italiano medio che lui era un perseguitato (il video messaggio è una meravigliosa prova di sociologia inversa che in pochi capiscono ma che la maggior parte dei italiani medi crede per vero [stessa cosa aveva fatto Hitler contro gli ebrei!]!), che c’era un complotto in atto da parte dei comunisti a sfavore suo (e qui Sallusti ha fatto un  lavoro magistrale nel scrivere il discorso del famigerato video messaggio [inversamente dal lavoro persuasivo che aveva fatto nello scrivere ogni singola parola di ciò che ha detto Big S. da Santoro!] perché è farina del suo sacco e basta leggere i svariati editoriali vergati da lui per capirlo!), dopo il video messaggio Big S. ha pensato bene di fare una pseudo manifestazione per ribadire il concetto (manifestazione di quattro gatti!) e poi il silenzio, o meglio il tenue silenzio!
Dopo la sentenza il nome di Big S. è spiattellato su ogni (o quasi!) testata giornalistica si a di destra che di sinistra, la destra urla a squarciagola al complotto (termine tanto amato da Sallusti!) e la sinistra festeggia stappando bottiglie di champagne ma il nome di Big s. appare per quasi tutta l’estate e quindi pubblicità gratuita e Big S. di pubblicità ne sa qualcosa, infatti, appaiono sulle testate della Mondadori (e vorrei ricordare che è in merda a causa della figlia che io personalmente considero un’imbecille degna sola a stare fuori dai cessi a chiedere i centesimi ai pisciatori!) articoli e foto della sofferenza dell’ormai ex premier, ex cavaliere e quant’altro, articoli vergati ad hoc che mostrano il dolore di Big S. ad Arcore con la presunta nuova fiamma (la Pascale e se vedete le foto capite bene perché è la nuova ragazza dell’ex premier e quant’altro ha di ex!), articoli di quanto soffre a causa del complotto… ma poi ecco il tocco di genio di Big s….. il golpe!
Alcune testate di destra urlano che in Italia è in corso un golpe silenzioso, ovvero i comunisti (che nelle ultime elezioni hanno preso tipo il 0,0000000000000000000% delle preferenze, e non mi dite che il PD è comunista se no offendete la vostra intelligenza!) stanno ordendo un golpe morbido per togliere Big S. dalla vita pubblica per ottenere il potere assoluto (ve lo vedete Vendola [che vive da secoli negli anni sessanta e nessuno li ha detto che sono finiti da quasi cinquant’anni!] come uno Stalin o un Pol Pot o un Mao?), domenica scorsa, il ventinove settembre (data storica tra le altre cose ma fa niente!) Pansa (l’unico giornalista rimasto fedele al suo pensiero da anni e che nonostante scriva per Libero bisogna dire che attacca Big s. quando va attaccato e solo per questo per me merita di essere menzionato ovunque sempre e comunque!)  ha scritto il suo bestiario su Libero proprio su questo, vi consiglio di leggervelo poiché è alquanto illuminante!
Finita l’estate o meglio le vacanze, il senato deve decidere se far decadere lo status di senatore a Big S. ed è qui che inizia la beffa finale (o meglio, una delle tante beffe finali!), il comitato parla e fa memoriali, il PDL fa muso duro (anche se ha ministri importanti in questo governo ma queste cose sono superabili vero Big S.?), secondo i “falchi” Big s. è innocente e puro, non ha mai fatto nulla, non ha chiavato (e uso questo termine non a cazzo ma con coniazione di causa!) una marocchina senza permesso di soggiorno e minorenne, non ha mai chiamato la questura per far liberare questa marocchina minorenne dal carcere, non dava vantaggi a troie pugliesi che riceveva a palazzo Grazioli, non ha mai e poi mai frodato il fisco…. Sono tutte menzogne ordite dai soliti comunisti (addirittura Pisapippa ha affermato di non essere mai stato comunista, quindi dal 1948 a oggi i comunisti in Italia non ci sono mai stati, peccato che erano il partito comunista più potente in occidente e non solo, era il secondo partito italiano quando l’Italia faceva parte del patto atlantico e non voglio parlare degli anni di piombo e di tangentopoli se no qua rimango a scrivere fino alla fine del tempo!), la commissione rallenta il tutto (e domani 04/10/2013!) deciderà finalmente se Big S. si deve togliere dai coglioni oppure no!) e i falchi attaccano, in primis la Santaché (che è la pupa di Sallusti e ho detto tutto!) che organizza manifestazioni su manifestazioni solo per urlare che Big S. è innocente da tutto e che ha fatto miracoli quindi deve diventare santo subito, ma subito, subito, subito, il secondo falco è la Carfagna!
La ex soubrette è riuscita ad essere più “lecchina” del Fede d’annata, addirittura è riuscita a paragonare Big S. a  Einstein, ora non vorrei fare una lezione di storia all’ex ministra ma che punti di contatto ha trovato tra il suo Leader e uno dei fisici più importanti della storia (è grazia a lui che esiste una fisica moderna ma fa niente!)?
A vedere le due biografie non c’entrano nulla, ma davvero, quindi cara ex ministro prima di parlare (ed è un consiglio d’amico!) studia un po’ di più!
E dopo giorni d’apprensione (di Big S.!) arriviamo a ieri (02/10/2013), giorni prima i deputati del PDL hanno dato le loro dimissioni e sembrava che anche i ministri lo avessero fatto, quindi di logica ci sarebbe stata una crisi di governo poiché l’attuale governo senza il PDL non ha la maggioranza, sembrava una crisi ma questo non è avvenuto!
Il burattino di Big S. (Alfano!) sembrava che volesse stare con il suo leader, ciò non è successo, le dimissioni dei ministri del PDL non c’è stata, ieri si votava la fiducia al governo (a parte le sparate dal sentore poco velato di fascismo del Hotel a cinque stelle!) e si sapeva come sarebbe andata a finire, il governo teneva e fanculo al mondo, ma fino all’ultimo come un moderno Mosè Big S. ha voluto far paura (a chi poi non si saprà mai!) e dopo un tira e molla ha deciso di dare la fiducia all’odierno governo (una scelta politicamente giusta visto e considerato la crisi e tutto il resto un po’ di stabilità ci vuole!) la decisione è stata sofferta (addirittura ha pianto in aula!) ma andava fatto, e ora?
Sembrerò paranoico, non dico di no, ma sento che domani il decadimento di Big S. non ci sarà, l’ex premier ha dato un aiutino al governo dandoli la fiducia e quindi s’aspetta qualcosa in cambio questo a cosa porta?
Semplice, Big S. continuerà a tutelarsi nei quattro processi pesanti che ha (e non voglio ricordarveli ma rischia e tanto il vecchio marpione brianzolo!)ancora in corso, ed è per questo che ieri l’Italia o meglio lo stato italiano ha fatto la figura di merda agli occhi del mondo, un pregiudicato che ha l’ago della bilancia della stabilità di governabilità italiana?
E poi chiedetevi perché sempre meno paesi esteri investono in Italia, chiedetevi perché ormai siamo la barzelletta trita e ritrita agli occhi del mondo, chiedetevi perché nel resto del mondo siamo visti come dei perfetti coglioni, chiedetevi perché chi pensa con la propria testa in Italia sono come i Panda (ovvero una razza in via d’estinzione!), fatevi queste domande e capirete perché penso che l’Italia sarebbe meglio se diventasse una colonia di un paese qualsiasi del mondo (e intendo anche l’Africa e il terzo mondo!)…      

     

Nessun commento:

Posta un commento

-129-

E siamo alla centoventinovesima puntata, che dire? Se non buona lettura! ·          La legge elettorale passa con la prima votazione… i...